Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 Condivisioni 3 Commenti

Android vs. PC: Chi dominerà il futuro e perché

Recentemente HP ha creato una nuova linea di laptop, Slatebook. Questa volta però non sono le caratteristiche hardware a fare la differenza, bensì il fatto di montare Android come sistema operativo. Il portatile era trapelato e ora confermato da Hewlett-Packard e sarà disponibile dal 6 agosto negli Stati Uniti, con prezzi a partire da 399 dollari. E’ questo il futuro?

hp slatebook
HP Slatebook con Android 4.3 Jelly Bean / © HP

Fino a qualche tempo fa l’evoluzione dei PC e degli smartphone hanno seguito strade differenti, ma con l’enorme progresso di quest’ultimi e il loro evidente successo, cercare un punto di incontro tra le “non-più-così-diverse” tecnologie è diventato un punto importante di molte strategie aziendali. Pensate al nuovo Windows 8, con l’interfaccia da smartphone e un app store Microsoft, oppure a Ubuntu che già nel 2012 aveva pensato di realizzare una versione mobile del proprio sistema operativo Linux.

dispositivi windows 8
Windows 8 si avvicina all'intefaccia mobile. / © Microsoft

La nascita del primo ibrido laptop-Android è una forte presa di posizione in questo nuovo percorso e suscita un gran numero di domande su quale sarà il futuro dei nostri compagni tecnologici: chi avrà la meglio? l’evoluzione congiunta porterà inevitabilmente alla fusione e/o alla caduta di uno dei due dispositivi?

Per cercare di rispondere a queste domande occorre prima fare un passo indietro e chiederci cosa differenzia uno smartphone da un PC. Sicuramente l’hardware, non pensate infatti che il processore Snapdragon 801 dell’S5 o altri possa competere, anche lontanamente, con un Intel i3 o i5, per non parlare delle ultime CPU per computer. Questo discorso è valido con le tecnologie attuali e parlando di computer di fascia medio-alta, ma in un prossimo futuro o anche negli attuali PC di fascia bassa, la differenza non è così evidente.

snapdragon features
Nonostante le sue incredibili caratteristiche, lo Snapdragon 801 non è paragonabile ai recenti processori per computer. / © Qualcomm

“Superato” il problema dell’hardware, un’altra differenza sostanziale è data dalle periferiche I/O, in primis tastiera, mouse e schermo. Ma come alcuni di voi sapranno, è già possibile utilizzare questi dispositivi tramite degli appositi cavi (OTG, HDMI, …). Non è quindi impensabile la realizzazione di una dock station che permetta tutto questo semplicemente inserendo lo smartphone, fornendo delle porte USB e uscita video.

Già con l’attuale livello tecnologico, è possibile collegare uno smartphone allo schermo e interagire con mouse e tastiera, oltre al display del telefono che potrebbe fungere da tavoletta grafica. Le possibilità aumentano se consideriamo i monitor touchscreen, ancora più compatibili con l’interfaccia Android. Grazie alla tecnologia LTE non abbiamo più bisogno di reti DSL, è già oggi più veloce e conveniente. Play Store e altre fonti potranno fornirci tutti gli strumenti di cui avremo bisogno. Il risultato è un computer di fascia medio-bassa a tutti gli effetti, ma con i benefici, e i limiti, di uno smartphone. Limiti sempre meno evidenti con l’avanzare della tecnologia.

dock station philips
Esempio di dock station prodotta da Philips per ascoltare musica. Tra poco, oltre alle casse, potrebbero integrare porte USB, HDMI e tanto altro. / © Philips

Quello a cui voglio arrivare è il mio pensiero secondo cui un giorno non esisteranno più computer e smartphone come li conosciamo noi. La tecnologia dei computer resterà sempre avanti rispetto a quella degli smartphone, grazie alla maggiore libertà di spazio data all’hardware, ma il loro uso verrà rilegato in campi specifici in cui sarà necessaria quella potenza di calcolo. Ai comuni mortali basterà quindi la tecnologia raggiunta da smartphone e tablet, che oltre alle funzioni “normali” avranno la possibilità di agganciarsi a casa, a lavoro o a scuola per utilizzarli come un apparecchio fisso.

Voi cosa ne pensate? Uno smartphone potrà mai prendere posto di un PC o viceversa?

3 Commenti

Commenta la notizia:
2 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK