Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

WikiPIT 5 min per leggere 3 Commenti

Lasciate a casa il portafoglio, è tempo di pagare con il vostro smartphone

Suvvia siamo nel 2018 e il 2019 è quasi alle porte, non mi direte mica che state ancora portando in tasca un accessorio inutile come il portafoglio? Si, le carte di credito contactless sono divertenti ma perché portarsi un peso extra quando è possibile pagare tutto con lo smartphone che avete in tasca comunque? In questo articolo vi spieghiamo come vivere nel futuro già oggi godendovi i moderni metodi di pagamento.

Scorciatoie:

Prima di iniziare

Ci sono alcune piccole premesse da fare prima di introdurvi al meraviglioso mondo dei pagamenti con gli smartphone. Purtroppo ci sono delle categorie di smartphone esclusi dalla possibilità di effettuare questo tipo di pagamenti e questa esclusione deriva dai potenziali rischi di sicurezza correlati come anche dalla mancanza di hardware specifico.

Ad esempio se uno smartphone non dispone del chip NFC, come i recenti Pocophone F1 o OPPO Find X, non sarà abilitato all'utilizzo di questi pagamenti. Inoltre gli smartphone che dispongono dei permessi di root non avranno accesso alle varie applicazioni dedicate ai pagamenti come ad esempio Google Pay per motivi di sicurezza.

Esistono poi altri modi per effettuare pagamenti smart come per esempio attraverso gli smartwatch, non entreremo però nel dettaglio.

AndroidPIT oppo find x 8748
OPPO Find X non può sostituire la vostra carta di credito. / © AndroidPIT by Irina Efremova

Google Pay: il portafoglio virtuale degli utenti Android

Il servizio made by Google, accessibile tramite web da questo link, ha tutte le carte in regola per diventare il pagamento tramite smartphone più diffuso al mondo grazie alla enorme diffusione di Android. Purtroppo molti sono gli ostacoli legati alla sua diffusione, come ad esempio gli accordi con i vari Paesi coinvolti e le singole banche che devono aderire al circuito. Ad esempio Google Pay non è ancora disponibile in Italia anche se alcuni indizi indicano il suo arrivo imminente.

Utilizzare Google Pay è molto semplice. All'apertura dell'applicazione vi verrà chiesto di inserire un metodo di pagamento valido. Oltre alle carte di credito e alcune carte di debito particolari, è possibile configurare i pagamenti tramite PayPal o credito telefonico: se avete aggiunto un metodo di pagamento per acquistare delle app sul Google Play Store lo ritroverete in Google Pay.

Per pagare utilizzando Google Pay dovrete:

  • Controllare di avere la connettività NFC abilitata nelle impostazioni
  • Sbloccare lo smartphone
  • Avvicinarvi al terminale per il pagamento (solitamente con la parte alta o il retro dello smartphone) e in automatico verrà effettuato il pagamento

Lo smartphone non richiederà codici di sicurezza sotto una determinata cifra considerata sicura (in Spagna la cifra è 20 euro), sopra tale soglia verrà richiesto di autenticarsi tramite PIN o impronta digitale. Non è nemmeno richiesto di aprire l'applicazione Google Pay, lo smartphone saprà già cosa deve fare. Aprite l'applicazione dedicata solo se non volete utilizzare il metodo di pagamento predefinito ma uno secondario, in questo caso vi basterà toccare l'immagine relativa alla carta scelta per il pagamento.

Per informazioni dettagliate riguardo alla sicurezza dei pagamenti ed altre domande specifiche vi rimando alla pagina ufficiale di Google.

google pay android
Su Google Pay vedrete anche lo storico dei pagamenti sul Google Play Store. / © AndroidPIT

Samsung Pay: un metodo più completo ma anche più esclusivo

Il portafoglio di Samsung è da poco arrivato ufficialmente nel nostro Paese sorpassando in velocità la stessa Google. Purtroppo solo i terminali Samsung (e nemmeno tutti) possono approfittare di questa modalità, se disponete di un fiammante Galaxy Note 9, un Galaxy S9 o altri modelli di fascia alta dovreste però stare tranquilli.

Dopo aver scaricato l'applicazione dedicata ed aver inserito i dati della vostra carta sarà estremamente comodo utilizzare Samsung Pay anche grazie al supporto non solo dei terminali NFC come Google Pay ma anche quelli che sfruttano la tecnologia MST (Magnetic Secure Transmission).

Pagare con Samsung Pay è immediato:

  • Nella parte bassa dello smartphone, in corrispondenza della barra di navigazione, noterete una piccola tacca grigia. Tiratela verso l'alto
  • Si aprirà l'interfaccia di Samsung Pay, selezionate la carta desiderata
  • Autenticatevi con il metodo scelto (pin, iridi o impronta digitale)
  • Avvicinate lo smartphone al terminale per il pagamento

Tra i vantaggi di Samsung Pay c'è la possibilità di poter utilizzare anche carte fedeltà come la tessera You&Eni o la Bennet Club Card. Qui potrete controllare se la vostra banca supporta il portafoglio Samsung.

samsung pay
Forse il portafoglio più utile e completo, ma vi serve uno smartphone Galaxy compatibile. / © Google Play Store

Apple Pay: non solo pagamenti

Il portafoglio virtuale di Apple è forse uno tra i più utilizzati al mondo, ovviamente dagli utenti iPhone e iOS. Grazie alla sua disponibilità in moltissimi Paesi ed alla compatibilità con molte delle più famose banche, Apple Pay è il compagno ideale per chi possiede un iPhone.

È interessante notare come Apple Wallet possa contenere anche biglietti aerei e di concerti semplicemente importandoli dalle relative app dedicate. Se l'applicazione supporta Apple Wallet vi verrà chiesto di aggiungere i vostri biglietti al portafoglio virtuale ed essi vi verranno mostrati direttamente sulla schermata di sblocco al momento più opportuno.

A differenza di Google Pay non basterà sbloccare lo smartphone per effettuare un pagamento. Su iPhone 8 / iPhone 8 Plus o precedenti dovrete appoggiare lo smartphone vicino al pos per il pagamento e poi appoggiare il dito sul pulsante home per autenticarsi con TouchID. Su iPhone X o successivi che non dispongono del lettore di impronte la procedura differisce un po':

  • Cliccate due volte il tasto di sblocco per mostrare la schermata relativa ad Apple Pay
  • Autenticatevi con FaceID
  • Appoggiate lo smartphone al terminale per i pagamenti.

Ovviamente prima di poter pagare con lo smartphone dovrete entrare nell'applicazione Apple Wallet e configurare una carta per Apple Pay. La lista di banche supportate in Italia la potete trovare al seguente indirizzo:

apple pay
I biglietti aerei compariranno automaticamente nella schermata di sblocco quando necessari. / © AndroidPIT

Voi utilizzate uno dei metodi di pagamento elencati? Come vi trovate?

3 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati