Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
6 min per leggere 10 Condivisioni 5 Commenti

Android M vs Android Lollipop: ecco perchè M vince la sfida!

A poche ore dalla presentazione ufficiale di Android M ci ritroviamo qui in redazione a spulciare tra le nuove funzioni e le caratteristiche implementate sul nuovo firmware sul nostro Nexus 6 grazie all'anteprima per sviluppatori. Android M è così diverso da Android Lollipop? Cosa hanno introdotto di innovativo gli sviluppatori di Google e quale dei due firmware fa funzionare al meglio il dispositivo?

Tenetevi forte perche ci tuffiamo a capofitto sulle novità di Android M e rivisitiamo attentamente Android Lollipop per mettere al confronto queste due versioni Android e scoprire insieme a voi quale ci piace di più!

Android m android lollipop teaser
Android M vs Android Lollipop: il confronto! / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: Schermata di blocco

Una volta installata l'anteprima per sviluppatori sul vostro smartphone Nexus potreste non notare troppi cambiamenti nel design e cercare all'impazzata qualche nuova animazione, icona colorata o menu completamente nuovi. Come avevamo già previsto Google è infatti rimasto fedele al Material design, in fondo perchè stravolgere i piani quando si è già nella giusta direzione? 

Nonostante ciò, qualche piccolo dettaglio è stato modificato e lo si può notare, confrontando da vicino Android M ed Android Lollipop, a partire dalla schermata di blocco. Qui viene mostrato, per entrambe le versioni, il widget con ora e data, ma per Android M lo stile è stato modificato, mostrando numeri leggermente più spessi e la data scritta in lettere maiuscole che danno un tocco più uniforme al tutto.

android l vs android m lock
La nuova schermata di blocco di Android M (sinistra) e quella di Android Lollipop (destra).  / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: App drawer

Sbloccate pure lo smartphone e aprite il menu delle applicazioni. Qui rimarrete probabilmente un po' spaesati dalla disposizione delle vostre applicazioni che, se su Android Lollipop venivano mostrate in ordine casuale e orizzontalmente, su Android M sono invece disposte verticalmente e in ordine alfabetico. Personalmente preferisco scorrere tra le app con uno swipe da destra a sinistra e viceversa, ma si tratta di una semplice questione di abitudine.

Con Android M è sicuramente più facile scovare le app che ci interessano scorrendo fino alla lettera giusta o inserendo direttamente il nome dell'app nella barra di ricerca in alto. La nuova versione di firmware, al momento ancora in anteprima, mostra inoltre in alto nell'app drawer le 4 app da noi più utilizzate.

android l vs android m drawer
Uno dei cambiamenti più "estremi" che troverete su Android M! / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: Gestione della memoria

Android Lollipop permetteva, all'interno del menu dedicato alla gestione delle app, di scorrere tra diverse tab e di verificare quali servizi sfruttavano più memoria RAM e appesantivano così il sistema. Bastava selezionare la schermata chiamata In uso, per avere subito una chiara idea dei MB di RAM utilizzati da ogni app attiva in background.

Con Android M questo menu cambia e seguendo il percorso Impostazioni>app vi ritroverete di fronte ad una schermata unica con una lista di tutte le vostre applicazioni. Per verificare la memoria sfruttata da ognuna di esse, non dovrete fare altro che selezionare i tre puntini del menu in alto a destra scegliere l'opzione Avanzate e successivamente Dettagli di utilizzo.

android m android l memory
Android Lollipop (sinistra) vs Android M (destra)! / © ANDROIDPIT

Android M mette a disposizione in questo modo un menu dedicato alle app più semplice da usare e pulito ed offre la possibilità di controllare l'utilizzo della RAM per ogni singola applicazione, mostrando in un grafico non solo i MB utilizzati in media, ma anche fino a quanto spazio massimo arriva ad occupare il servizio.

Android L vs Android Lollipop: Autorizzazioni di app

Non uscite ancora dal menu delle applicazioni perchè una delle novità più interessanti di Android M si trova sempre al suo interno e riguarda la gestione delle autorizzazioni delle app. Con questa nuova versione di firmware Google offre la possibilità di gestire singolarmente ogni autorizzazione che ci viene richiesta dalle applicazioni e attivarle e disattivarle in qualsiasi momento.

Per raggiungere questa funzione non dovrete fare altro che seguire il percorso Impostazioni>app, selezionare l'app che vi interessa e scegliere la nuova opzione mostrata all'interno del menu Informazioni applicazione chiamata Autorizzazioni. Android M non ci avrà stravolto l'interfaccia con un design innovativo come quello presentato da Google con Android Lollipop, ma sono le piccole funzioni come questa a rendere a trasformare completamente la nostra esperienza utente!

android l vs android m app
Android Lollipop (sinistra) vs Android M (destra) / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: Touch & Pay

Tra le novità presentate ieri durante la keynote della Google I/O, si è parlato anche di Android Pay e di come la nuova versione di firmware permetterà di effettuare pagamenti senza fili in modo ancora più veloce ed intuitivo grazie all'integrazione nel sistema del supporto per scanner digitale. Abbiamo confrontato la funzione dedicata al Touch& pay su Android M ed Android Lollipop ma le differenze riscontrate non sono state tante, almeno per quanto riguarda il design. 

Android M mostra il disegno di una casetta o di un negozio in stile cartoon sullo sfondo dove Android Lollipop visualizza invece il logo ben marcato in nero della funzione. Il servizio verrà lanciato entro la fine dell'anno e al momento i negozi compatibili, nonostante siano più di 700, si trovano tutti negli Stati Uniti. Speriamo dunque di vedere presto in azione questa funzione anche in Italia!

android l vs android m pay
Android Lollipop (sinistra) vs Android M (destra)! / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: Il lato oscuro

Drizzate bene le orecchie perchè Android M mostra, tra le Opzioni sviluppatore, una voce dedicata all'interfaccia che permette di passare ad un tema scuro. L'opzione non è nuova in realtà e anche Android Lollipop, appena rilasciato in anteprima per sviluppatori, offriva la stessa possibilità. 

Potrbbe trattarsi di una funzione dedicata solo agli sviluppatori, ma noi speriamo proprio che Google decida di non nasconderla a noi utenti e ci dia la possibilità anche nella versione completa del firmware di passare da un tema all'altro a nostro piacimento. 

android m android lollipop tema
Speriamo che la versione finale di Android M dia la possibilità di cambiare tema! / © ANDROIDPIT

Android M vs Android Lollipop: Easter Egg

Siamo arrivati al lieto fine, ad una delle funzioni nascoste che più ci interessa: l'Easter Egg. Android M non è che al momento un'anteprima per dare la possibilità agli sviluppatori di testare le proprie app e renderle compatibili con tutte le nuove funzioni, ma Google non si dimentica mai di nascondere qualche simpatica animazione. Provate ad entrare su Impostazioni>info dispositivo e selezionare più volte la voce Versione Android. Otterrete una schermata colorata con l'immagine di un M arancione. 

Su Android Lollipop l'Easter Egg è invece molto più elaborato e si tratta di un gioco ispirato a Flappy Bird ma, chissà, magari la versione finale di Android M ci proporrà un gioco di ruolo o di logica...staremo a vedere!

android m android lollipop easte egg
Un leccalecca per Android Lollipop ed una semplice lettera M per Android M!/ © ANDROIDPIT

Cosa ne pensate delle novità di Android M? Preferite rimanere a Lollipop?

10 Condivisioni

5 Commenti

Commenta la notizia:
  • Siete consapevoli che Android si sta Appleizzando?

    •   14

      ..E meno male :-) Se vedessi come gira iOS 8.3 sul mio iPhone 5 del 2012 con 1 gb di RAM e dualcore da 1.2 Ghz ti sorprenderesti: niente memory leak né freeze e la batteria da 1440 MAH dura 10 ore. Android come Windows deve girare su 10000 dispositivi con hardware diverso e come riescono ad ottenere una versione stabile (KItkat) passano a quella successiva... Apple gongola col fatto che ci sono solo 8 versioni di iPhone e 6 di iPad da ottimizzare.

      • Infatti era quello che intendevo. Io ho un iPad 2 che tranne per applicazioni già di per sé pesanti come Facebook e YouTube, va molto bene. Forse anche Google e i vari produttori hanno finalmente capito che è meglio concentrarsi sulla pulizia del codice, piuttosto che far scorrere lo schermo con lo sguardo oppure scorrere le foto muovendo le mani nell'aria

      •   14

        Io non stavo trollando, davvero. Amo sia Android (ho 3 tablet e 3 smartphone Android attualmente funzionanti) che iOS. Ma Lollipop sul Nexus 7 2012 mi ha stressato. Tornato a Kitkat rifunziona benissimo :-)

  •   14

    ...Ubi maior minor cessat! I requisiti hardware non sono cambiati e se ottimizzano le prestazioni non c'è davvero ragione di restare a Lollipop (con la speranza che il memory leak sia finalmente solo un ricordo) in caso contrario conviene tornare a Kitkat o meglio comprare un nuovo dispositivo con 2-3 GB di RAM

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK