Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

7 min per leggere 1 Commento

Chameleon: una migliore home per Android (Intervista - parte 1)

chameleon

Se non avete ancora sentito parlare di Chameleon per Android, vi state perdendo un progetto davvero interessante. Teknision, la società creatrice della UI del tablet Playbook RIM, sta sviluppando un impressionante interfaccia per tablet (e smartphone) Android  e con un piccolo aiuto da Kickstarter, il team è ora quasi pronto per il rilascio di Chameleon al pubblico. Siamo estremamente lieti di vedere come questo progetto è progredito e di recente abbiamo avuto la possibilità di intervistare il presidente Teknision Gabor Vida, che non solo ha condiviso con noi un sacco di dettagli interessanti circa Chameleon, ma ha risposto alle domande sui requisiti hardware, compatibilità, rilascio al pubblico e altro ancora. Un caloroso caloroso benvenuto da AndroidPIT!

Per chi ancora non avesse sentito parlare di Chameleon, può dare un'occhiata qui, dove troverà anche due video.

Avevamo così tante domande su questo progetto e Gabor è stato così gentile da rispondere letteralmente a tutto che abbiamo deciso di suddividere l'intervista in due parti. La prima metà del colloquio tratta di ciò che è Chameleon, il lavoro che Gabor e il suo team hanno fatto e ciò che gli utenti Android possono aspettarsi dal progetto. La seconda parte dell'intervista affronterà questioni come la compatibilità con i diversi dispositivi, la data di rilascio, i requisiti hardware e il ruolo svolto da Kickstarter nel sostenere questo progetto.

AndroidPIT: Gabor, ti ringrazio molto per la possibilità di porti alcune domande su questo progetto! Prima di tutto, puoi dirci qualcosa sulla vostra azienda e quando avete iniziato?

Gabor: Grazie per l'opportunità! Teknision è una società che si occupa di user experience design e sviluppo con 11 anni di esperienza. Siamo specializzati in applicazioni per dispositivi mobili e schermi incorporati. Abbiamo creato le UI per ogni tipo di dispositivo, con schermo da 7 pollici fino a 70.
Il progetto più importante è probabilmete il BlackBerry Playbook. Abbiamo progettato il sistema operativo del Playbook e alcune delle applicazioni. Il progetto più recente è chiamato The Experience Station, un dispositivo da 70 pollici per i centri commerciali e spazi pubblici che incorpora NFC, multitouch e Kinect per creare un'esperienza d'uso davvero unica. Di recente ha anche vinto un premio al Digital Signage Expo 2012.

AndroidPIT: Gabor allora, che cosa è esattamente Chameleon, e cosa ti ha spinto a crearlo?

Gabor: Se si dovesse mettere Chameleon in una categoria di applicazioni, è una soluzione di homescreen replacement. Tuttavia noi lo vediamo come qualcosa di più. Abbiamo sempre avuto la convizione che un'interfaccia deve fornire il percorso più breve per ottenere un valore - se dare agli utenti qualcosa di valore velocemente, questi si innamoreranno del tuo prodotto altrettanto velocemente. La tua prima esperienza con un tablet Android è la homescreen e questa è una differenza enorme da iOS. L'homescreen standard di Android è ben lungi dall'essere un percorso veloce fino al “valore”. Pensiamo che Chameleon regali ad Android una migliore esperienza d0uso complessiva.

AndroidPIT: Personalizzare l'homescreen è abbastanza importante per gran parte della comunità Android e l'interfaccia utente su Chameleon è qualcosa che non abbiamo mai visto. Potrebbe entrare un po' più nei dettagli per quanto riguarda le caratteristiche di Chameleon che lo distinguono dagli altri laucher Android? E' giusto definirlo 'launcher'?

Gabor: Io non lo definirei un laucher. Per me il termine launcher indica il suo scopo: quello di rendere più facile avviare le applicazioni. Questo è un dato di fatto. Chameleon ti permette di farlo, ma non non credo vi sia alcuna necessità di reinventare il modo di lanciare le applicazioni e quindi non ci siamo concentrati su questo. Quello a cui abbiamo fatto attenzione è rendere il tablet un dispositivo che dà valore all'utente da subito.

Vediamola in questo modo - prendi un iPad e vedrai la griglia di icone delle applicazioni. Per la maggior parte, non per giochi, queste icone sono gateway che portano alle informazioni e ai contenuti di cui vogliamo usufruire. Queste informazioni sono in realtà "intrappolate dietro l'icona”, è necessario lanciare una app per ottenere quello che desisderiamo. Lo facciamo tutti i giorni - lanciare una app, ottenere informazioni, chiudere l'applicazione e lanciare la successiva. Una homescreen invece dovrebbe essere presentata come un aggregato di tutte queste informazioni. In questo modo, il tablet dà immediatamente valore all'utente, non appena lo si accende. Android offre questo con i widget, ma noi abbiamo qualcosa di meglio: facile da personalizzare, elegante nella sua semplicità e un con motore contestuale che sa quando e dove mostrare le informazioni necessarie.

AndroidPIT: Nella maggior parte degli screenshot di Chameleon, vediamo tre schermi, tutti con colori diversi. Come ogni schermata è personalizzabile? I dettagli come il colore dello schermo e l'ordine widget possono essere completamente personalizzati da parte dell'utente? Si possono selezionare gli widget?

Gabor: Vogliamo che Chameleon sia completamente personalizzabile. È possibile aggiungere diverse homescreen, quante il tablet in grado di gestirnee. Ognuna può avere uno sfondo diverso, un nome differente e diverse regole contestuali. Ogni homescreen è una tavolozza vuota per i widget. Siete voi a decidere quali widget saranno visualizzati e dove. Riempire una homescreen con i widget è divertente e facile come dipingere con le dita.

AndroidPIT: I widget di Chameleon soo i più belli che abbia mai visto. Quanti widgets avete sviluppato?

Gabor: Sono contento che ti piacciono gli widget - sono la chiave per il successo di Chameleon. Quello che li rende belli è in realtà è la loro semplicità. Il problema con gli widget standard è che non sono progettati per essere in armonia con l'altro. Guardo una homescreen piena di widget, come un giornale moderno. Ora, immaginate se ogni articolo del giornale fosse stato creato da un designer diverso, con diversi tipi di carattere e sfondi - il giornale nel suo insieme diventerebbe inutilizzabile. Le homescreen di Chameleon funzionano perché i widget lavorano uno accanto all'altro. Abbiamo una breve lista di widget che vogliamo progettare, ma il modo in cui abbiamo creato il Widget Engine rende incredibilmente facile realizzarli.

Avremo anche un SDK per chi vuole fare un widget Chameleon perché credo molto nel potere della comunità per creare qualcosa di più grande e migliore di quanto avremmo potuto fare da soli.

AndroidPIT: Ho notato che nel video di pèresentazione di Chameleon è stato utilizzato un Samsung Galaxy Tab 10.1. C'è un tablet in particolare su cui è stato sviluppatoe Chameleon o ne utilizzate diversi?

Gabor: La frammentazione dei tablet Android è un vero problema per gli sviluppatori. (Per inciso, credo che la frammentazione sia causata dai produttori che si si fanno concorrenza sulle specifiche specifiche hardware invece che sullauser experience.) Dimensioni dello schermo e risoluzione sono così varie e cambiano così rapidamente che sarebbe poco pratico sviluppare per un tablet specifico. Al contrario, dobbiamo concentrarci sul fattore di forma. Abbiamo progettato Chameleon per lavorare su tablet da 10 pollici e da 7 pollici e lo abbiamo sviluppato costruito in modo tale da potersi ridimensionare elegantemente.

AndroidPIT: Da quanto ho capito, Chameleon in fondo cambia automaticamente le tue homescreens in base a dove ti trovi. Viene effettuato individuando la posizione tramite GPS o wifi (o entrambi)?Gabor: La prima generazione del motore di contestualizzazione usa tre input per creare le regole. È possibile far cambiare automaticamente Chameleon homescreens in base al tempo e luogo. La localizzazione è basata su GPS e Wi-Fi e le regole che è possibile applicare soo date dalle combinazioni di tutti e tre gli input: tempo, GPS e WiFi. Stiamo comunque pianificando di aggiungere altre variabili in futuro.

[EDIT]

Ecco qui la seconda seconda parte dell'intervista, dove Gabor risponde alle nostre domande su Chameleon, su quali dispositivi gira e quando si potremo metterci le mani sopra!

 

(L'intervista è stata condotta da Eric di AndroidPIT.com. Qui si può leggere l'originale in inglese)

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più