Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
15 Condivisioni 5 Commenti

5 cose che probabilmente non sapete di Sony!

Grazie ai suoi smartphone Xperia Sony si è creata una solida reputazione nel mondo mobile. L'impresa però è specializzata in tantissimi campi diversi e, negli ultimi anni, si è avventurata per sentieri nuovi e faticosi. Quanto conoscete il brand famoso nel mondo Android per il design Ominbalance ed il software stabile? Ecco 5 aneddoti che quasi certamente vi saranno sfuggiti. 

1. Sony non è affatto un nome giapponese

Quando leggiamo nomi come Toyota o Mitsubischi, li attribuiamo subito al Paese del Sol Levante. Con aziende come Sony o Panasonic ci vengono piuttosto in mente gli Stati Uniti, o almeno Paesi anglofoni. Si tratta invece proprio di aziende nipponiche. 

L'origine del nome Sony è latina. Il gigante giapponese racconta di essersi ispirato alla parola sonus, che significa suono, al quale il brand ha sostituito la desinenza con una "y", probabilmente per renderla più moderna ma soprattutto per ricordare i sunny boys, termine inglese che faceva riferimento ai giovani con una brillante carriera davanti. Grazie a questa trovata il nome può essere pronunciato facilmente in diverse lingue e rimane impresso perchè corto ed orecchiabile. 

2. Sony ed Apple: una lunga amicizia

Torniamo al giorno d'oggi e ad uno dei maggiori protagonisti nel mondo degli smartphone: Steve Jobs. L'informatico non ha mai nascosto il suo interesse e la sua ammirazione per il brand giapponese ed aveva infatti un ottimo rapporto con uno dei fondatori di Sony: Akiro Morita. L'amicizia tra i due ha influenzato entrambe le imprese, collaborazione ancora oggi presente nonostante l'assenza di Jobs. 

Esistono molti aneddoti tecnologici ed interculturali sul soggetto, tra cui, uno dei più celebri, quello di un dipendente Sony nascosto in un armadio per evitare di incontrare Steve Jobs che si trovava lì per dare una mano agli americani. 

3. Sony ha rifiutato la collaborazione con Microsoft

Vi ricordate l'era pre Xbox? Microsoft cercava un alleato per realizzare console di gioco: si sarebbe occupata dell'interfaccia grafica, mentre un eventuale collaboratore dei componenti hardware. Inizialmente l'azienda si è rivolta alla Nintendo, ma quest'ultima non era interessata. 

La seconda scelta è stata allora Sony e, per evitare un secondo rifiuto, Bill Gates ha tirato fuori l'artiglieria pesante, andando di persona a fare un'offerta al brand. Ancora una volta l'offerta è stata respinta e Microsoft si è messo l'anima in pace ed ha deciso di arrangiarsi da solo. 

sony xperia z3 plus vs apple iphone 6 hero
A sinistra, l'iPhone 6. A destra, lo Z3 Plus. © ANDROIDPIT

4. Sony non ha inventato il concetto del walkman

L'idea del gadget portatile non è nata da Sony, contrariamente a quanto si possa supporre. È stato il tedesco Andreas Pavel che l'ha messa per la prima volta in pratica nel 1972 realizzando il Stereobelt (letteralmente "cintura stereo"). 

Sony ha subito fiutato l'ottima potenzialità del prodotto ed ha deciso di realizzarlo e commercializzarlo come Walkman nel 1979. Naturalmente Pavel ha rivendicato l'idea, spendendo più di 3 milioni sul caso, ed ha ottenuto giustizia nel 2003, ricevendo ben 10 milioni di euro più i diritti sulle vendite del prodotto. 

Inizialmente era intenzionato a fare causa anche ad altre case produttrici (compresa Apple con il suo iPod), ma ha successivamente abbandonato l'idea nel 2005, spiegando che non aveva più le forze per affrontare nuovi processi.

androidpit google play music hero 03
Andreas Pavel è il vero padre dei lettori musicali portatili.  © ANDROIDPIT

5. Sony ha lottato per conquistare il cuore di James Bond

Il suo nome è Bond, James Bond. In particolare si tratta dell'attore Daniel Craig. Dopo la pirateria di Sony nel 2015, sono trapelate diverse conversazioni ed una di queste rivela alcune interessanti negoziazioni di marketing. Tra le altre cose possiamo notare un'offerta di 5 milioni di dollari per l'inserimento dei prodotti. 

In un'altra email possiamo leggere che le negoziazioni non sono andate a buon fine perchè Daniel Craig ed un'altra persona si rifiutavano di utilizzare uno smartphone Sony. Per quale ragione? "James Bond non utilizza che il meglio del meglio, e secondo loro gli smartphone Sony non sono i migliori". Fortunatamente, le cose sono migliorate e si è giunti ad un accordo. 

Vi vengono in mente altri aneddoti su Sony o su Altri brand produttori di Android?

5 Commenti

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK