Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

4 min per leggere Nessun commento

5 regole da seguire per rendere popolare la realtà virtuale e mista

La Holographic Academy ha tenuto una serie di conferenze presso la TU, una delle più grandi università di Berlino. Tra i tanti temi affrontati alcuni esulano dai più comuni non trattando l'argomento dal punto di vista della tecnologia ma dell'approccio a livello di sviluppo ed ampliamento della realtà virtuale e mista.

Se siete fedeli lettori di AndroidPIT avrete potuto leggere più volte che, diversamente da ciò che si crede, la realtà virtuale si estende a campi di applicazione più variegati del "semplice" (tra virgolette perché non c'è nulla di semplice) settore dei videogiochi. Anche se il profilo del consumatore è di gran lunga il più diffuso, oggi vorremmo vedere le cose in modo un po' diverso analizzando la prospettiva dei produttori e degli sviluppatori.

Realtà virtuale e mista fanno fatica a conquistare il cuore del grande pubblico. Ci sono diverse ragioni: i visori costano molto, la tecnologia non è stata ancora completamente messa a punto e non è possibile proporre una tecnologia performante e divertente quanto quella di Iron Man. Durante la conferenza infatti è stato spiegato che una tecnologia tale è difficilmente immaginabile, il futuro della tecnologia sarà piuttosto simile a Minority Report.

Come fare per migliorare le cose? Lasciamo da parte il prezzo e altri elementi di marketing e concentriamoci sul design UI/UX. I punti a seguire sono basati sulla metodologia presentata durante la conferenza da Fabian Quosdorf, ingegnere software di Laubwerk. Si tratta di punti da prendere in considerazione quando ci si avventura nella creazione di dispositivi o applicazioni VR.

androidpit laubwerk 1
Creare un dispositivo che funziona non è facile. / © ANDROIDPIT

1. Fare delle ricerche

Questa è in realtà una questione di buon senso: bisogna evitare di gasarsi con la propria idea di prodotto. Certo, l'idea può funzionare ma ci sono molti parametri da prendere in considerazione, specifici di ogni prodotto e di ogni persona. A livello di giochi gli utenti cercano un effetto stupefacente, qualcosa di nuovo ed impressionante, mentre l'industria (della medicina per esempio) cerca qualcosa di affidabile e funzionale. Fabien chiama questo punto "la ricerca del caso pratico".

2. Analizzare

L'analisi della tecnologia costituisce il secondo punto chiave. Quando si crea un dispositivo VR bisogna concentrarsi su diversi tipi di tecnologie e analizzare i punti da sviluppare: migliorare la percezione della vista, i movimenti. il suono, la localizzazione,ecc. Anche gli sviluppatori di applicazioni devono considerare questi elementi e altri ancora, e cercare aspetti sui quali focalizzarsi.

3. Sfruttare

Anche la persona più talentuosa al mondo non potrà sviluppare un'intera tecnologia da sola. Bisogna permettere alle persone di sfruttarla affinché possa continuare ad evolversi, e questo è ciò che fa per esempio Microsoft con il suo Mixed Reality Toolkit ospitato su GitHub.

Questo insieme di script e altri elementi permettono di sviluppare più rapidamente le applicazioni per Hololens e per la realtà mista. Certo, questo non è sempre possibile, per paura della concorrenza le tecnologie spesso rimangono segrete, nell'ultimo periodo ne sentiamo parlare spesso.

androidpit laubwerk 2.jpg
Microsoft facilita il lavoro agli sviluppatori. / © ANDROIDPIT

4. Adattarsi

È importante sapersi adattare e uscire dai soliti schemi mostrandosi creativi. Se state lavorando su un gioco dove la precisione svolge un ruolo importante, bisogna avere i mezzi per fornire una migliore esperienza utente. Per esempio proporre un supporto fisico per poter fruttare a pieno il vostro visore Hololens. La combinazione di tecnologie permette di fare la differenza.

5. Concentrarsi sull'utente

L'utente è colui che utilizzerà i prodotti quindi il suo parere non deve essere ignorato. Bisogna seguire molto da vicino la sua esperienza su dispositivo/applicazione e fare in modo che ne tragga il massimo. Per esempio, nell'industria bisogna permettere che l'applicazione continui a soddisfare l'utente anche se il settore evolve.

Ecco le regole teoriche utilizzate per la creazione di applicazioni e dispositivi. Anche se sono state presentate nel contesto di realtà virtuale/mista, si applicano comunque in molti altri settori, Se tutti i produttori e gli sviluppatori le seguissero alla lettera potrebbero proporre dispositivi più interessanti, con una tecnologia più avanzata e suscitare un vero interesse nel pubblico. L'ultimo punto è probabilmente il problema più grande attualmente: la tecnologia non trova il suo vero pubblico.

Come deve evolversi la tecnologia della realtà virtuale/mista perché la troviate veramente interessante?

11 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più