Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 1 Commento

Android Per Principianti. Cover smartphone: plastica, alluminio, vetro

guida android

Quando si decide di acquistare uno smartphone, sono molti gli elementi da tenere in considerazione. Le specifiche sono sicuramente importanti, ma un ruolo importante è giocato anche dal design e dal materiale di fabbricazione dello smartphone. Dalla consueta plastica si stanno ultimamente facendo strada nuovi modelli in alluminio e in vetro. Ma quali sono le reali differenze -se ci sono? Oggi su Android Per Principianti vi spieghiamo le differenze tra i materiali delle cover degli smartphone.

Plastica

samsung galaxy s3

Uno dei produttori più “fedeli” all'involucro in plastica per gli smartphone è proprio Samsung. La plastica può apparire differente sui vari modelli a seconda della lavorazione, ma in generale dà ai dispositivi un look un po' troppo “cheap”, specialmente quando si tratta di flagship: è il caso della cover in policarbonato del Samsung Galaxy S3. Altri device in plastica, come l'HTC One X, appaiono invece più eleganti. Diamo un'occhiata più da vicino ai pro e i contro di una cover in plastica.

Cover in plastica: vantaggi

Il costo ridotto è sicuramente uno dei vantaggi principali delle cover in plastica. Il fatto che però questo “risparmio” non influisca più di tanto sul prezzo del dispositivo è un altro aspetto da tenere in considerazione. Bisogna poi notare come la plastica risulti più leggera e meno fredda al tatto. Questo materiale è più flessibile di altri, e può quindi deformarsi agli urti, senza però spezzarsi come farebbero altre cover.

Cover in plastica: svantaggi

In termini di specifica resistenza alle cadute, la plastica è più fragile di altri materiali. I segni e i graffi sono inoltre più frequenti che su altri materiali.

Alluminio

5 HTCOne

Il miglior esempio della cover in alluminio è sicuramente l'HTC One, il nuovo flagship che si sta distinguendo per design slim e prestazioni elevate. Questo materiale è in grado di dare allo smartphone un aspetto elegante ma allo stesso tempo resistente. Ecco qui vantaggi e svantaggi della cover in alluminio.

Cover in alluminio: vantaggi

Indubbiamente l'alluminio rappresenta la tendenza del momento in termini di cover, ma l'aspetto estetico non è l'unico elemento a favore. La resistenza di questo materiale lo rende molto utile in caso di urti e cadute, riducendo drasticamente le possibilità di danneggiamento della cover.

Cover in alluminio: svantaggi

Il contatto con l'alluminio può essere un po' spiacevole per alcuni utenti, e in ogni caso questo risulta generalmente più freddo al tatto della plastica. In aggiunta a questo, i device con cover in alluminio sono in genere più pesanti e maggiormente soggetti ad ammaccature, ed anche il prezzo è più elevato.

Vetro

Xperia Z Rueckseite

È stato l'iPhone 4 ad inaugurare l'utilizzo del vetro come materiale per la cover dei device mobili. Il vetro ha dalla sua una qualità estetica superiore, e nuovi dispositivi top gamma come Sony Xperia Z e Nexus 4 lo hanno utilizzato con profitto. Vediamo i pro e i contro di una cover per smartphone in vetro.

Cover in vetro: vantaggi

In confronto alla plastica, il vetro offre sicuramente una maggior qualità e resistenza alla cover. Il vantaggio del vetro è qui quasi esclusivamente estetico. La cover in vetro contribuisce inoltre a garantire resistenza all'acqua, come provato dalla totale impermeabilità dell'Xperia Z.

Cover in vetro: svantaggi

Ovviamente il vetro è piuttosto sensibile alle tracce lasciate dalle dita, e il suo peso è superiore rispetto a quello della plastica. In caso di cadute poi, il vetro mostra più fragilità e sono maggiori le possibilità di graffi o segni permanenti. In caso di riparazioni bisogna mettere in conto spese più salate, poiché il vetro è più difficile da riparare e da sostituire.

E voi cosa ne pensate? A quale cover va la vostra preferenza? Raccontatecelo nei commenti qui sotto!

(Immagini: AndroidPIT, HTC)

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK