Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 13 Condivisioni 8 Commenti

Bloatware su Android: alcuni brand produttori stanno facendo la cosa giusta

Vi abbiamo da poco invitati ad unirvi a noi nella nostra campagna anti-bloatware. A nessuno piacciono le app preinstallate, che occupano solo spazio di memoria inutilmente, ma nessuno fa nulla per farsi sentire da maggiori produttori Android. Abbiamo finalmente deciso di dare una svolta a questa situazione.

Bisogna riconoscere che non tutti i brand decidono di riempire i propri dispositivi di nuove app, solo per guadagnare qualche dollaro in più. Proprio per questo abbiamo interpellato alcuni produttori che hanno deciso di seguire questa strategia, chiedendogli quale fosse il ragionamento alla base di questa loro decisione. Motorola, OnePlus e HTC hanno deciso di rispondere alle nostre domande per spiegarci la loro scelta di fronte ai bloatware.

moto e vs moto g camera
Motorola è tra i pochi produttori a mantenere un'interfaccia pulita e con poche app preinstallate. / © ANDROIDPIT

Oltre al pacchetto di app firmate Google, Motorola integra un numero limitato di app. Il punto è che quete app sono davvero utili: Migrate aiuta a trasferire dati da un dispositivo ad un altro ed Assist fornisce una soluzione a qualsiasi problema riscontrato sullo smartphone. Motorola recentemente ha addirittura deciso di concentrare tutto in un'unica applicazione chiamata Moto, che centralizza le funzioni offerte, rimuovendo altre app superflue.

Abbiamo chiesto a Motorola di questa scelta e la risposta è stata chiara: il brand vuole intromettersi il meno possibile tra l'esperienza Android e quella utente, app incluse: "il sistema operativo non è nascosto dietro inutili superfici, sprecando risorse preziose e rallentando il sistema. Questo significa inoltre che i dispositivi Motorola non vengono sovraccaricati con le versioni concorrenti dei servizi mobile di Google, che non possono essere cancellati".

androidpit moto x play vs moto x 2014 08
L'app Moto sul Moto X Play (sinistra) ha rimpiazzato diversi servizi che sono stati eliminati dal brand. / © ANDROIDPIT

Questo aspetto solleva alcuni punti chiave: quando i dispositivi Android integrano già al loro interno i servizi Google, dal punto di vista dell'utente, qual è il vantaggio di avere dei duplicati che non possono essere rimossi? Senza considerare che le app precaricate rallentano il processo di aggiornamento Android ed il sistema in generale.

Un altro brand che segue la stessa strategia è OnePlus. Le ragioni del brand cinese sono simili a quelle di Motorola, anche OnePlus vuole concentrarsi sull'esperienza Android permettendo agli utenti di scegliere le proprie applicazioni piuttosto che imporgliele: "OxygenOS è stato intenzionalmente costruito per essere leggero ed offrire la possibilità di scegliere. Ci siamo concentrati su feature più discrete come i gesti per disattivare lo schermo, i permessi delle app, la personalizzazione e la possibilità di passare dai tasti software a quelli hardware, per permettere agli utenti di utilizzare il dispositivo nel modo in cui preferiscono".

AndroidPIT OnePlus 2 app drawer
OnePlus offre alcune app utili come un sintonizzatore audio. / © ANDROIDPIT

Ma non solo i produttori che offrono ROM con esperienza simile ad Android stock a seguire questa strategia. HTC infatti sta sempre di più spostando le feature offerte dalla sua interfaccia Sense UI direttamente sul Play Store e le app che prima erano preinstallate sono ora disponibili al download.

Ecco cosa ha affermato HTC rispetto alla sua scelta: "Spostando le app di Sense sul Play Store, HTC è in grado di offrire gli aggiornamenti del software più frequentemente ed in modo più veloce, implementando nuove funzioni e rispondendo alle esigenze degli utenti senza essere così legato agli update più consistenti del firmware. Di conseguenza, dal momento che abbiamo iniziato a migrare le app di Sense sul Play Store lo scorso anno, il feedback degli utenti è stato estremamente positivo".

htc one m9 teaser photo
HTC ha iniziato a trasferire sempre più app e servizi sul Google Play Store. / © ANDROIDPIT

L'aspetto positivo di avere meno bloatware è chiaro: aggiornamenti di feature, app e Android più rapidi, prestazioni più veloci del sistema, maggiore soddisfazione degli utenti, inferiore duplicazione dei servizi, minor consumo di memoria e di risorse di sistema, e così via.

Prima di affermare che non vi sia una soluzione al problema del bloatware, dobbiamo ricordare che già alcuni brand si stanno muovendo in questa direzione facendo le cose per bene. Se vogliamo che anche gli altri brand seguano il loro esempio, non ci resta che far sentire la nostra voce. Firmate la nostra petizione, lasciate che sia il vostro portafogli a parlare sul prossimo dispositivo che acquisterete e liberiamoci dei bloatware in eccesso!

Quale dispositivo avete in tasca? Siete soddisfatti o meno delle app preinstallate sul vostro smartphone?

8 Commenti

Commenta la notizia:
  • Io penso che in maniera moderata qualcosa va bene, ad esempio a volte sugli smartphone ci sono dei giochi preinstallati che se si vogliono acquistare li paghi parecchi euro invece se sono già inclusi è meglio ma bisognerebbe dare a chi usa il telefono la possibilità di spostarlo o di eliminarlo e poi magari istallarlo di nuovo se gli fa piacere

  • Anch'io sono per l'abolizione del bloatware in maniera semplice ed arbitraria

  • Ci sarebbero diverse strategie per risolvere il problema solo che parecchi costruttori non vogliono vederle oppure non le vedono finché qualcuno non gliele mostra. Ad esempio uno compra il telefono e se vuole può scaricare un'applicazione gratuita solo per quel tipo di telefono, direttamente da play store. In questo modo può anche disinstallarla in caso di necessità ma può sempre ritrovarla sul play store finché non cambia dispositivo. Quindi mettere a disposizione dell'utente l'applicazione gratuitamente su play store. Un'altra soluzione è quella di fornire dai propri server la possibilità di scaricare o aggiornare un'applicazione personalizzata per quel dispositivo

  • Ho un Huawei y530 e le app preinstallate occupano circa il 50% chissa se ne tolgono qualcuna

  • Ho un s5 e mi trovo abbastanza bene anche se tutti i bloatware si potrebbe rimuoverli

13 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK