Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

4 min per leggere Nessun commento

Qualcosa da nascondere? Ecco la feature di cui avete bisogno

Su Android vi sono diversi modi per nascondere dati sensibili, foto, video ed app dal proprio dispositivo. Honor propone una funzione interessante chiamata Spazio privato che consente di creare una sorta di isola privata senza installare app aggiuntive.

Sicurezza e privacy

Lo smartphone è un compagno di vita e racchiude al suo interno i nostri più intimi segreti. Conti bancari online, foto private, video, file di lavoro, documenti di identità scansionati, password di account vari: le informazioni racchiuse nei nostri dispositivi non vanno sottovalutate.

Spesso siamo un po' negligenti e non prestiamo la dovuta attenzione alla sicurezza di queste informazioni, non è un caso che anche nel 2017 le password più utilizzate sono anche quelle più scontate, quelle dalle quali bisognerebbe stare lontani. E spesso, con troppa leggerezza, lasciamo il nostro smartphone nelle mani di amici o colleghi dimenticando ciò che questo racchiude. Per chi vuole prendere ogni precauzione possibile, per chi vuol evitare di condividere con qualcun'altro foto o app private e per chi ha una seconda vita da nascondere, arriva in soccorso Spazio Privato.

AndroidPIT Private space 8619
Spazio privato, una feature non indispensabile ma utile per alcuni. / © AndroidPIT

Spazio privato: in cosa consiste?

Si tratta di una voce che trovate listata nel menu delle impostazioni del View 10 nella sezione Sicurezza e privacy. Per andare dritti al sodo, permette di impostare una password ed un'impronta digitale differente da quella che utilizzate per sbloccare il dispositivo. In questo modo avrete due diverse chiavi di accesso a due diversi "account".

Il nuovo PIN richiede da 4 a 16 cifre e le prime quattro, per motivi di sicurezza, non devono corrispondere a quelle della password dell'account principale. Una volta inserito e confermato il PIN, potrete associarvi anche l'impronta digitale per lo sblocco rapido del dispositivo: la procedura da seguire è quella consueta. Anche in questo caso il dito utilizzato deve essere differente. Ciò che vi troverete davanti agli occhi è una schermata home pulita, come se aveste appena fatto un reset del dispositivo. Ciò significa che dovrete fare anche i conti con queste 5 fastidiose funzioni.

AndroidPIT Private space 8627
A sinistra la homescreen di Spazio privato, a destra quella del mio account principale. / © AndroidPIT

Ora starà a voi decidere cosa fare. Potrete impostare l'account che desiderate, collegarlo al Play Store, scaricare app ed utilizzare il dispositivo come siete soliti fare. Potrete includere in questa isola privata le app legate al vostro conto bancario online ad esempio, quelle dei siti e-commerce su quali siete soliti fare acquisti e sui quali per comodità preferite salvare le vostre impostazioni di pagamento by default così come le foto che vi ritraggono con i vostri figli e la vostra famiglia.

AndroidPIT Private space 8629
A sinistra le app che troverete by default su Spazio privato, a destra tutte le mie applicazioni, senza filtri. / © AndroidPIT

Se avete dei figli potrete anche utilizzarlo per scaricare delle app dedicate ai vostri bambini tenendoli così alla larga da altri contenuti presenti sul vostro dispositivo, che siano di lavoro o il vostro account Facebook privato. Ovviamente in questo caso dovrete comunque controllare l'utilizzo che i bambini fanno del dispositivo visto internet rimane a loro disposizione o impostare il controllo genitori.

Alcuni svantaggi da considerare

A seconda del dito che posate sul sensore d'impronte digitali o del PIN che inserite, potrete accedere così a due "mondi" diversi. Comodo, senza dubbio. Considerate però che questo passaggio da un account all'altro non è rapidissimo: il dispositivo ha bisogno di qualche secondo per mostrare l'account giusto. Munitevi di pazienza quindi.

Se utilizzate la microSD dovrete rimuoverla o le foto compariranno in Galleria

Nel caso in cui utilizziate una scheda di memoria, le foto salvate nella microSD compariranno nella Galleria. Diciamo che 128GB di memoria interna e 6GB di RAM dovrebbero bastarvi per portarvi dietro app, foto e file di ogni genere ma nel caso abbiate inserito la scheda di memoria interna nel dispositivo dovrete rimuoverla se non volete rendere visibili le foto in essa salvate.

Un altro svantaggio: se utilizzate sul vostro account di posta il sistema di verifica in due passaggi sappiate che non riuscirete ad impostare lo stesso account di posta anche su Spazio privato. Questo perché una volta aggiunto l'account, la conferma arriverà sulla homescreen principale e, per accedervi, dovrete uscire da Spazio privato ma, al vostro ritorno, vi verrà chiesto di nuovo di inserire l'indirizzo email. Un cane che si morde la coda.

Cosa ne pensate di questa funzione? Pensate potrebbe esservi utile o preferite affidarvi ad altri sistemi piuttosto che creare un'isola privata che richiede delle diverse chiavi d'accesso?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati