Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

5 min per leggere 10 Commenti

App Android: le autorizzazioni ed il loro significato

Le applicazioni, per funzionare, hanno bisogno di una serie di autorizzazioni. Ma in cosa consistono i permessi richiesti e che conseguenze comportano nell'utilizzo quotidiano? In questo articolo vi aiuteremo a chiarirvi le idee fornendovi una panoramica delle autorizzazioni più importanti.

Scorciatoie:

Cosa sono le autorizzazioni delle app e come funzionano

Le applicazioni, per funzionare, devono interagire con il dispositivo per raccogliere alcune informazioni specifiche che consentono l'utilizzo di alcune funzioni. Se ad esempio desiderate inviare un contatto su WhatsApp, l'app avrà bisogno di accedere alla Rubrica.

Quando si scarica una nuova app dal Play Store in alcuni casi vi verrà chiesto l'accesso ad alcune autorizzazioni fin da subito perché necessarie per poter procedere con l'installazione del servizio. Non sempre però vi ritroverete di fronte a questa situazione perché alcune applicazioni si installano subito richiedendo alcune autorizzazioni specifiche successivamente, durante l'utilizzo.

Per visualizzare invece le autorizzazioni delle app dopo la loro installazione, vi basterà accedere a Impostazioni>App e notifiche>App, selezionare l'app desiderata e scorrere fino alla sezione Autorizzazioni. Potrete inoltre dare un'occhiata alle autorizzazioni richieste da un'app direttamente sulla pagina del Play Store.

AndroidPIT IT PLAY store apps 2969
Quando si scarica una nuova app dal Play Store in alcuni casi vi verrà chiesto l'accesso ad alcune autorizzazioni, date uno sguardo a quli. / © AndroidPIT

Come modificare le singole autorizzazioni delle app

Una delle novità più interessanti introdotte da Marshmallow è senza dubbio la possibilità di selezionare i permessi singolarmente al momento dell'utilizzo di un'app. I permessi delle app non devono più essere letti e gestiti tutti al momento del download dell'applicazione come avveniva precedentemente, ma singolarmente per ogni azione che li richiederanno. 

Google classifica alcune autorizzazioni come "pericolose" e tra queste trovate anche le seguenti:

  • Calendario
  • Fotocamera
  • Contatti
  • Sensori per il corpo
  • Microfono
  • SMS
  • Memoria
  • Posizione
  • Telefono

Potrete modificare queste autorizzazioni in qualsiasi momento, semplicemente accedendo alle impostazioni del vostro dispositivo. La disattivazione di alcuni permessi però può limitare il funzionamento dell'app stessa: valutate quindi quali attivare e quali disattivare.

Per fare un esempio, sono diversi i permessi richiesti da WhatsApp. Questo non significa però che siate tenuti ad accettarli tutti: per quanto riguarda le app di messaggistica, per esempio, potrete disattivare l'accesso alla fotocamera. Insomma, valutate l'utilizzo che fate di un'app e agite di conseguenza.

AndroidPIT permissions 0059
Siete voi a decidere quali autorizzazioni rilasciare per le vostre app. / © ANDROIDPIT

A partire da Android 8.1 , diverse autorizzazioni sono state classificate come "normali". Ciò significa che le app le richiedono per essere installate e l'utente non può modificarle dopo l'installazione:

  • Stato della rete
  • Direttiva notifiche
  • Amministrazione Bluetooth
  • Cambio dello stato della rete
  • Blocco tastiera aperto
  • Internet
  • Blocco dei processi in background
  • NFC
  • Disabilitazione delle ottimizzazioni della batteria
  • Cambio dello sfondo
  • Utilizzo del sensore d'impronte digitali

Le applicazioni necessitano

Cosa comportano le autorizzazioni nell'uso quotidiano

Fotocamera

Le applicazioni collegate alla fotocamera usano queste autorizzazioni per aprire, chiudere e ordinare le immagini sul vostro dispositivo. Teoricamente un'app dannosa potrebbe scattare foto autonomamente e diffonderle successivamente sul web ma, di norma, tutte le foto salvate sul vostro Android dovrebbero essere al sicuro. 

Calendario

Simile all'autorizzazione SMS, quella del calendario è divisa in accesso in lettura e accesso in scrittura. Ovviamente, queste autorizzazioni hanno senso solo per le app calendario di terze parti.

Microfono

Questa autorizzazione consente la registrazione audio immediata. Se attiva in background, Android vi notificherà.

SMS

Come dice chiaramente il nome, questo permesso autorizza la app ad inviare SMS. Anche in questo caso è d'obbligo considerare attentamente l'affidabilità dell'app che richiede questo permesso, perché in caso di utilizzo non ortodosso si potrebbe incorrere in servizi a pagamento indesiderati.

AndroidPIT huawei p20 pro 3202
Le autorizzazioni delle app sono importanti, non sottovalutatele! / © AndroidPIT by Irina Efremova

Telefono

Questa opzione consente all'app di comporre numeri telefonici senza input diretto da parte vostra. App come Skype o Facebook Messenger necessitano di questa opzione per svolgere la loro funzione telefonica, ma altre applicazioni fraudolente potrebbero utilizzare questa autorizzazione per comporre numeri a pagamento a vostra insaputa. 

Anche alcune app dedicate alla musica necessitano tuttavia di questa autorizzazione per permettere la ricezione di una chiamata durante la riproduzione di un brano. Disattivate questa autorizzazione per le app che non hanno nulla a che fare con le chiamate.

Contatti

Come è facile intuire, con questa autorizzazione l'app potrà accedere alla vostra lista dei contatti. Le app di messaggistica, quelle dedicate agli SMS ed i social network necessitano di questo permesso per poter funzionare ma per altre app questa autorizzazione è totalmente inutile.

Sensori

App dedicate allo sport o alla salute spesso richiedono la misurazione della frequenza cardiaca. Se il vostro dispositivo dispone di un sensore dedicato, dovrete sbloccarlo per poter sfruttare queste app.

Memoria

Con questa autorizzazione le app hanno accesso allo spazio di archiviazione condiviso. Le sotto autorizzazioni consentono l'accesso in lettura o in scrittura. Alcune app utilizzano questo permesso per scrivere i dati dell'utente nella memoria condivisa.

AndroidPIT google maps areas of interest 4
Avete mai controllato I tuoi luoghi su Maps? Rimarrete sorpresi ! / © AndroidPIT

Localizzazione

Tramite questo permesso un'app potrà sempre risalire alla vostra posizione geografica in modo preciso. Questo è fondamentale per i navigatori e le app che si basano sulla geolocalizzazione, ma sta diventando importante anche per i social network. In ogni caso, questa autorizzazione verrà usata spesso anche per bombardarvi di pubblicità “mirata”, per promuovere servizi o prodotti accessibili nella zona in cui vi trovate.

Conclusione

Ora vi siete fatti un'idea più precisa su quelli che sono i permessi che vengono richiesti dalle app e su quelli che, a seconda dell'app che state per scaricare sul vostro dispositivo, potrebbero essere non necessari. Come regola generale vi consigliamo di scaricare applicazioni solamente da fonti conosciute e di controllare sempre i commenti e le recensioni lasciati dagli altri utenti.

Solitamente controllate il tipo di autorizzazioni richieste da un'app?

10 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • non era esattamente la risposta che cercavo e forse molti come me alle prime armi con pc, o app. se lo chiedono. quando apri un app. per scaricarla (ti sembrerà sciocca come domanda) quelle punte di freccia laterali alle voci (posizione, fotocamera , ecc..)in che posizione è un si ! punta sù o punta giù.oppure l'app da per scontato un si e in questo caso sono a punta su e vanno in automatico. grazie


  • In cosa consiste esattamente l'autorizzazione archiviazione e quando è necessaria? Grazie


  • Potreste illuminarci anche sul permesso "Attivazione sistema"? Lo si trova in Android 6 Menù - App - tap sull'app (ad es. whatsapp). Tolto, scompare e non è più accessibile da li. E' grave? Si può ridare? Come? Grazie, ciao, Raffaele


  • Vick 26 dic 2015 Link al commento

    Ciao ragazzi
    Vorrei chiedervi per l'installazione di un activity tracker quale il MiBand Xiaomi perchè ci sono alcune di queste autorizzazioni di cui si è discusso in questa discussione?

    ma mi sono bloccato al momento dell'installazione.
    Mi compare la schermata "Privacy" che dice:

    " Chiamata diretta n. telefono
    Questo può avere un costo
    Leggi lo stato e l'identità del telefono


    Acquisizione foto e video


    Leggi i contenuti della scheda sd. Modifica ed elimina i contenuti della scheda sd.
    "


    Nella scheda " Accesso dispositivo" :

    "Recupero applicazioni in esecuzione.
    Riordinamento applicazioni in esecuzione.

    Controllo flash

    Invio broadcast permanenti
    Modifica le impostazioni di sistema
    "
    Quello che ho scritto sono parte di ciò che ho letto, ma sono quelle di cui non capisco la presenza
    Perchè richiede quste cose?


  • Innanzitutto grazie per l'ottimo articolo, mi ha chiarito diversi punti che per me, non essendo molto pratico in materia, risultavano "oscuri".
    Ne approfitto per chiedere un ulteriore chiarimento: che senso ha che un'applicazione (fatte salve le necessità pubblicitarie) richieda l'autorizzazione per la cronologia app/dispositivo? Se concedo questo tipo di autorizzazione, significa che il produttore della app può accedere alla mia cronologia esplorazioni?....ed ultima domanda: se io ogni volta che navigo cancello la cronologia delle esplorazioni, qualcun altro (tipo il produttore dell'applicazione) può visualizzarla comunque?
    Grazie mille per la risposta.
    Ciao!


  • Ciao grazie mille per la tua utile risposta,buona giornata.


  • grazie mille per la tua risposta utile, ringrazia anche chi ha scritto le guide che mi hai consigliato.Un ultima curiosità da principiante..è normale che le app richiedano tutti quei permessi per essere intallate? ad esempio a cosa serve avere l'accesso alle foto e alla rubrica come ad altro per le mappe o per la traduzione?buon week end.


    • Mattia Mercato
      • Blogger
      24 ago 2014 Link al commento

      Dipende dalla funzione dell'app! Per esempio se un traduttore ha la funzione di tradurre scattando una foto al testo, sono necessarie le autorizzazioni alla fotocamera... C'è sempre una spiegazione razionale, alcune volte più difficile da trovare: alcune app chiedono l'accesso a internet e alla posizione solo per le pubblicità. Quando però ci si trova davanti ad un app "torcia" che permette solo di accendere il flash con un pulsante e richiede 10 permessi tra cui SMS / chiamate etc, allora si che c'è da preoccuparsi ;)


  • Ciao Rossana, mi ero persa questo tuo commento :)
    Dunque per le mappe online ti consiglio di leggere questa nostra breve lista: http://www.androidpit.it/top5-migliori-gps-android-offline-gratuiti
    Mentre come traduttore quest'altra: http://www.androidpit.it/dizionari-da-utilizzare-offline

    Per quanto riguarda riguarda le app che richiedono "l'identità", si tratta di avere accesso agli account registrati sul telefono, quindi gmail ad esempio.


  • grazie molto utile per chi è alle prime armi,ti volevo chiedere 2 info ..l'id proprietario quando è richiesto se si da il consenso vengono a sapere i dati angrafici e l'indirizzo di dove si abita o cosa? che app mi consiglieresti come traduttore e come mappe che sia possibile usarle offline e che siano gratuite e sicure? mi faresti un enorme piacere rispondermi e togliermi dei dubbi..buon lavoro.

Articoli consigliati