Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 min per leggere 28 Condivisioni 16 Commenti

Distribuzione Android: a sei mesi dal lancio Nougat conquista un misero 5%

È passato più di un anno dall'ufficializzazione di Android 6.0 Marshmallow, il morbido aggiornamento che ha introdotto delle interessanti funzioni come Doze e Now on Tap. Ma anche il lancio di Android 7.0 Nougat sembra quasi roba del passato soprattutto perché è stata introdotta - a sopresa - la Developer Preview di Android O. Ma come procede il cronccante aggiornamento? E la distribuzione di Marshmallow? Ecco i numeri di aprile!

Evidenzia le modifiche recenti

Distribuzione Android: aprile 2017

L'ottica del bicchiere mezzo pieno a quanto pare era sbagliata. Nougat continua ad avanzare troppo lentamente nonostante siano passati più di sei mesi dal suo lancio e siano stati messi in commercio i dispositivi presentati durante l'MWC (la maggior parte dei quali girano con Nougat by default). I dati raccolti da Google fino al 3 aprile scorso mostrano che il corccante aggiornamento è riuscito a conquistare solo il 5% dei dispositivi.

Gingerbread, Ice Cream, Jelly Bean e KitKat hanno subito leggeri decrementi di pochi punti percentuali ma chi davvero continua a tenere salda la fiducia ed i cuori degli utenti Android sono ancora Lollipop e Marshmallow. Il lecca lecca rimane fermo al 32% (sceso dello 0,5% rispetto a marzo) ma il morbido update gli sta alle calcagne totalizzando il 31,2% (contro il 31,3% dello scorso mese). 

Ovviamente non bisogna scordarsi che è già uscita la developer preview di Android O... che Google ed i produttori stiano già con la testa da un'altra parte?

fragmentation android april 2017
Nougat non conquista i cuori degli androidiani. © Android Developer

Distribuzione Android: marzo 2017

Dopo un febbraio deludente la distribuzione di Nougat, a marzo, sembra abbia preso la piega giusta. I dati ufficiali diffusi da Big G relativi a mese che chiude il primo trimestre dell'anno mostravano che Android Nougat 7.0 e 7.1, nella torta Android erano riusciti a conquistare una fetta pari al 2,8%.

Messo a confronto con il risultato del mese di febbraio (1%) i numeri erano più che raddoppiati. Seppure l'avanzamento rimaneva comunque contenuto, nell'ottica del bicchiere mezzo pieno, questo sarebbe potuto essere letto come un segnale promettente perché di lì a poco sarebbero stati rilasciati i terminali presentati all'MWC . Per il resto delle versioni Android la situazione era più o meno invariata: Lollipop rimaneva in testa con il 32,5%, Marshmallow totalizzava il 31,3%, seguito da KitKat con il 20,8% (che aveva subito un lieve decremento).

march nougat distribution 1
Nougat conquista una fetta più grande ma pur sempre contenuta. / © Google

Distribuzione Android: febbraio 2017

Come si nota nell'immagine sottostante Gingerbread è la versione OS più vecchia in circolazione e raccoglie l'1% degli utenti. Android 4.0.3 e 4.0.4, più conosciuto come Ice Cream Sandwich, è presente anch'esso tra l'1% degli utenti. Non vi pare curioso il fatto che la percentuale di queste due versioni sia uguale anche se la 4.0, presentata nel 2011, sia più recente?

Stessa storia con le altre versioni 4.x, più comunemente chiamate Jelly Bean e KitKat. Se nel caso delle caramelle di gelatina ci troviamo di fronte a percentuali non troppo alte, il biscotto ricoperto di cioccolata (Android 4.4) da solo conta il 21,9% degli utenti!

 

fragmentation android 2017
Nougat va avanti troppo lentamente. © Android Developer

Android Lollipop conta il 30%: la prima versione, Android 5.0, è ferma al 9,8% mentre la seconda, Android 5.1, al 23,1%. I numeri sono inferiori rispetto a quelli dello scorso mese (33,4 %) ma rimangono pur sempre alti. La percentuale di Marshmallow è aumentata, passando dal 29,6 al 30,7%, ma è normale dato che molti nuovi device utilizzano questo OS by default. 

Passando ad Android Nougat... mi viene un colpo al cuore! La distribuzione, rispetto allo scorso mese, non ha fatto alcun sostanziale passo avanti saltando da uno 0,5% a uno 0,9% per Android 7.0 e dallo 0.2% allo 0.3% per la versione 7.1. Ogni grande cambiamento necessita un po' di pazienza ma stiamo parlando di una versione annunciata più di 5 mesi fa. Il prossimo mese Android Nougat compirà mezzo anno e, ad essere ottimisti, raggiungerà il 2% degli utenti. 

Distribuzione Android: gennaio 2017

Google aveva pubblicato i dati relativi alla distribuzione Android nella prima settimana del 2017 secondo i quali Marshmallow aveva raggiunto il 29,6% dei dispositivi (rispetto al 26,3% di inizio dicembre). Rilasciato nel mese di ottobre del 2015, Marshmallow ha iniziato a raggiungere i più recenti top di gamma i primi mesi del 2016 ed in tanti ancora ne attendono l'arrivo. Come sempre alcuni brand hanno cercato di assicurare ai propri utenti l'arrivo del nuovo aggiornamento il prima possibile ma, per chi non possiede un top di gamma, la situazione è sempre più complicata. 

Marshmallow ha raggiunto il 29,6% dei dispositivi e Nougat sta avanzando lentamente

Quello degli aggiornamenti è un tema caldo, lo sappiamo bene, ed i numeri non fanno che confermarlo. Nougat nel frattempo è stato rilasciato anche nella versione 7.1 e, nel complesso, è al momento disponibile sullo 0,7% dei dispositivi.

Froyo finalmente esce alla scena; è Gingerbread la versione Android più obsoleta in circolazione

Come potete vedere dalla tabella, Lollipop è presente nel 10,1% dei dispositivi nella versione 5.0 e nel 23,3% nella versione 5.1. KitKat è presente sul 22,6% dei dispositivi (rispetto al precedente 24%).

relatorio google jan 2017 play store
I dati analizzati arrivano fino al 9 gennaio 2017.  / © AndroidPIT

Froyo, finalmente, esce alla scena lasciando a Gingerbread il titolo di versione Android più obsoleta ancora in circolazione (1,0% dei dispositivi). 

Quale versione Android gira al momento sul vostro dispositivo? 

28 Condivisioni

16 Commenti

Commenta la notizia:
  • Ma quando contate i dispositivi Android che hanno ricevuto gli update contate anche coloro che sono forniti di custom ROM oppure sono solo dati basati su ciò che affermano i produttori?

  • Perché è diventato così difficile commentare ?

    • Jessica Murgia
      • Admin
      • Staff
      1 mese fa Link al commento

      Ciao Dommy, cosa intendi? Che problemi hai avuto?

      • Ciao Jessica, non qui ma sull'articolo di Pierre, non riuscivo a commentare, inserivo il commento, premevo sul bottone invia ma la text area appariva grande quanto una riga e soprattutto non appariva il commento come avviene di solito. Inoltre premendo 2 volte, mi è apparso il messaggio di sessione scaduta eppure ti posso garantire che il commento era molto più breve dei miei standard e quindi ho impiegato molto meno tempo :)

        Ecco lo ha rifatto di nuovo ora che rispondevo a te

        Error

        La tua sessione è scaduta! Inserisci di nuovo la password nel campo corrispondente del formulario e poi clicca di nuovo su "Salvare il contributo".

  • In questo grafico includete anche custom ROM oppure solo gli aggiornamenti stock?

  • Ogni casa personalizza la propria interfaccia e poi è ovvio che quando Google aggiorna ci vuole tempo nell'adeguamento

  • Ma davvero c'è qualcuno che utilizza ancora froyo? cmq gli aggiornamenti sono davvero lenti. considerando che solo ora MM abbia superato KK e soprattutto N stia solo al 0,4%. I produttori dovrebbero supportare di più i terminali ed essere più celeri.

  • che senso ha tirare fuori ogni anno una versione "nuova" quando poi la precedente o nn ce la quasi nessuno o nn la si è assaporata come si deve?

  • Ciao Jessica, se stessimo nel parlamento italiano Kitkat avrebbe la maggioranza ma con l'attuale legge non potrebbe governare da solo, se invece ci fosse una nuova legge riuscirebbe a raggiungere il ballottaggio :). Invece il mio preferito ICS, addirittura non arriva alla soglia di sbarramento :). Ad ogni modo credo che l'aumento della concorrenza tra le case abbia un po' accelerato gli aggiornamenti e l'acquisto di nuovi smartphone e penso che Android M sia arrivato a questi livelli più velocemente degli altri grazie a questi fattori

  • Al mio commento sul tema pubblicato 1 mese fa, aggiungo che proprio ieri sera mia figlia ha aggiornato il suo melafonino a iOS10 in concomitanza con tutti (o quasi) i possessori di un iPhone che lo hanno voluto scaricare. Preciso che lei ha un 5S (quindi non proprio un modello fresco di giornata). Io ho installato sul mio smartphone Marshmallow, ma è un telefono che ho acquistato una settimana fa. A questo punto potrò sperare di avere Nougat? Chissa quando!!! Comunque voglio precisare che vivrò bene ugualmente. Saluti

  • Quante sinestesie... Comunque credo che in via teorica Google stia cercando di espandere marshmallow a tutti i dispositivi che potrebbero fisicamente supportarlo. Il problema sta sicuramente nei produttori perché la loro priorità non è cercato quella di aggiornare un dispositivo vecchio, ma di investire tempo e risorse in ricerca e programmazione di aggiornamenti per top di gamma.

  • Io penso che se non si deciderà di migliorare, e di molto, il problema degli aggiornamenti, prima o poi qualcuno potrebbe passare ad Apple

  • Una riflessione sulla distribuzione delle versioni: non posso non notare che Jelly Bean supera Marshmallow (c'è qualcosa che non va!!!). In altre occasioni ho commentato la lenta distribuzione degli aggiornamenti; vera pecca di Android. Comunque, ritornando a cosa mi incuriosisce di più del nuovo OS Android?....sono curioso di vedere la nuova gestione dell'app drawer

  • Uscito ad ottobre 2015, MM a me è arrivato sul Note 4 a giugno 2016 (6.0.1). Non so se dipenda da Google o da Samsung, però mi sembra che non sia proprio un fulmine anche a raggiungere i top (o gli ex top) di gamma. Parlo, ovviamente, dell'aggiornamento via OTA, quello ufficiale, insomma.
    In ogni caso, come si dice, meglio tardi che mai. :-)
    Android N presumo di non sentirne neanche l'odore, per cui direi che l'unico metodo per averlo (in via ufficiale) sia quello di cambiare smartphone.
    Attendo con parecchia curiosità il Nexus Marlin di HTC.

    • i problemi sono dei vari produttori e nn da Google. Considera zenfone 2 ancora nn lo ha ricevuto.
      cmq rimane assurdo quanto possa essere lento l'aggiornamento, dato che sta per uscire Android 7

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK