Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
6 min per leggere 167 Condivisioni 5 Commenti

Telegram: l'app inaccessibile perfino ai servizi segreti!

Telegram è un'app di messaggistica istantanea ormai conosciuta, che si sta facendo strada grazie al servizio completo e completamente gratuito che è in grado di offrire. Lo sappiamo bene, siete degli affezionati a WhatsApp e anche se da un po' di tempo state pensando di passare a Telegram, i vostri amici che lo utilizzano sono ancora troppo pochi.

Ma se vi dicessi che Telegram è l'unica app in grado di proteggere al meglio la vostra privacy e che non ci sono spunte blu o altri meccanismi nascosti che permettano di spiare ogni vostro movimento? Scoprite perchè Telegram è più sicura di WhtsApp e per questo in grado di garantire la vostra sicurezza ad altissimo livello!

TELEGRAM
Messaggiate su Telegram senza mettere a rischio la vostra privacy! / © ANDROIDPIT

La sicurezza è un tema caldo quando si parla di tecnologia, smartphone e web: per proteggere la propria privacy su internet bastano in realtà pochi accorgimenti che spesso ci scordiamo di mettere in pratica. Avete mai pensato ai dati che inserite ogni giorno sul web mentre vi iscrivete alla newsletter di un nuovo sito o mentre messaggiate su WhatsApp? Senza parlare poi di quelle informazioni trasversali accessibili attraverso le notifiche che gli stalker ed i malintenzionati non si lasciano sfuggire.

1. Impostazioni di sicurezza e privacy a prova di servizi segreti russi

Per farvi una prima idea sull'attenzione che gli sviluppatori di Telegram hanno deciso di porre per la tutela della privacy degli utenti vi basterà entrare nel menu delle Impostazioni>Privacy e sicurezza, accessibile cliccando in alto a sinistra sulle tre linee orizzontali. 

Oltre ad avere accesso alla lista dei contatti bloccati e a poter impostare la visibilità dell'ultimo accesso, presente anche su WhatsApp, potendo inoltre selezionare delle eccezioni (ovvero dei contatti specifici con i quali non volete condividerele le informazioni relative al vostro ultimo accesso come, ad esempio, la vostra ex ragazza o vostra madre), troverete altre quattro interessanti opzioni a tutela della vostra sicurezza:

  1. Blocca con codice: impostando un codice, un'icona a forma di lucchetto proteggerà la pagina dedicata alle chat. Attenti a non dimenticarlo, in tal caso dovrete reinstallare l'app e tutte le vostre conversazioni andranno perse (per fare lo stesso su WhatsApp dovrete ad esempio affidarvi ad un'app esterna).
  2. Verifica in due passaggi: un doppio controllo di sicurezza che, oltre al codice ricevuto via SMS, vi chiederà di inserire una password aggiuntiva.
  3. Sessioni attive: usando lo stesso numero potrete connettervi a Telegram da diversi dispositivi e, monitorando le sessioni attive, potrete verificare in qualsiasi momento i dispositivi connessi.
  4. Elimina il mio account: potrete impostare l'eliminazione automatica del vostro account in caso di inattività, se non vi connetterete all'app per un preciso lasso di tempo, che va da 1 mese ad 1 anno, il vostro account si autodistruggerà.

2. Chat segrete non rintracciabili che si autodistruggono

Questa è senza dubbio una delle opzioni più interessanti offerte da Telegram e consiste nella possibilità di creare delle chat segrete, segnalate da un lucchetto, che utilizzano la crittografia end-to-end non lasciano alcuna traccia sui server dell'app stessa, hanno un timer per l'autodistruzione e non permettono l'inoltro dei contenuti ad altri contatti. 

All'interno di queste chat potrete scambiare i vostri più intimi segreti in totale sicurezza e se state pensando di aggirare il sistema con un semplice screenshot vi consiglio di rinunciarvi fin dall'inizio perchè, una volta scattato, anche gli altri partecipanti della chat ne verranno informati.

TELEGRAM 04
Impostate l'autodistruzione delle vostre chat segrete! / © ANDROIDPIT

Non è finita qui, se dopo alcuni messaggi compromettenti decidete di disfarvi della chat precedentemente creata, potrete settare il Timer di autodistruzione che eliminerà definitivamente qualsiasi messaggio scambiato nella chat senza alcuna possibilità di ripristino.

Vi basterà accedere al menu all'interno della chat segreta creata per poter settare il timer di autodistruzione o per cancellare la cronologia o eliminare definitivamente la chat e cancellare così ogni prova.

3. Backup delle chat inacessibile dal dispositivo

La funzione di backup che permette di salvare le proprie conversazioni direttamente sul dispositivo può rivelarsi un'arma a doppio taglio: da un lato permette di curiosare tra le vecchie conversazioni in pochi tap, dall'altro facilita la vita a stalker e curiosi. Al contrario di WhatsApp, dove è possibile mettere mano ai file di backup delle conversazioni direttamente dallo smartphone o dal tablet, con Telegram ciò non è possibile in quanto l'app salva tutto in cloud.

nexus 5 helium backup de
Nessun file di backup salvato sul dispositivo: Telegram si appoggia al cloud! / © ANDROIDPIT

Non dovrete quindi preoccuparvi di lasciare per qualche minuto il vostro dispositivo in mano ai vostri amici perchè nessuna traccia delle vostre conversazioni verrà salvata al suo interno.

4. Notifiche a prova di stalker

Se fino ad ora con WhatsApp gli stalker hanno avuto vita facile potendosi affidare al sistema delle notifiche per tenere sotto controllo i messaggi in arrivo delle proprie vittime, con Telegram questo non è più possibile. Lasciate a casa binocoli, occhiali da sole, cappello ed impermeabile in stile ispettore Gadget perchè quando si riceve un messaggio su Telegram il contenuto non apparirà nella notifica. Per scoprire cosa ha scritto pinco pallino sarà necessario aprire il messaggio!

5. Niente foto e video piccanti nella Galleria (a meno che lo decidiate voi!)

Quante volte vi è capitato di scorrere la Galleria alla ricerca del piatto di sushi che vi siete divorati la sera prima da mostrare alla mamma o ad un amico e poi...vi siete ritrovati davanti, inaspettatamente, delle foto che avreste voluto tenere private o che non ricordavate neppure di avere?

Con Telegram non rischierete più di ritrovarvi in situazioni imbarazzanti come questa perchè l'app non salva in automatico foto e video nella Galleria ma le nasconde, a meno che decidiate voi di settare questa impostazione dal menu Download automatico media.

TELEGRAM VS WHATSAPP
Telegram vs WhatsApp: la vostra privacy è più al sicuro con Telegram! / © ANDROIDPIT

Vi siete convinti dell'alto livello di sicurezza offerto da Telegram? L'app stessa sfida in un contest i più diffidenti e gli hacker di tutto il mondo promettendo ben 300.000 dollari a colui che riuscirà a mettere mano su dei dati sensibili (come ad esempio un indirizzo email segreto) estrapolati dalla chat segreta di Nick e Paul, due utenti. Sfidate voi stessi Telegram e fateci sapere come va a finire!

Come potete vedere Telegram protegge al meglio la nostra privacy e ci permette di messaggiare sui nostri smartphone senza doverci preoccupare di mettere a repentaglio la sicurezza di dati sensibili e file multimediali compromettenti. Vale davvero la pena continuare ad utilizzare WhatsApp mettendo a rischio i propri dati solo perchè la maggior parte dei nostri amici lo utilizza? Fateci sapere la vostra|

5 Commenti

Commenta la notizia:
  • Certo Telegram è più sicuro e gestisce contenuti sensibili in maniera eccellente. Ma proprio per questo è un servizio eccellente per malintenzionati o terroristi che possono comunicare in tutta sicurezza sapendo che le loro chat stanno per distruggersi e nessuno può leggerle...è più importante la nostra privacy o la nostra sicirezza?

  • In quanto a protezione della privacy ed a funzionalità offerte è sicuramente migliore di altre app, non solo di whatsapp, è bello perché ti permette di fare tante cose ma sono troppo poche le persone che lo usano, purtroppo

  • Io uso in parallelo sia whatsapp che Telegram e mi trovo molto bene con Telegram, sia per le chat segrete che possono essere autodistrutte ma anche perché posso decidere a chi mostrare la mia ultima connessione ed altre informazioni di questo tipo ed a chi no. Più volte avevo auspicato una funzione simile su whatsapp, basti pensare che su Facebook si possono impostare delle liste di amici e si può personalizzare la privacy per ogni lista o per ogni singola persona. Telegram permette di fare pressappoco questo ed è importante. Su un articolo di un quotidiano nazionale di qualche mese fa ho letto che Telegram ha solo 62 milioni di download contro circa 1 miliardo di whatsapp. Il fatto è che quando si è i primi a fare una cosa poi è difficile che a gente preferisca altro, certo se così fosse con tutto, tutti dovremmo comprare automobili Mercedes perché quella è la casa erede di Daimler-Benz e quindi i primi a costruire un'automobile, oppure per un paragone più vicino al mondo degli smartphone dovremmo usare tutti HTC perché è stato il primo a montare Android o addirittura tutti Iphone perché effettivamente da li è nata l'idea dello smartphone. Ad ogni modo so che lo sviluppatore di Telegram è russo, non so se i servizi segreti russi, eredi del glorioso KGB davvero non possano forzare Telegram. Secondo me non esiste una sicurezza assoluta in informatica, usare una crittografia basata su protocolli AES a 128 o 256 bit aiuterebbe parecchio, la difficoltà di fattorizzazione di numeri primi usati in funzioni hash potrebbe aiutare in un modo altrettanto valido ma non è detto che si debba per forza sciogliere il nodo gordiano in modo tradizionale, contrariamente ad Alessandro Magno, si può cercare il modo di scioglierlo in più di una maniera, inoltre, come si diceva appunto in una frase attribuita a Filippo il Macedone, prima di forzare una porta proviamo ad aprirla. Sicuramente Telegram offre servizi e comodità maggiori di whatsapp pur non riuscendo ad insidiarne ancora la popolarità ma la sicurezza totale nella crittografia delle informazioni è un concetto impossibile da realizzare in informatica, quindi lo apprezzo e lo uso ma sono cosciente del fatto che le trasmissioni Telegram sono più sicure di quelle whatsapp ma non saranno mai completamente inviolabili. Sto facendo un pensierino sui 300 mila dollari, adesso ci provo e se vinco invito a pranzo tutta la redazione del sito :)

  • La uso da una settimana e mi trovo benissimo.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK