Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione Nessun commento

Allarme sicurezza: le impostazioni Qualcomm sono accessibili online su Motorola

Un utente tedesco ha scoperto, quasi involontariamente, un enorme problema di sicurezza nel Moto G. Utilizzando Apex Launcher è infatti possibile accedere al menù Qualcomm senza i permessi di root. Lo stesso vale per i Moto X e Moto E. Da queste impostazioni, gli utenti possono attivare la USB mass storage o disattivare tutti i sensori del dispositivo con un semplice tocco. Queste funzioni dovrebbero richiedere i permessi di root e non essere così facilmente accessibili.

shutterstock 82383217 w3
© Pavel Ignatov / shutterstock.com 

Questo problema non è grave, ma secondo gli sviluppatori Android, l'app dovrebbe richiedere accessi di amministratore agli utenti, altrimenti molti potrebbero finire per danneggiare il sistema senza neanche volerlo. Vi raccomandiamo dunque di fare attenzione e di conoscere ciò che fate prima di toccare qualsiasi opzione disponibile nel menù.

Il responsabile di questo errore sarebbe però Motorola, che permette al launcher di accedere a tale percorso, perchè se si prova la stessa cosa su un Xperia Z2 non succede nulla. 

qualcomm settings it
 © ANDROIDPIT
Apex Launcher Install on Google Play Nova Launcher Install on Google Play

Dunque se avete un launcher come Apex o Nova sul vostro Motorola, seguite i seguenti passi per accedere a questo menù:

  • Selezionate per qualche secondo un punto vuoto della schermata home (utilizzando Apex Launcher)
  • Nel menù scegliete l'opzione Scorciatoie
  • Selezionate la voce Attività
apex attivita
 © ANDROIDPIT
  • Cercate la voce com.qualcomm.qualcommsettings e selezionatela
  • Ora cliccate su Qualcomm Settings
  • Tornate alla schermata home e selezionate la scorciatoia
  • Qui troverete tutte le opzioni per personalizzare il vostro dispositivo

 Ci siete riusciti? Mi raccomando fate attenzione!

Fonte: Revengeday

Nessun commento

Commenta la notizia:
1 Condivisione

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK