Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Accordi illegali: VW, BMW e Daimler potrebbero dover pagare multe salate

Accordi illegali: VW, BMW e Daimler potrebbero dover pagare multe salate

I garanti della concorrenza dell'Unione Europea sono convinti che Volkswagen, BMW e Daimler abbiano raggiunto tra loro un accordo illegale in materia di depurazione dei gas di scarico. Le tre più importanti case automobilistiche tedesche vengono ora minacciate di dover pagare multe per miliardi di euro.

Sono passati due anni da quando la rivista Der Spiegel ha condotto le sue ricerche e ora la Commissione Europea ha ampiamente confermato la sua relazione. Sulla base di un risultato preliminare, la Commissione ha annunciato che VW, Daimler e BMW sono colpevoli di accordi illegali. Si tratta del settore della tecnologia di depurazione dei gas di scarico. Le tre imprese sono accusate di aver limitato la concorrenza per l'innovazione attraverso la loro cooperazione illegale, privando così i consumatori della possibilità di acquistare veicoli più ecologici, nonostante disponessero della tecnologia necessaria.

Se tali accuse venissero confermate, Volkswagen, Daimler e BMW violerebbero la legislazione antitrust europea. Tuttavia, la Commissione non incolpa le tre imprese per eventuali violazioni delle norme ambientali.

IMG 20190124 090327
L'impianto VW a Wolfsburg. / © AndroidPIT

VW, Daimler e BMW rischiano ingenti sanzioni

Se le case automobilistiche venissero riconosciute colpevoli, dovranno affrontare multe per miliardi di euro. "Daimler ha cooperato tempestivamente ed esaurientemente con la Commissione Europea in qualità di testimone chiave, motivo per cui potrebbe non ricevere multe", ha dichiarato il produttore. Secondo la valutazione di VW, la Commissione "riconosce in linea di principio che la cooperazione tra costruttori su questioni tecniche nell'industria automobilistica è comune a livello mondiale".

Oltre a Daimler, Volkswagen aveva già presentato domanda per ottenere un trattamento favorevole. In questo modo potrebbe sperare in una riduzione significativa della pena o addirittura nell'impunità. Nel peggiore dei casi, tuttavia, potrebbe dover pagare fino al 10% del suo fatturato annuo.

Il caso verrà ora preso in esame e successivamente si deciderà in merito alle misure da attuare.

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica