Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione Nessun commento

Call Popout: chiamate in entrata meno invadenti

A quanti di voi disturba ricevere una telefonata sullo smartphone mentre state leggendo una email importante, navingando in rete o siete intenti a stabilire il nuovo record con Flappy Bird? Oggi vi suggeriamo un'app poco nota ma utile in caso non vogliate essere disturbati con chiamate indesiderate durante le vostre attività su mobile.

teaser callpopup

Werner Heiber / © Shutterstock

Call Pop Out riduce la chiamata in arrivo in una piccola bolla sullo schermo (sarete voi a scegliere la posizione), permettendovi quindi di ignorarla e continuare con ciò che state facendo.
Potrete scaricare l'applicazione direttamente da Google Play, purtroppo al momento non è tradotta in italiano ma estremamente intuitiva e facile da gestire. L'app funziona su dispositivi con installato almeno Android 2.2.

pop out collage
© Google Play

A questo punto potrete lanciarla e modificare le impostazioni a vostro piacimento. Potrete scegliere se disattivare la chiamata toccando la bolla, la posizione e la grandezza di questa, decidere con quali applicazioni utilizzarla (selezionando App List): funzioni semplici ma indispensabili. Sarà possibile disabilitare l'app toccando Off.

Ora, un volta che riceverete una chiamata, tenete premuta la foto che appare, compariranno varie funzioni tra cui: nascondere il pop-up, rifiutare la chiamata o accettarla. Starà a voi decidere se rispondere al datore di lavoro che vi telefona di sabato mattina o all'amico che vi invita allo stadio!

popout collage 2
© Goolge Play

Indubbiamente un'idea interessante anche se al momento sembra avere dei problemi con alcuni dispositivi. I developer garantiscono il funzionamento con Samsung, HTC, Lenovo e Sony.

Potrete scaricarla direttamente da questo link. Fateci sapere cosa ne pensate.

Call PopOut Install on Google Play

 

Fonte: Google Play

Nessun commento

Commenta la notizia:
1 Condivisione

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK