Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

Dopo un bel po' di attesa – ce lo aspettavamo al Google I/O – è stato presentato Android Jelly Bean 4.3, presumibilmente l'ultima versione di Android prima del salto alla 5.0, conosciuta come Key Lime Pie. L'inizio del rilascio per i Nexus è l'occasione giusta per dare un'occhiata da vicino al nuovo sistema operativo.

android jelly bean
© Google

Audio

Con Androd 4.3 arriva la possibilità di sfruttare il suono Virtual Surround sviluppato da Fraunhofer, che dovrebbe restituire un audio più pieno e ricco. Disponibile solo su dispositivi con speaker stereo, dovrà comunque essere implementato dai produttori. Il Nexus 7 nuovo già ce l'ha.

Autocompletamento del tastierino e tastiera

Una cosa che mancava su Android stock che era già disponibile su praticamente ogni interfaccia proprietaria e addirittura sui vecchi Nokia da 19 euro, era l'autocompletamento del numero. Finalmente anche adesso anche su i Vanilla Android man mano che si compone un numero compariranno i nomi dei contatti corrispondenti.

nexusae0 smart dialer animated v2 thumb
Finalmente l'autocompletamento del tastierino / © Google

È stato anche modificato l'algoritmo della tastiera, per render i tap più precisi, allo stesso tempo è migliorato anche il supporto ai gamepad in modo da diminuire i tempi di latenza che fanno ritardare la ricezione di un comando.

Profili limitati

Dalla versione 4.2, Android supporta l'uso multi-utente, ciò significa che diverse persone possono usare lo stesso tablet, ma continuare ad avere impostazioni e dati separati gli uni dagli altri. Con Android 4.3 arriva anche la possibilità di limitare alcuni account (restricted profiles) e per esempio impedire che vengano usate certe app che sia occupato troppo spazio dai file personali o siano effettuati acquisti in-app.

googlerestricted
Diverse persone, diversi profili / © Google

La funzionalità si renderà utile per chi fa usare il proprio tablet a bambini, ospiti o alla clientela nel caso di locali pubblici.

Geolocalizzazione

È aumentata la precisione con cui giroscopio e bussola possono registrare posizione e movimenti dello smartphone e comunicarli ad applicazioni e giochi, ma soprattutto adesso è possibile conoscere la propria posizione tramite WiFi senza che il dispositivo debba connettersi a una rete.

Bluetooth

Come già anticipato nelle scorse settimane, Android 4.3 dispone di un nuovo tipo di Bluetooth che dovrebbe abbattere i consumi della batteria rispetto al precedente. La novità sarà di primaria importanza per chi vorrà usare insieme a smartphone e tablet gadget come smartwatch o cardiofrequenzimetri.

Grafica

Una delle novità più importanti riguarda il supporto allo standard OpenGL 3.0 che dovrebbe rendere la grafica fluida e ricca come mai prima sui dispositivi mobili. Durante l'evento di presentazione del Nexus 7, sono stati mostrati alcuni giochi con grafica impressionante. Ancora più importante, OpenGL 3.0 dovrebbe migliorari le prestazioni anche sui device meno potenti.

android 43 opengl 02
Grafica quasi da console / © Google

Altre novità

Diverse nuove cose sono dirette agli sviluppatori e quindi gli utenti comuni ne beneficeranno nel porssimo futuro, chi però per Android non programma, ma il sistema operativo del robottino verde si limita a usarlo, troverà piccole novità come la divisione tra app attivate e disattivate, un più semplice modo di cambiare utente e altro ancora.

 

Fonte: Android Dev

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più