X

Accedi

Accedi ora per confermare

Password dimenticata?

...o entra con Facebook:

Non hai ancora un accout su AndroidPIT? Registrati

Rebuild - Giocare ai padri fondatori

Michele V.
0

La fine del mondo si avvicina. Almeno se diamo retta al calendario maya. Tuttavia i cari maya si sono dimenticati di dirci quale sarà il motivo della fine del mondo e perciò su internet troviamo decine di speculazioni sulla piaga che affligerà l'umanità.

La mia spiegazione preferita è il declino della specie umana per colpa di un'invasione di zombie. E nemmeno a farlo apposta, la recensione seguente affronta proprio il tema di come un piccolo gruppo di uomini riuscirebbe a sopravvivere in un mondo di zombie.

Se Rebuild sia un buon lavoro e sopravviva alle critiche, lo vediamo adesso insieme.

4 ★★★★

Valutazione

Versione testata Versione corrente
1.1 3.11

Funzioni & Uso

Rebuild si basa su un celebre gioco in flash diffuso su internet e il titolo spiega molto bene di cosa si tratta: della ricostruzione di una città e il percorso per ricominciare a partire da lì. Tutto comincia con la scelta di un nome, del vostro aspetto, dei primi strumenti e della definizione del sito d'azione. quest'ultimo non si limita al nome, ma attraverso la dimensione della città, il giocatore seleziona anche il livello di difficoltà del gioco. Ovviamente città grandi sono più difficili da controllare e da difendere rispetto a quelle più piccole. In particolare per le prime volte non bisognerebbe fidarsi troppo di se stessi, anche perché solo dopo un po' di esperienza sarà possibile padroneggiare il gioco.

Nel complesso, la parte iniziale di ricostruzione di una civiltà è relativamente semplice. Il giocatore deve affrontare una area recintata grande 2x2 e il suo compito è garantire la sicurezza di questa piccola unità, ampliarla e renderla un'oasi nel mezzo del regno zombie. Questo riesce al giocatore turno dopo turno dando istruzioni ai residenti della città. Proprio così! Rebuild è in breve un rappresentante di quei giochi di strategia a turni ormai quasi dimenticati. Senza grandi problemi né la pressione del tempo, è possibile pianificare le prossime mosse e i progetti per il futuro.

Una volta affidati i compiti ai residenti della città, bisogna naturalmente trovare le risorse necessarie per sopravvivere in un mondo infestato da zombie, cioè persone e cibo. Poiché per crescere, la città ha bisogno da un lato di persone che la abitino e ovviamente queste persone devono svolgere professioni diverse. Quindi, ci sono combattenti, ricercatori, collezionisti, costruttori e dirigenti. Ogni professione ha le sue necessità e serve per determinati compiti e per l'esplorazione degli edifici circostanti. Sia che si tratti di un combattente che combatte gli zombie, di un collettore per i rifornimenti locali per la comunità, di un capo che convince i sopravvissuti a combattere e aderire alla comunità o ancora di un architetto che verifichi gli edifici, tutti si devono integrare con la città.
Un altro bel trucco in tutta la popolazione è che le professionalità possono essere migliorate con il ritrovamento di certi oggetti. Gli sviluppatori hanno seguito la prima regola del gioco: la capacità di distribuire i propri nomi. Questo aumenta il collegamento con i rispettivi personaggi (per esempio se si riportano i nomi dei nostri amici) e quindi saremo più attenti ai nostri compagni di stanza.
La seconda risorsa da trovare nel corso del gioco, come già accennato, è il cibo. In genere in Rebuild c'è sempre un conflitto tra la scelta se ricostruire la comunità o magari preferire un approvvigionamento alimentare sicuro. Gli abitanti vogliono essere sfamati almeno una volta e spesso ci si trova di fronte alla scelta se un "borgo" dev'essere convertito in una fattoria, o continuare a fornire spazio residenziale. Decisioni strategiche che possono determinare il corso del gioco in modo decisivo.

Oltre a tutte le variabili prevedibili, in Rebuild sono anche previsti dei fattori "casuali". Ciò significa che i nostri coloni devono far fronte non solo ai raccolti rovinati, ma anche ad attacchi di bande e zombie impazziti. Quale delle due minacce sia maggiore lo deciderete voi stessi, ma alla fine entrambi hanno un effetto sulla popolazione. Quindi dovrete tenere a mente anche questo, quando dovrete decidere se continuare ad espandere la città e inviare tutti i "difensori" in missione oppure se rallentare l'espansione ed evitare in questo modo morti causate dagli attacchi. Come già detto, qui è la strategia che conta.

Nonostante tutte le possibilità di scelte diverse, di specializzazione dei residenti e le mappe generate in modo casuale, purtroppo Rebuild diventa molto, troppo facile dopo la prima o la seconda partita. Si è già visto tutto e anche le differenti conclusioni del gioco possono essere raggiunte in modo relativamente veloce. Anche i livelli di difficoltà più elevati non sono poi troppo difficili, poiché ad aumentare è solo il numero degli eventi negativi casuali e non vengono introdotti nuovi elementi.

In conclusione: devo ammettere che dopo averlo scaricato ho passato alcune ore molto divertenti ed appassionanti con Rebuild. E' bello rituffarsi nel mondo dei giochi di strategia, senza dover sempre prestare attenzione all'ora e poter pianificare in anticipo i propri turni.

L'atmosfera del gioco è spettacolare, l'implementazione anche e in generale anche l'impostazione di gioco. I personaggi ispirano simpatia e il gioco è proprio divertente. Purtroppo dopo averci giocato già qualche volta, si perde un po' la novità e la motivazione. Non sono previsti nuovi sviluppi né caratteristiche più profonde del gioco. Nonostante questa critica, tuttavia, bisogna ricordare che una partita intera può durare anche fino a sei/sette ore complessive, il che in realtà non è poi così poco.

Schermata & Comandi

La presentazione grafica di Rebuild è molto buona. La grafica non è proprio realistica da lasciare senza fiato, ma riprende un po' più lo stile dei fumetti e dei cartoni animati. Ma in realtà è proprio questo a dare al gioco quell'atmosfera divertente ed appassionante che ci coinvolge fin dai primi momenti, complice anche la colonna sonora (anche se pure questa, come d'altronde in qualsiasi gioco, dopo un po' finisce con il diventare piuttosto monotona).

I comandi e la funzionalità sono molto intuitivi e semplici, almeno per quanto riguarda l'HTC One X e l'HTC Desire con i quali è stato effettuato il test. In generale, bisogna dire che il gioco si adatta perfettamente alla dimensione degli schermi degli smartphone.

Velocità & Stabilità

Rebuild si avvia rapidamente e nonostante la necessità di caricare alcuni file di registro necessita di molto meno tempo rispetto ad altri giochi. Anche durante le partite non si avvertono interruzioni o altri problemi.

Prezzo / Prestazioni

Disponibile solitamente ad un prezzo di 2,38€, Rebuild si può acquistare questo mese a un prezzo speciale di 0,77€ sul Play Store di Google grazie alla promozione "Because I June".

Schermate

Rebuild - Giocare ai padri fondatori Rebuild - Giocare ai padri fondatori Rebuild - Giocare ai padri fondatori Rebuild - Giocare ai padri fondatori

Applicazioni simili

Nel caso tu ne conoscessi, sarebbe grandioso se potessi farcelo sapere.

Sviluppatore

Sarah Northway

Commenti

Commenta la notizia:

Author
20

Aiuto x Galaxy Express