Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

3 min per leggere 19 Condivisioni 19 Commenti

Di quale morte atroce è morto il vostro ultimo smartphone?

Ci siamo passati tutti. Non è facile superare la morte di uno smartphone, neanche quando è lenta e graduale e subito seguita dall'acquisto di uno degli ultimi top di gamma presentati sul mercato. Il modo più semplice di affrontare il lutto e superarlo senza né rimorsi né rimpianti (canticchiando la famosa hit degli 883), è quello di parlarne e condividere il dolore con gli altri.

Di che morte è morto il vostro ultimo smartphone? È stato un assassinio a sangue freddo, un malessere improvviso o un lasciarsi andare lento ed inevitabile? Vi racconto la lenta agonia del mio Samsung Galaxy S4 Active, la tragica fine del mio cellulare preferito e vi confesso il mio delitto più brutale. Mi raccomando, aspetto poi le vostre storie!

AndroidPIT Murder scene 7
In che modo è morto il vostro smartphone? / © ANDROIDPIT

Il mio ultimo smartphone: una morte lenta e dolorosa

Penso che abbiate sentito parlare del mio Galaxy S4 Active anche troppo spesso. Sapete bene che la nostra relazione è cominciata male e che fin dai primi giorni di utilizzo ha mostrato segni di cedimento, rischiando quasi di esplodermi in mano. Pronta ad accudirlo, ho sostituito la batteria gonfia ed ho continuato ad utilizzarlo per altri due anni e mezzo (non sono mancate imprecazioni fantasiose). 

Tutto sembrava filare liscio quando, negli ultimi mesi della sua vita, le sue condizioni fisiche sono peggiorate notevolmente, tanto che, sembrerà assurdo, il pannello anteriore ha cominciato a sollevarsi dal corpo e mostrare di conseguenza delle strane fasce di colore giallastro sul display. Insomma, era arrivato il momento di mandarlo in letargo permanente e sostituirlo con qualcosa di nuovo e forse più duraturo (un ottimo Honor 7).

AndroidPIT Murder scene 1
Una morte lenta e dolorosa quella del mio Samsung Galaxy S4 Active / © ANDROIDPIT

Il mio cellulare preferito: un tuffo verso il baratro

Devo essere onesta (e sono stanca di cercare a vuoto su Google) non mi ricordo il modello ma avevo, qualche anno fa, un cellulare Nokia che era l'amore della mia vita. Sottile, color verde mela, eravamo inseparabili. Vivevamo talmente in simbiosi che me lo portavo persino in bagno (non che ora sia cambiato qualcosa con l'ultimo smartphone acquistato).

Potete immaginare come sia finita la nostra storia, con una calata di pantaloni spensierata, un tuffo verso il baratro ed uno splash mortale. Niente da fare, a soli 4 mesi dall'acquisto, il mio bellissimo Nokia è morto annegato. Non pensate che non le abbia provate tutte: asciugacapelli, sacchetto pieno di riso, rosario, nulla. Una morte tragica ed inaspettata, che tutt'oggi mi strappa una lacrima al solo pensiero. 

Water hero
Meglio accertarsi che sia resistente all'acqua! / © ANDROIDPIT

Confessione di un delitto

Non l'ho mai detto a nessuno, un po' perchè me ne vergogno e un po' perchè se lo scoprono i miei mi linciano (anche a distanza di anni), ma nel lontano 2003, stanca del mio Nokia 3330, ho deciso di farlo fuori. Ora, avete presente i vecchi Nokia? Sono indistruttibili e non è una caratteristica inventata dai media per metterli a confronto con gli attuali smartphone delicati e precari, ma un dato di fatto: sono duri a morire. 

Volevo a tutti i costi un cellulare nuovo, ma finché il mio Nokia avesse continuato a funzionare, non avrei potuto fare altro che sognarlo. Ho provato a lanciarlo, farlo rotolare giù per le scale di casa, niente. Ci è voluto un tuffo "accidentale" nella fontana della piazza di paese per smorzarlo una volta per tutte. Non giudicate, sicuramente anche voi avete avuto pensieri simili!

Di che morte è morto il vostro ultimo smartphone?

 

19 Condivisioni

19 Commenti

Commenta la notizia:

  • si fa presto a dire annegato......il mio è volato direttamente dal taschino della tuta ,lasciato inavvertitamente aperto,in un profumato e candido secchio di latte! Esatto latte di mucca.....Più morbido al tocco se volete ...ma morto!


  • Io veramente o rotto il vetro touch un mesetto fa della mia vecchia Tablet samsung P6200 plus Peccato avevo trovato una Rom j.bean che funzionava da dio visto che non hanno mai prodotto aggiornamenti Italia. Mi è volata per terra e a pestato un paio di angoli e addio parabrezza.quindi ne ho ordinato uno su ebay ma me ne hanno inviato(da Biella) uno compatibile che non funziona...e senza restituzioni soldi come promesso e nel titolo era descritta come originale con la promessa che avrebbero restituito I soldi in caso di problemi, ma dopo qualche email di richiesta rimborso neanche una risposta.E dire che trovando un vetro originale funzionerebbe perfettamente...ma purtroppo non rischio ancora dopo 30 euri buttati per un vetro con probabilità che sia ancora fasullo...!!


    • Scusa se mi permetto di opinare ma o rotto, non è più corretto ho rotto in italiano ?
      Poi a pestato non dovrebbe essere ha pestato ? Poi il plurale di euro, non sempre euro ?
      E poi, infine, senza offesa, non lo dico io ma la grammatica, non è che forse andrebbe aggiunta un po' di punteggiatura per dare maggiore senso alla frase ? Anzi, per dare un senso più comprensibile alla frase ?


  • Molto bene cara Daria, diciamo che adesso un po' te la sei cercata, in sostanza hai stimolato la produzione di un mio commento della lunghezza imprecisata, premetto che non mi assumo la responsabilità per la lunghezza ne per il tempo che se vorrai dedicarmi, impiegherai per leggerlo. Ad ogni modo volevo che tu sapessi che per me, da quando mi sono iscritto tu eri si Daria Lombardi la caporedattrice di Androidpit Italia, ma soprattutto, per identificarti in maniera veloce, avrei detto che tu sei la donna con il Samsugn S4 Active. Ad un certo punto quando inizi l'articolo dici che poi ti aspetti le nostre storie, insomma HAI VOLUTO LA BICICLETTA ED ADESSO PEDALA :). Mi dispiace per il fatto che abbia rischiato di esploderti in mano, naturalmente mi dispiace per te che potevi riportare contusioni da un evento di questo tipo, un po' meno per lo smartphone, anche perché loro si possono comprare nuovi, noi esseri umani invece no. Devo dire che sono quasi sorpreso da questi problemi di rigonfiamento della batteria, sarà mica che alla Samsung confondono i palloncini con le batterie degli Smartphone ? Effettivamente è un problema molto frequente soprattutto per i non più tanto nuovissimi S6. Tornando a noi ed al tuo S4 Active, penso che nonostante tu l'abbia rimpiazzato di recente con un nuovo smartphone, infondo un po' ti dispiace perché vi eri affettivamente legata. Certo a volte capita di prendere il telefono con brutte parole, soprattutto quando stai facendo qualcosa e c'è un danno proprio in quel momento, ad esempio il fail di un'applicazione proprio in un momento in cui ti serve, oppure il blocco di un processo con messaggio sul display mentre stai facendo una telefonata. Ora, tutto sembrava filare liscio ma vedo che tutto sommato il tuo smartphone dei segni di cedimento ha iniziato a darli, lasciando a parte il discorso di questi pezzi che si sollevano influenzando il display, cosa che dovrebbe poi far riflettere che Samsung è una buona casa ma a volte qualche errore lo commette anche in casi non proprio isolati, possiamo dire che mi piace molto più il termine letargo permanente che morte, forse perché, essendo una cosa per i viventi un po' mi da angoscia e quindi preferisco usare definizioni alternative per gli oggetti. Vedo che quando hai menzionato il nuovo smartphone hai auspicato che sia più duraturo. Se Dio vorrà vedremo anche se devo dirti che effettivamente questa corsa agli armamenti delle varie case, gioca senz'altro a favore delle prestazioni ma non della longevità dei dispositivi. Cioè occorre che il cliente sempre più spesso trovi prodotti aggiornati dal punto di vista hardware e che possa trovare sempre più frequentemente qualcosa di più prestazionale degli altri concorrenti. Naturalmente questo è un po' il punto di vista, gioco forza, di tutte le case perché ognuna deve essere competitiva e tanto per fare un paragone, tutti i produttori hanno capito che non vogliamo una macchina diesel molto resistente ma più lenta e preferiamo piuttosto un mottore turbo a benzina, veloce e potente senza preoccuparci dell'affidabilità nel tempo. Ad ogni modo anche io spero per te che il nuovo duri di più e soprattutto che la batteria non si gonfi. Condivido in pieno la tua affermazione sui Nokia, un sacco di persone lo portano in bagno, io penso addirittura che sia il posto di maggior ispirazione per i messaggi mandati sulle applicazioni di IM. Il suggerimento che però do sempre a tutti, è quello di non portare lo smartphone in bagno perché spesso poi, a causa di questo, soprattutto quando si frequentano bagni ad uso non esclusivo, si possono portare escherichia coli sul display e poi si finisce a prendere qualche fluorochinolone della Bayer. Esperienza, nei limiti del possibile da evitare. Almeno se lo si deve portare necessariamente, sarebbe meglio evitare di usarlo. Il contatto con l'acqua, e spero che sia stata solo acqua, perché a quanto mi è parso di capire, l'acqua in cui finì questo Nokia verde mela era quella del water, tipicamente può essere rimediato con un'esposizione al sole, con cover e batteria distaccati per 12 ore per lato. A me una volta, dopo un lavaggio in lavatrice, è capitato di recuperare un Nokia proprio in questo modo. Veniamo adesso al tuo Nokia 3330, quello che tu in maniera molto criminale hai distrutto :). Intanto spero per te che i signori non siano utenti di questo sito, altrimenti sarai scoperta di sicuro :), tuttavia credo che dopo 13 anni ti possano concedere il beneficio della prescrizione :). Effettivamente i Nokia, ma anche gli Alcatel sono duri a morire un po' come il film, non vorrei sbagliare ma era con Bruce Willis, pensa che a titolo di esempio, molti anni fa, mio padre possedeva un Alcatel che cadendo dal 2 piano, rimase integro e funzionante. Però cara Daria, riprendendo il discorso inerente te, non volevi che nessuno ti vedesse perché volevi un telefono nuovo, insomma, non so se era già successo il fatto nel Nokia verde mela, in quel caso sarebbe bastanto un altro evento apparentemente accidentale per averne uno nuovo, ma se non volevi essere vista, perché lo hai lanciato nella fontana del paese dove potevano esserci più testimoni ?
    Adesso vuoi sapere di me ? Non ho mai distrutto un telefono di nessun tipo. L'episodio della lavatrice fu una dimenticanza ma è stato recuperato. Tipicamente li sostituivo quando non funzionavano più anche se qualche volta li ho dismessi e dedicati alla riserva senza distruggerli. A volte sono tentato di comprare un nuovo smartphone ma poi mi viene in mente che la cosa migliore è aspettare che non faccia più il suo dovere per poi sostituirlo. Se Dio vorrà vedremo :)


  • Ho messo a caricare il mio telefono tutta la notte è semplicemente non si accende più


  • Bellissimo articolo e molto divertente.


  • Presente la classica persona che sa tutto di tutto e di tutti? Che sostiene che tua moglie ha 35 anni nonostante tu gli dica che ne ha 42?
    Ecco, quindi in preda a un raptus di rabbia improvvisa, il mio vecchio Nokia, nel bel mezzo di una telefonata con questa “so tutto io”, è stato letteralmente lanciato fuori dalla finestra accompagnato da un mmmmavafffancuuu.....


  • io non ho mai né rotto né danneggiato nessuno dei miei dispositivi


  • Alex 5-mar-2016 Link al commento

    LgG4 era stanco dei continui flash di rom e kernel. È semplicemente spirato durante la notte. Il cinese mi ha detto che non è lipalabile e ciao. Ora in attesa di preventivo da LG. Ho preso un moto g 2015 che mi sta dando una marea di soddisfazioni


  • Bellissimo articolo! mamma mia quanto ha riso XD beh io, dunque... il mio primo galaxy, esattam il galaxy fit, è semplicemente andato in pensione giovane... un po come quando si andava in pensione con la prima repubblica (vedi checco zalone).. poi, è stata la volta del note (nn mio, quello di mio fratello).. si rifiutava di mangiare, ovvero, non si caricava più.. e con la scusa sono entrata nel mondo modding, xk l ho rootato, smontato, potenziato, trasformato, criptato e infine, ahimè, brikkato. un trauma che ancora oggi non riesco a superare, nemmeno con l aiuto di altri utenti nella mia stessa situazione. riposa in pace.
    nel mentre (dopo il precoce pensionamento del mio amato fit e il tradimento di un membro della famiglia che ha deciso di passare a apple) ho acquistato il mitico s3. è ancora cucciolo, perché ha soli 21 mesi di vita ma ahimè, la poca ram lo farà spegnere presto.. ma voglio godermi questi giorni di vita con allegria e, quando sarà il momento, farà compagnia al mio fit che si sente solo, visto che il note è già nell oltre tomba


  • I miei non sono morti, sono tutti in meritata pensione. S3, S2, tutti i Nokia, il T28 di Ericsson (pagato un capitale, a quei tempi) e qualcun altro che non ricordo. Sono tutti in un cassetto che si raccontano i tempi passati. Le ferie in Calabria, i viaggi nelle capitali europee, lo stadio, le feste di capodanno, le serate in pizzeria o a casa di amici.
    Io la pensione la concedo senza problemi, mica come i nostri governanti, che ci fanno lavorare (chi un lavoro ce l'ha, ovviamente) fino a settanta anni.
    Ma non polemizziamo, dai. Siamo qui per svagarci un po'. :-)

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più