Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Aggressioni sessuali: questo indossabile promette maggiore sicurezza
Hardware Indossabili 2 min per leggere Nessun commento

Aggressioni sessuali: questo indossabile promette maggiore sicurezza

E se vi dicessi che un indossabile è in grado di salvarvi la vita? Questo è lo scopo di Bindi, un prototipo progettato per rilevare e prevenire gli abusi sessuali. L'innovativo sistema di allarme, composto da bracciale e pendente, è collegato allo smartphone tramite un'applicazione e si attiva solo in caso di situazioni di pericolo.

Dietro questa idea c'è UC3M4Safety, un team multidisciplinare composto da diversi gruppi di ricerca dell'Universidad Politécnica e dell'Universisad Carlos III, entrambe di Madrid. Il bracciale e il ciondolo che hanno ideato non solo passano del tutto inosservati, in quanto ogni donna può indossarli come accessori nel suo abbigliamento abituale, ma sono collegati al telefono con un'applicazione rivolta ai "guardiani" o al cerchio di fiducia scelto dall'utente in questione.

Wearables Fitness 03
Riuscite a immaginare di andare a correre tranquillamente in qualsiasi parte del mondo? / © Jacob Lund/Shutterstock

Grazie ad alcuni algoritmi che sfruttano intelligenza artificiale, il braccialetto sarà in grado di rilevare se chi lo indossa soffre di un episodio di ansia, rilevando un cambiamento improvviso dei suoi segni vitali. È qui che entra in gioco il cosiddetto "cerchio della fiducia o della protezione", che riceverà il luogo in cui si trova la potenziale vittima di aggressione. Il pendente, d'altra parte, attiverà il microfono e inizierà a registrare la voce dell'utente per analizzare il livello della voce e registrare tutto quello sta succedendo da utilizzare come prova in caso di processo.

Inoltre, Bindi avrà un pulsante antipanico su ciascuno dei dispositivi: bracciale, pendente e smartphone. Un semplice tocco basterà a far scattare l'allarme. Ci sono ancora molti aspetti da migliorare, come il perfezionamento degli algoritmi AI per evitare che una frequenza cardiaca accelerata qualsiasi venga scambiata per aggressione. Ma stiamo parlando di un prototipo che manca ancora di fondi per diventare realtà...

Si tratta di un enorme passo avanti di fronte a un problema crescente in tutto il mondo: violenza sessuale, violenza di genere e femminicidi in tutto il mondo.

Acquistereste un indossabile per protezione personale?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica