Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 min per leggere 15 Condivisioni 3 Commenti

Cosa volete davvero dalla fotocamera del vostro Android?

Smartphone con fotocamere sempre più avanzate. È questa la realtà non solo del mondo Android, ma del mondo mobile in generale. Sempre più dispositivi montano obiettivi di qualità ed integrano modalità manuali ed opzioni che permettono a noi utenti di personalizzare i nostri scatti sotto diversi aspetti. Ma di cosa abbiamo davvero bisogno?

AndroidPIT omar loves Samsung S7 edge 1387
Cosa volete veramente dalla fotocamera del vostro Android? / © ANDROIDPIT

Per tanti utenti, me compresa, lo smartphone è una fotocamera portatile che permette di chiamare, messaggiare, tenere d'occhio le email e navigare sul web. Trovare un dispositivo con una buona fotocamera non è più un problema anche se, ovviamente, bisogna fare i conti con il budget che si ha a disposizione. Ma di cosa ha veramente bisogno un utente medio? Una domanda da 100 milioni di dollari alla quale mi aiuterete a rispondere!

A chi importa dei megapixel?

I megapixel, ovvero quel numero che indica il potere risolutivo di un obiettivo, non sono un indice diretto di qualità. Più MP si traducono in una maggiore risoluzione supportata e quindi in un maggior numero di dettagli catturati in un scatto. Questo in linea teorica ma, a livello pratico, vi sono poi altri parametri che incidono sulla qualità finale della foto. Dare un'occhiata ai megapixel offerti da una fotocamera può essere utile per capire quanto ci si può spingere con lo zoom digitale (il mio consiglio è in realtà quello di evitarlo nella maggior parte dei casi) e in quale formato può essere stampata una foto ma, al di là di questo, non sono i MP ciò che gli utenti cercano veramente.

Se prima bastava promuovere uno smartphone con una fotocamera principale dotata di 21MP per fare breccia nei cuori degli utenti interessati ad un comparto fotografico di qualità, ora sappiamo tutti che 20MP non sono necessari, i 12MP del Samsung Galaxy S7 o del Huawei P9 sono infatti più che sufficienti a garantire delle ottime foto.

AndroidPIT oneplus 3 vs HTC 10 7900
OnePlus 3 con 16MP e HTC 10 con 12MP! / © AndroidPIT

Chi di voi sa mettere davvero mano alla modalità Pro?

Abbiamo visto come gli ultimi top di gamma lanciati sul mercato offrano una modalità manuale o Pro che consente agli utenti più smanettoni e appassionati di fotografia di configurare manulamente alcuni valori come ISO, velocità dell'otturatore e profondità focale. Il G4 è stato un pioniere in tal senso ed ora sono tanti i brand ed i dispositivi che integrano questa modalità. Sicuramente utile per gli addetti ai lavori, ma è davvero importante per l'utente medio che vuole semplicemente premere sul tasto dedicato ed avere una bella foto da condividere con amici a parenti?

Personalmente non credo. Nonostante ami la fotografia e mi piaccia curiosare tra le impostazioni offerte dal P9 per provare ad ottenere risultati diversi, mi rendo conto che la maggior parte delle volte mi affido alla modalità auto: pratica e veloce. La pigrizia ha spesso la meglio.

AndroidPIT lg g4 vs g5 camera 0878
LG G4 e LG G5 offrono un'interessante modalità manuale: ma quanti di voi la utilizzano? / © ANDROIDPIT

Ecco di cosa abbiamo veramente bisogno

Un'interfaccia facile da usare

La verità è che vogliamo tra le mani una fotocamera capace di offrire un software semplice ed intuitivo, che consenta di accedere alle diverse opzioni con un semplice swipe, senza dover iniziare una caccia al tesoro. Un software che scorra fluido e ci consenta di andare dritti al sodo.

Sul Galaxy S7 basta uno swipe laterale per scoprire le modalità di scatto offerte mentre la rotellina visualizzata sulla schermata principale da subito accesso alle impostazioni della fotocamera. Sul P9 il meccanismo è praticamente lo stesso: uno swipe verso destra vi mostrerà le modlità di scatto, mentre uno a sinistra vi permetterà di mettere mano a risoluzione, griglia fotocamera e altre impostazioni. Sul Sony Xperia X Performance dovrete premere sull'icona a forma di ingranaggio o sui puntini laterali per accedere alle diverse voci. La migliore tra queste tre? Si tratta di una scelta personale. Io mi trovo benissimo con quella offerta da Huawei e, tra le tre, trovo meno piacevole quella di Sony, ma non mi sorprenderebbe se qualcuno di voi sostenesse esattamente il contrario.

Ottime foto con un click 

Nell'utilizzo di tutti i giorni la fotocamera dovrebbe andare dritto al sodo, e cioè proporre una modalità Auto capace di immortalare i momenti migliori in un attimo, rendendo giustizia a colori e contrasti. Ciò che desideriamo veramente è una fotocamera che con un click riesca a regalarci ottimi scatti sia outdoor che indoor, anche quando le condizioni di luce non non sono ottime. Sì, chiediamo troppo forse, ma la verità è che siamo pigri e non vogliamo perdere tempo dietro alle impostazioni manuali integrate.

androidpit android camera comparison
La pigrizia prende il sopravvento e l'utente medio tende ad utilizzare la modalità automatica. / © ANDROIDPIT

Effetti integrati

La maggior parte delle foto che scattiamo vanno a finire sui social, Instagram e Facebook in primis, o viaggiano attraverso le chat di WhatsApp, Telegram e Snapchat. Sarà l'inizio dell'estate ma sulle bacheche social è in corso una vera e propria guerra a chi posta la foto più bella ma, prima di cliccare sul tasto pubblica, entrano in gioco gli effetti. In tanti amano prendersi qualche minuto per modificare con app dedicate i propri scatti rendendo più vivaci i colori, bilanciando i contrasti o applicando un effetto retrò in bianco e nero.

Per risparmiare tempo e spazio, evitando di scaricare app dedicate allo scopo, la soluzione migliore è avere a disposizione una fotocamera con effetti integrati direttamente nell'app nativa. Sony e Huawei, per esempio, permettono di inquadrare una scena applicando contemporaneamente diversi filtri uno accanto all'altro selezionabili con un tap. Una soluzione perfetta per chi, come me, non è immune dalla febbre dei social.

Cosa cercate veramente nella fotocamera di uno smartphone?

Ora però tocca a voi condividere con noi le vostre opinioni e farci sapere cosa realmente cercate nella fotocamera di uno smartphone. Al di là di tutte le specifiche tecniche che un comparto fotografico possa o meno offrire, di cosa avete davvero bisogno nell'uso quotidiano che fate della fotocamera?

Cosa cercate veramente nella fotocamera di uno smartphone?
15 Condivisioni

3 Commenti

Commenta la notizia:
  • Ottimo articolo. Personalmente non sono un grande fotografo ma cerco di provarci e avere a disposizione la modalità pro può essere un modo semplice e più intuitivo di imparare. Ormai la tecnologia è a livelli altissimi e i risultati sono impressionanti anche se non si hanno le competenze tecniche per definirsi fotografi. Continuate cosi!!

  • caro sig, carlo,
    io sono un fotoamatore evoluto che passo passo sono arrivato alla full frame.
    capisco benissimo la facilità di usare un cellulare ma quel suo desiderio di un miglioramento
    in poca luce con alti ISO e pura follia. purtroppo con un sensorinio grande come un unghia di un mignolo
    non si può fare miracoli. una buona resa è legata strettamente alla grandezza del sensore.
    pensi che l' APSC (enormemente più grande del sensore del cellulare) e ancora molto inferiore al
    full frame.
    non c'è niente da fare.

  • Sono anche io della parrocchia di chi, ormai considera il proprio smartphone 📱 una macchina fotografica capace di telefonare e navigare. 😊
    Non nascondo che il principale motivo per cui cambio telefono ogni due anni, stia proprio nella volontà di avere una fotocamera 📷 più performante. Scatto foto praticamente ogni giorno e con il mio Note 4 praticamente ho smesso di utilizzare la mia compatta semi professionale.
    Con la luce la qualità delle foto è paragonabile, e sento solo l'esigenza di avere un sensore più sensibile ai bassi ISO, cioè con poca luce, in ambienti chiusi e la sera.
    Le funzioni PRO mi interessano, soprattutto quando mi serve di aumentare il tempo di esposizione, in scatti con il cavalletto, in notturna.
    Infatti aspetto il Note 7 proprio per queste nuove "features".
    Un'altra cosa che attendo, è una maggior reattività dopo la pressione dello scatto, e un tasto hardware dedicato.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK