Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione 1 Commento

Android e Windows: sorpasso nel 2016

Interessanti risultati di una ricerca condotta da Gartner, noto sito di ricerca sulla tecnologia, mostrano che se le tendenze attuali dovessero confermarsi, Android supererà Windows come numero di dispositivi su cui è installato nel giro di 4 anni. Esaminiamo tutti gli aspetti di questo sorpasso al vertice.

Questo calcolo si basa prima di tutto su una stima di quanti computer ci saranno sul pianeta nel 2016 ai ritmi di crescita attuali. Questo totale, secondo Gartner, sarà così ripartito: 2,3 miliardi di tablet e smartphone (oltre che, potenzialmente, alcuni computer fissi) che useranno Android, contro 2,2 miliardi di dispositivi Windows.

Questa statistica, a dir poco sorprendente, deve per ora fare i conti con i dati reali che contrappongono Windows e Android, con 1,5 miliardi di dispositivi Windows contro “solo” 608.000 Android.

Naturalmente sorprende anche che due piattaforme così diverse come Android e Windows siano già arrivate a competere direttamente: Windows con la sua storia ormai più che ventennale, leader indiscusso dei personal computer per decenni, ma ora in difficoltà ad adattarsi alle nuove tecnologie mobili. Dall'altra parte Android,che ora controlla due terzi del mercato dei dispositivi mobili, apparso solo nel 2008 ma cresciuto a ritmi mai visti prima nel panorama della tecnologia.

La chiave del successo di Android è stata chiaramente la scelta di Google di costruire un sistema libero e open source che ne ha accelerato grandemente lo sviluppo. Windows d'altro canto con una visione aziendale molto diversa, più volte accusato di essere non solo un sistema “chiuso” ma anche chiaramente orientato al monopolio del mercato.

Per chi non sapesse ancora a chi dare la propria preferenza tra Windows e Android, avete tempo fino al 2016 per passare dalla parte del nuovo re del mercato.

Fonte: reuters.com

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK