Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 1 Condivisione 1 Commento

Cinque modi un po' fuori dal comune per caricare il telefonino

 vodafone

Un giorno intero passato tra Twitter, Facebook e giocando su Android vuol dire succhiare gran parte della batteria del proprio dispositivo, spesso in poche ore. Non sarebbe bello se potessi ricaricare magicamente il tuo telefono in qualsiasi momento ovunque tu stia andando? Esistono alcune strane invenzioni che promettono di fare proprio questo, ma se alcune ci cambieranno la vita altre finiranno molto più mestamente nel cestino della storia della tecnologia. Diamogli un'occhiata!

Ricarica con il tuo ombrello

ombrello

Sei per caso una di quelle damigelle vittoriane che non farebbero un passo sotto il sole senza trovarsi sotto l'ombra di un enorme ombrello? Vorresti godere di un po' d'ombra E CONTEMPORANEAMENTE ricaricare la batteria del tuo telefono? Abbiamo interessanti novità per te! Vodafone ha creato un ombrello che può ricaricare il tuo dispositivo Android aumentando allo stesso tempo di segnale di ricezione. Con 12 pannelli solari, non dovrà essere troppo lunga la passeggiata prima di avere un telefonino di nuovo carico. Basta collegare il telefono al manico dell'ombrello e il gioco è fatt. Potrebbe sembrare ridicolo, ma nessuno immaginava che diminuire la propria impronta ecologica potesse essere così glamour.

Collegalo ad un serbatoio di propano

brookstone

Questo caricabatteria utilizza delle cartucce pieno di liquido molto leggere, più o meno lo stesso principio degli accendini a gas. Con una cartuccia nuova, il caricabatterie può mantenere in vita la batteria del tuo cellulare fino a due settimane! Ottimo per situazioni estreme. Anche se portare sempre con sé un potenziale falò portatile può sembrare un tantino pericoloso, l'autorità per la sicurezza nei trasporti statunitense TSA ha ritenuto il dispositivo abbastanza sicuro per poter essere addirittura imbarcato sugli aerei. Brookstone, la casa produttrice, aveva promesso sei mesi fa di essere pronta a commercializzarlo 'presto', quindi nessuna sa ancora quando sarà possibile acquistarlo, anche se conoscendo la politica dei prezzi di questa società significa che abbiamo ancora un po' di tempo per raccogliere il gran gruzzolo di denaro che ci vorrà per comprarlo.

Attaccati alla bici

revolt

Immagino che se sei abbastanza bravo da evitare i cani e non spalmarti contro un muro, potrei anche consigliare di collegare lo smartphone alla bicicletta, ma attezione perché potrebbe essere un ottimo modo per distrarsi dalla guida e finire in un baratro (letteralmente). Una società chiamata Revolt produce questi caricabatterie da biciletta, in grado di ricaricare il telefono con l'energia creata dalla ruota anteriore.

Avvolgilo in un contenitore osceno

Introdotto quasi un anno fa, questo caricabatterie promette di ricaricare il vostro telefono in soli 10 minuti. L’unico inghippo? Dovete avvolgere il vostro sottilissimo e bellissimo smartphone in un contenitore che lo farà assomigliare ad un telefono degli anni 80 e sembrare circa il 30% più spesso di quanto non sia.

Link diretto al video

Collegalo al falò

fuoco

Questo è un oggetto consigliato soprattutto ai campeggiatori e trekkers estremi. Una ditta giapponese ha creato un dispositivo in grado di ricaricare il vostro telefono cellulare utilizzando solo una pentola di acqua bollente. Il caricabatterie - si legge su Yahoo news - ha "una membrana rivestita di materiale ceramico termoelettrico: la differenza di temperatura tra il fuoco e l’acqua in ebollizione all'interno della pentola consente a questo materiale di produrre energia ch viene poi inviata attraverso una normale connessione USB". Questa è una delle soluzioni più geniali e utili fin quì illustrate. Pensate ai problemi di energia che potrebbero essere facilmente risolti nei paesi in via di sviluppo dove non dappertutto accessibile la corrente elettrica. Un caricabatterie che spero faccia la sua comparsa in grande scala e dal prezzo accessibile.

E voi, tra le soluzioni proposte, quale scegliereste?

1 Condivisione

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK