Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 Condivisioni 2 Commenti

5 aneddoti su Samsung che (forse) ancora non sapete

Pensate di sapere già tutto su Samsung? L’azienda sudcoreana è conosciuta principalmente per i suoi smartphone ma in realtà il brand opera anche in altri ambiti come quello dell'aeronautica e dei televisori. Come potete bene immaginare, più il bacino di attività di un’azienda è vario, più è facile trovare succosi aneddoti da raccontare.

La situazione attuale di Samsung non è delle migliori: costretta ad abbandonare la produzione del Note 7 in seguito ad un doppio fiasco nel controllo qualità, si trova ora a fare i conti con i mancati guadagni e con un bello smacco alla  propria reputazione.

Il successo di Samsung, tuttavia, non è frutto di un caso. Creata nel 1938 con il nome di Samsung Sanghoe, l'azienda nasce senza tante pretese come produttore e distributore di pasta fresca, arrivando a diventare, negli anni seguenti, il più grosso conglomerato industriale del Paese estendendosi a diversi settori (il più famoso, appunto, quello della Samsung Electronics). Ne sono successe di cose in 80 anni di attività!

samm2
Samsung, un marchio dalla ricca storia...  © Samsung

1. Un nome destinato al successo

Il nome di un’azienda non viene mai scelto a caso, una regola che si adatta a qualsiasi ambito. Esempio emblematico è il marchio americano Nike, nome ispirato alla dea greca della vittoria (Nike appunto) e scelto per annunciare la volontà di sfondare sul mercato. Allo stesso modo Samsung è una combinazione di più parole: Sam (tre) e Sung (stelle). 

Il occidente, di solito, tendiamo ad associare le stelle al successo. In Corea però le cose sono leggermente più complesse: probabilmente le tre stelle si riferiscono a tre divinità celesti cinesi (concetto poi importato in Corea) che rappresentano rispettivamente la gloria, la fortuna e la longevità.

2. Il budget destinato al marketing è colossale

Samsung deve la sua popolarità a più fattori. Da una parte l’azienda è presente sul mercato fin dal debutto degli smartphone ed è riuscita a fidelizzare i propri utenti facendone passare un buon numero dalla gamma media alla fascia alta. Dall’altra Samsung ha investito cifre enormi nei reparti di pubblicità e marketing, come testimoniano numerosi spot e cartelloni che ritroviamo sui cartelloni pubblicitari, alla fermata dell'autobus, o in TV.

Nel 2015 Samsung ha investito più di 14 miliardi di dollari nel reparto Ricerca e Sviluppo ed il budget riservato al marketing è altrettanto stellare: i 3,3 miliardi spesi nel 2016 piazzano Samsung nella Top20 dei budget pubblicitari più costosi, giusto uno scalino sotto la Nike. Tra i grandi nomi dell’universo della telefonia mobile, invece, è seconda solo a Sony (3,7 miliardi di dollari).

L’azienda è presente sul mercato fin dal debutto degli smartphone ed è riuscita a fidelizzare i propri clienti

3. Il CEO non ha peli sulla lingua

La reputazione di Samsung alla fine del secolo scorso era simile a quella degli smartphone cinesi al giorno d'oggi: la qualità dei prodotti veniva sacrificata a favore della quantità. Lee Kun-hee, uomo guida del colosso sudcoreano, dopo averci colpiti con la frase “Cambiate tutto tranne moglie e bambini”, ha portato Samsung ad un visibile cambio di strategia, in particolare nel dipartimento Electronics (fatta eccezione per lo scandalo del Note7).

Nel 1995, esasperato dalla mancanza di qualità dei telefoni portatili, ha dato fuoco a migliaia di apparecchi sotto gli occhi dei suoi impiegati. Oggi i suoi device sono diventati così efficienti che prendono fuoco da soli (!).

4. Samsung è a capo della costruzione del più grande edificio al mondo

Avete mai sentito parlare della torre Burj Khalifa? L’edificio si trova a Dubai e con i suoi 828 metri è la più alta struttura mai costruita dall’uomo. E sapete chi ha partecipato all'edificazione della torre? Ebbene sì, proprio Samsung.

Non si tratta di Samsung Electronics ma di Samsung C&T Corporation, una divisione specializzata, tra le altre cose, in moda, commercio ed edilizia (e sì, sappiamo bene che sembra difficile scorgere il collegamento tra i vari settori). Come potete immaginare il gigante coreano ed i numerosi partner del progetto stanno compiendo enormi sforzi, tutti ripagati dal risultato di cui andare fieri.

Burj dubai 3.11.08
Un'immagine della torre nel 2008 © Wikimedia

5. Samsung produce componenti per Apple

Samsung mette la sua esperienza a servizio di molte altre aziende, tra le quali la sua eterna rivale, Apple. La guerra aperta tra i due giganti tecnologici non gli impedisce di certo di fare grandi affari insieme. Samsung produce le SSD per i Mac e, secondo Bloomberg, dedica un'equipe specializzata alla produzione degli schermi retina per gli iPad. La mancanza di trasparenza di Apple non ci aiuta certo ad avere informazioni più precise, ma è possibile che Samsung fabbrichi per il suo acerrimo rivale anche altre componenti.

Dopotutto Samsung Mobile rappresenta poco più del 30% del guadagno totale di Samsung Electronics, quindi perché non diversificare per portare a casa un altro po’ di introiti?

Conoscete altri aneddoti da aggiungere alla lista?

2 Commenti

Commenta la notizia:
  • Tanto di cappello ad aziende che danno esempio al mondo per laboriosità, serietà, duttilità ed innovazione e che, con passione rendono grande il proprio Paese. Alla faccia dei "cervelloni" che abbiamo in Italia..

  • Se non sbaglio Samsung costruisce anche stazioni petrolifere

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK