Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

Nove indagati per aver fatto trapelare la tecnologia flessibile dei display Samsung

Nove persone sono state incriminate da funzionari sudcoreani con l'accusa di aver fatto trapelare la tecnologia del display flessibile sviluppata da Samsung ad una società cinese. La procura distrettuale di Suwon ha incaricato il gruppo di vendere informazioni sui pannelli a diodi organici a emissione di luce di Samsung (OLED).

Le nove persone comprendono l'amministratore delegato e altri otto dipendenti di Toptec Co. Ltd, un'azienda con sede in Corea del Sud. L'azienda è stata accusata di aver creato una società di facciata completamente separata che ha ricevuto attrezzature e disegni da Samsung Display, che sono stati poi venduti alla Cina per circa 13,85 milioni di dollari.

galaxyflexinfinity
Il nuovo display di Samsung sul palco della SDC 2018. / © Samsung

Toptec nega le accuse. In una dichiarazione, la compagnia ha detto: "La nostra azienda non ha mai fornito la tecnologia industriale o i segreti commerciali di Samsung Display ad un cliente cinese. La nostra società collaborerà pienamente con i procedimenti legali per trovare la verità in tribunale".

Un portavoce di Samsung Display ha riferito a Reuters che l'accusa è "deplorevole". Dopotutto, Samsung ha investito fino a 150 miliardi di dollari per sviluppare tali display. Intanto, le azioni di Toptec sono diminuite del 20%.

Con la corsa agli smartphone pieghevoli e display flessibili appena iniziata, Samsung è l'unico a realizzare i propri display. Huawei, d'altra parte, si rifornirà dal produttore cinese BOE.

Cosa ne pensate di questa accusa?

Fonte: Reuters

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica