Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

Recensione 8 min per leggere 1 Commento

Asus Zenfone AR recensione: bye bye realtà!

Con lo ZenFone AR è la prima volta che uno smartphone supporta sia la realtà virtuale secondo lo standard Daydream che la realtà aumentata con i sensori Tango. È uno smartphone veramente precoce. È tempo di dire: bye bye realtà?

Valutazione

Pro

  • Sensori Tango per utilizzi AR
  • Alte prestazioni nella quotidianità
  • Durata batteria

Contro

  • Software
  • Nessun Daydream View in dotazione

Asus ZenFone AR – Uscita e prezzo

Asus porta sul mercato il ZenFone AR a 899 euro. L'unico colore disponibile è il Charcoal Black che potete ammirare nelle foto sotto.

Asus ZenFone AR – Design e assemblaggio

Attualmente molti smartphone top di gamma sono accomunati dallo stesso look: davanti e dietro sono ricoperti da vetro delicato. Asus non si getta nella mischia e opta per una classica scocca in plastica. Non è elegante ma assicura una presa solida. La cornice in metallo dello smartphone è lavorata in maniera precisa. Sulla scocca non passa inosservato il comparto fotografico che per via dei sensori Tango risulta piuttosto massiccio.

AndroidPIT zenfone ar 0715
ZenFone AR: scocca in plastica dal look grintoso. / © AndroidPIT

La cornice attorno ai lati del display è veramente sottile, cosa che rende lo ZenFone AR estremamente maneggevole. Nella parte superiore e inferiore del display si trova invece una cornice grande che sicuramente non rispecchia l'eleganza del G6 o dell'S8, ma che non si rivela poi così scomoda. Inoltre è molto più comodo da mantenere.

AndroidPIT zenfone ar 0721
Il pannello frontale dello ZenFone AR. / © AndroidPIT

Nella parte anteriore in basso è posto il lettore d'impronte digitali che funge allo stesso tempo da tasto Home. Alla sua destra e sinistra ritroviamo due tasti capacitivi, i tasti di navigazione Android virtuali non sono quindi visibili.

Asus ZenFone AR – Display

Nella vita quotidiana il display potrebbe stupire moderatamente. Con 5,7 pollici risulta un tantino grande, la risoluzione raggiunge i 1440 x 2560 pixel. Solo per gli utilizzi VR è riduttivo. Nel complesso il display sembra piuttosto scuro. La rappresentazione dei colori è veritiera. Caratteristiche come una scala colorimetrica ampia non sono incluse nello ZenFone AR.

AndroidPIT zenfone ar 0713
ZenFone AR: il display è buono. / © AndroidPIT

Asus ZenFone AR – Funzioni speciali

Asus è particolarmente fiera del fatto che lo ZenFone AR sia il primo (e finora l'unico) smartphone che supporta sia la realtà virtuale secondo lo standard Daydream che la realtà aumentata con Tango e i rispettivi sensori.

Daydream

Lo ZenFone AR si inserisce nella squadra di smartphone che supportano Daydream. Perciò gli acquirenti possono godere di un'ampia gamma di app e giochi e provare il visore Daydream View. Purtroppo il Daydream View non è incluso nella dotazione, veramente un peccato.

AndroidPIT google daydream view 0651
Con lo ZenFone AR non è incluso il Daydream View (nella foto con un Pixel). / © AndroidPIT

Naturalmente noi abbiamo il Daydream View perciò abbiamo provato lo ZenFone AR. A questo proposito lo smartphone agisce con modestia: dal Play Store i giochi si installano senza problemi e le prestazioni sono eccellenti. Come piattaforma VR Daydream è molto potente e lo ZenFone AR fa una bella figura virtuale. Tutti gli utilizzi e i giochi testati con Daydream non hanno registrato nessun tipo di problema.

Tango

L'unico punto forte però porta il nome di Tango: con questo nome in codice Google sviluppa la realtà aumentata che caratterizzerà la prossima era di smartphone e tecnologia mobile. Per questo ci vogliono però obiettivi aggiuntivi, le cosiddette fotocamere a Tempo di Volo (ToF).

Lo ZenFone AR è il secondo smartphone sul mercato che ne dispone. Lenovo è stato più veloce con il Phab 2 Pro ma non ha fatto molta strada.

AndroidPIT zenfone ar 0656
Fabi e HG ammirano l'AR alla Tango. / © AndroidPIT

Nello ZenFone AR si nasconde la tecnologia che dovrebbe portare Tango al successo. Da una parte abbiamo il potente chipset: per molte app Tango ha bisogno della GPU che nel Phab 2 Pro era solamente solida. Inoltre lo ZenFone AR è più piccolo, caratteristica che lo rende maneggevole nella vita quotidiana, quindi più alla portata di tutti.

Sul nostro dispositivo di prova erano già installate alcune app AR compatibili con Tango. Successivamente è possibile installare tante altre app. Per offrire app AR spettacolari dall'accensione Asus ha collaborato con BMW. Infatti sullo ZenFone AR trovate pre-installata l'app BMW i Visualiser.

BMW i Visualiser Install on Google Play

Con l'app è possibile collocare una BMW i3 o i8 nel vostro salotto o nel giardino di casa. Ovviamente l'auto è visibile solo sul display dello smartphone. È possibile scegliere i colori e gli interni in base ai propri gusti.

AndroidPIT zenfone ar 0687
Shu saluta attraverso il finestrino immaginario. / © AndroidPIT

L'app ci riesce incredibilmente bene. A favore dello ZenFone AR gioca il potente chip grafico che riesce a rendere in maniera dettagliata gli oggetti introdotti nella scena. Tuttavia lo ZenFone necessita di una buona luminosità: nel caso la luce sia troppo fioca il riconoscimento dello spazio e delle superfici non riesce in maniera precisa.

Ad ogni modo è divertente provare diverse app Tango. Alcune hanno la capacità di intrattenere. Alcune app Tango fanno comparire dei dinosauri sulla scena, altre utilizzano il tavolo come circuito automobilistico. Naturalmente ci sono app che vi aiutano nell'arredo della casa e collocano virtualmente i mobili nel posto a loro destinato. Attualmente l'offerta è limitata e alcune app soffrono del fatto che sono difficili da utilizzare.

Nei prossimi giorni pubblicheremo una valutazione dettagliata delle funzioni Tango del Zenfone AR.

Asus ZenFone AR – Software

Asus utilizza la propria ZenUI. È colorata e si attiene alla classica divisione schermata Home - app drawer. Android è allo stato 7.0 con le patch di sicurezza di aprile. Tuttavia alla ZenUi manca la semplice eleganza di Android stock.

AndroidPIT zenfone ar 0726
La ZenUI non è elegante come Android stock. / © AndroidPIT

Sono presenti una serie di feature software che non si trovano nella versione pura di Android: un display Always On per esempio. Optiflex ottimizza la velocità di avvio fino a dieci app mantenendo protette le app nella memoria.

Asus ZenFone AR – Prestazioni

Sotto lo ZenFone AR si nasconde uno Snapdragon 821. Sicuramente non è la piattaforma mobile più veloce. Ha a disposizione 6GB di RAM. Sebbene non ci sia da notare nessun equipaggiamento di fascia alta le prestazioni sono eccellenti. Le app si avviano velocemente, poi sia la schermata home che l'app drawer sono reattive. Nel giro di qualche secondo la schermata Home è pronta, a prescindere dall'app da cui ci arriviamo.

I risultati nei nostri test benchmark:

  • 3DMark Slingshot Extreme: 2413
  • 3DMark Slingshot: 3210
  • 3DMark Icestorm Unlimited: 30580
  • PCMark Work 2.0: 5856
  • PCMark Storage: 3233

Se si guardano i risultati dei benchmark si potrebbe rimanere un po' delusi dallo ZenFone AR: quasi tutti i risultati sono sotto le aspettative per la dotazione tecnica. Lascia qualche dubbio soprattutto la memoria lenta che PCMark Storage mette a nudo senza pietà.

Dopo qualche giro di benchmark lo ZenFone AR si riscalda bene. Ciò non sorprende ma non preoccupa neanche: le temperature rimangono entro i limiti tollerabili.
 

Asus ZenFone AR – Audio

Come al solito non bisogna aspettarsi miracoli dagli smartphone in termini di audio. A riprodurre video e musica troviamo un altoparlante mono. La qualità è buona ma niente di eccezionale. La riproduzione è caratterizzata da toni alti, dei buoni bassi ve li potete anche scordare.

Per quanto riguarda le telefonate non c'è niente di cui lamentarsi. La qualità della trasmissione è accettabile.

AndroidPIT zenfone ar 0732
Un altoparlante mono dovrebbe bastare per il ZenFone AR. / © AndroidPIT

Asus ZenFone AR – Fotocamera

Il fiore all'occhiello di uno smartphone è naturalmente la fotocamera che convince anche sullo ZenFone AR. Per le foto troviamo un obiettivo di 23MP con un'apertura f/2.0 e uno stabilizzatore ottico d'immagine.

AndroidPIT zenfone ar 0755
È tutta colpa degli obiettivi Tango se la fotocamera sporge. / © AndroidPIT

La fotocamera dello ZenFone AR non stupisce però del tutto. Gli riescono bene le foto durante il giorno con la luce. Qui l'obiettivo di 23MP fa un buon lavoro. La fotocamera riproduce bene strutture sottili ma raggiunge il limite per esempio con gli alberi. Anche la riproduzione dei colori è buona.

In ambienti scuri la fotocamera tende a produrre chiari rumori. Una particolare modalità per la bassa luminosità riduce la risoluzione a 5MP e scatta foto di cui si riconosce il motivo. Lo ZenFone AR lo fa comunque con un chiaro rumore e con aree d'immagine troppo chiare.

Asus ZenFone AR – Batteria

A parte gli utilizzi di Tango non c'è motivo di lamentarsi. Anche con molti account sincronizzati, con la navigazione in internet e la riproduzione della musica lo ZenFone AR non getta subito la spugna. Ad ogni modo lo ZenFone non fa niente di eccezionale: supera bene la mia tipica giornata con lo smartphone caratterizzata da navigazione in internet, ascolto di musica e lettura di messaggi. La sera deve però fermarsi alla stazione di rifornimento sennò si rischia di rimanere a secco il giorno dopo.

Asus guarda a una storia non così ricca di successi. D'altronde i taiwanesi non hanno mai veramente conquistato il mercato italiano. Con lo ZenFone AR qualcosa di sicuro cambierà: dimostrerà cosa può fare uno smartphone con Tango e Daydream. Visto il prezzo alto lo ZenFone AR troverà consensi solo tra gli appassionati ed i professionisti.

Asus ZenFone AR – Specifiche tecniche

Dimensioni: 158,67 x 77,7 x 8,95 mm
Peso: 170 g
Capacità della batteria: 3300 mAh
Dimensioni del display: 5,7 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 2560 x 1440 pixel (515 ppi)
Fotocamera frontale: 8 megapixel
Fotocamera posteriore: 23 megapixel
Flash: Dual-LED
Versione Android: 7.0 - Nougat
Interfaccia utente: ZenUI
RAM: 8 GB
Memoria interna: 32 GB
Memoria removibile: microSD
Chipset: Qualcomm Snapdragon 821
Numero di core: 4
Velocità di clock: 2,35 GHz
Connettività: HSPA, LTE, NFC, Dual-SIM , Bluetooth 4.2

Giudizio complessivo

Ci sono ancora alcuni punti deboli: i sensori Tango lavorano in maniera precisa ma ci sono ancora poche app che offrono un vero valore aggiunto. Nel test si vede che molte app non offrono un facile utilizzo. Inoltre le funzioni Tango hanno bisogno di abbastanza luce sennò il rilevamento dello spazio non è preciso.

Senza dubbio con il ZenFone AR tutto gira attorno a Tango. Solo questa feature giustifica il prezzo alto. E anche la valutazione: lo ZenFone AR stesso dovrebbe offrire di più in questa fascia di prezzo. Tango è proprio quel valore aggiunto che giustifica le quattro stelle.

1 Condivisione

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • É un bel telefono generoso ma è difficile cambiare. Io ho tramalmtro
    un zenfone 3 deluxe un gigante con la sua ROM di 256 go e 6go di RAM. glmi altri datimsono gradiosi. Grazie per l' articolo. Isho

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più