Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione 1 Commento

Apple: Samsung non ci ha copiato, anzi sì

apple samsung brevetti

Poco più di un mese fa un tribunale britannico aveva condannato Apple a pubblicare una dichiarazione in cui riconosceva che Samsung non aveva copiato il design dell'iPad. Bene, la dichiarazione è arrivata, ma probabilmente non è esattamente quello che Samsung e il giudice si sarebbero aspettati.

Dopo che Samsung era stata scagionata in Gran Bretagna dall'accusa di aver copiato l'iPad per il design del suo Galaxy Tab, Apple, che aveva intentato la causa, era stata obbligata dal giudice a pagare le spese processuali e a pubblicare una dichiarazione in cui riconosceva l'innocenza del produttore sudcoreano.

Probabilmente, piuttosto che pubblicare una dichiarazione del genere, oltretutto sul proprio sito, a Cupertino avrebbero preferito pagare molto più del costo spese processuali, ma alla fine hanno dovuto accontentare il giudice con una nota sul proprio sito inglese. Ma lo hanno fatto a modo loro.

Come c'era da aspettarsi, il testo pubblicato sul sito di Apple è scritto in puro legalese e per trovarci l'ammissione di aver sbagliato ci vuole molto impegno. D'altra parte, chi si sarebbe aspettato uno “Scusate, ci siamo sbagliati, aveva ragione Samsung”?

Ma il fatto che la dichiarazione sia stata scritta nel modo meno comprensibile possibile non è tutto. Non solo Apple si è premurata di sottolineare che il design del Galaxy Tab non è stato considerato copiato da quello dell'iPad perché quest'ultimo è migliore, ma alla fine della dichiarazione ha anche precisato che in altri paesi Samsung è invece stata condannata.

Insomma, la dichiarazione suona più o meno "ci obbligano a scusarci, ma abbiamo ragione... e siamo anche migliori!" Niente di nuovo sotto il sole della guerra dei brevetti, ma fa sempre sorridere vedere aziende multimiliardarie comportarsi come bambini che hanno litigato per un giocattolo...

 

(Immagine: metro.co.uk)

1 Commento

Commenta la notizia:
1 Condivisione

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK