Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Quando avremo i due dispositivi più attesi del 2019?

Quando avremo i due dispositivi più attesi del 2019?

Samsung e Huawei, i due colossi della telefonia mobile che a febbraio sembravano cavalcare l’onda della popolarità, si ritrovano oggi ad annaspare. I motivi alla base sono differenti ma ci portano alla stessa domanda: che futuro si preannuncia per i foldable? Riusciremo ad averli?

I promettenti smartphone del 2019: due stelle cadenti?

Ci lamentiamo spesso, forse pure un po’ troppo, del fatto che gli smartphone rilasciati ultimamente siano tutti troppo simili tra loro. Eleganti scocche in vetro che attirano le ditate, ampi display con notch più o meno invasivi, lettori d'impronte digitali che giocano a nascondino, comparti fotografici sempre più articolati accompagnati da AI e filtri di ogni sorta... 

Nel 2019 però l’arrivo degli smartphone pieghevoli ha decisamente ravvivato il mondo tech

Il lato positivo è che la qualità dei dispositivi è decisamente migliorata e che la differenza tra flagship e smartphone di fascia media non è più così marcata come un tempo. Tutto molto bello, ma un po’ noioso, no? L’effetto wow sta diventando qualcosa di eccezionale per gli addetti ai lavori ed anche per gli utenti.

Nel 2019 però l’arrivo degli smartphone pieghevoli ha decisamente ravvivato il mondo tech. Diversi brand hanno mostrato i propri prototipi e annunciato l'arrivo di smartphone foldable ma Samsung Galaxy Fold e Huawei Mate X sono stati i veri protagonisti del Mobile World Congress.

Insoliti, curiosi, innovativi e prodotti da due dei principali leader del mercato, non potevano certo passare inosservati. 

AndroidPIT huawei mate x top
Al MWC abbiamo avuto modo di mettere mano sul Huawei Mate X. / © AndroidPIT

Se il Samsung Galaxy Fold sarebbe dovuto arrivare sul mercato nel mese di aprile, il Huawei Mate X è atteso per il mese di giugno. Ma siamo sinceri: al momento il futuro di questi due smartphone pieghevoli è piuttosto incerto. Purtroppo per noi e per i due produttori antagonisti.

Il fail del Galaxy Fold

Sì, si tratta di uno smartphone costoso e non di certo pensato per essere infilato nella tasca dei jeans, ma incuriosisce. Intoccabile a Barcellona, lo è tuttora: alcune delle unità distribuite alla stampa hanno mostrato un problema con la pellicola dello schermo che creava delle pieghe limitanti nell’utilizzo del dispositivo stesso. Un altro problema era poi legato alla cerniera che univa le due parti del display, dove si concentrava polvere e sporcizia.

Preoridni annullati e uscita sul mercato del Galaxy Fold rimandata. Il pieghevole di Samsung, che era riuscito ad anticipare nella tabella di marcia quello di Huawei, è tornato alla base nelle mani dei tecnici per essere revisionato.

Quanti di voi sarebbero disposti ad acquistare il costoso Galaxy Fold senza temere un altro flop?

Le ultime notizie suggeriscono che il produttore abbia risolto i problemi introducendo uno strato protettivo nel display, una nuova pellicola protettiva più elastica e resistente oltre che riempendo l’area della cerniera dove si insinuava la polvere. Tuttavia la data di arrivo non è ancora certa, così come neppure il fatto che il Galaxy Fold sia effettivamente pronto all’uso dopo questi ritocchi avvenuti in tempi piuttosto brevi.

jbareham 190417 3377 0022.0
Uno dei Samsung Galaxy Fold difettosi. / © The Verge

L’incertezza del Huawei Mate X

Mentre Samsung si ritrovava a fare i conti con i Galaxy Fold difettosi (sudando freddo all’idea di un nuovo ed esplosivo scandalo in stile Note 7), Huawei probabilmente sorrideva, o meglio, gioiva pensando al lancio del Mate X.

Ora però il produttore cinese di ritrova a fare i conti con il ban degli Stati Uniti che lo tiene lontano da Google e dal supporto software ad Android. Che ne sarà quindi del Huawei Mate X? Riuscirà ad arrivare sul mercato nel mese di giugno? Una risposta a questa domanda non c’è: occorrerà aspettare per scoprire se Huawei riuscirà a trovare un accordo con l’amministrazione Trump. 

Il Mate X è in balia di una dura e profonda lotta di potere che non possiamo fare altro che seguire giorno dopo giorno, capitolo dopo capitolo

Il produttore cinese potrebbe già avere ottenuto la licenza Android per il Mate X: in questo caso lo smartphone potrebbe essere rilasciato con Android Pie senza problemi. Ma che ne sarà poi dell’aggiornamento ad Android Q? Chi sarebbe disposto ad acquistare un Mate X senza essere certo di poter ricevere patch di sicurezza puntuali e futuri aggiornamenti software? Nel frattempo il Huawei Mate 20 Pro è stato rimosso dalla lista dei dispositivi destinati a ricevere la beta del futuro dessert della pasticceria di Mountain View... il che non suggerisce nulla di buono.

Amirul Hakim Bin Baharin shutterstock 1402300823
Il Huawei Mate X riuscirà a raggiungere il mercato nel mese di giugno? / © Amirul Hakim Bin Baharin / Shutterstock.com

Quale arriverà prima?

Se fino a qualche giorno fa il Huawei Mate X sembrava essere una certezza rispetto al problematico Samsung Galaxy Fold, la situazione si è ribaltata. Ad oggi non sappiamo quando i due dispositivi saranno effettivamente disponibili all'acquisto.

Samsung potrebbe riuscire ancora una volta ad arrivare prima sul mercato ma convincere gli utenti ad acquistare il suo foldable non sarà facile. Quanti di voi sarebbero disposti ad acquistare il costoso Galaxy Fold senza temere un altro flop? Il Mate X invece rimane in balia di una dura e profonda lotta di potere che non possiamo fare altro che seguire giorno dopo giorno, capitolo dopo capitolo, sperando in un lieto fine. Alla fine di tutto questo maremoto, saremo ancora interessati a questi dispositivi?

Forse i primi smartphone pieghevoli a finire nelle nostre mani verranno distribuiti da altri produttori. E se Apple riuscisse ancora una volta ad arrivare dopo ma ad uscirne vincitrice? Fino ad ora non sono emerse indiscrezioni su un eventuale dispositivo pieghevole prodotto dalla casa americana e, considerando le relazioni tra Stati Uniti e Cina, anche l'azienda di Cupertino potrebbe avere altro di cui preoccuparsi al momento.

La Cina potrebbe decidere non solo di bannare i prodotti Apple (il che comporterebbe un notevole calo dei guadagni) ma, ancora peggio, di ostacolare la produzione di iPhone, strettamente legata ai fornitori cinesi. Considerando la rapidità con cui la situazione si sta ribaltando giorno dopo giorno, non ci sarebbe da sorprendersi più di tanto. Quale foldable riuscirà secondo voi ad arrivare per primo sul mercato?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica