Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

4 min per leggere 1 Commento

CyanogenMod: cos'era, cos'è, cosa diventerà

cyanogenmod

CyanogenMod è una delle più amate ROM di tutta la comunità Android. Quando, come capita spesso, un dispositivo è abbandonato al suo destino dal produttore che non rilascia più aggiornamenti, arriva il team di CyanogenMod con una ROM basata sull'ultima versione di Android.

Non solo i vecchi smartphone risorgono a nuova vita, ma grazie alle ROM come CyanogenMod è possibili personalizzarli secondo le proprie esigenze o anche semplicemente installare nuovi temi. Ma le ROM sono anche la prima scelta dei puristi di Android che non hanno acquistato un device Nexus, per liberarsi di Touchwiz, Sense o un'altra delle interfacce proprietarie che i produttori di hardware infliggono ai propri clienti.

Da un paio di giorni è disponibile la versione stabile di CyanogenMod 9, basata su Android Ics e la domanda che viene da farsi è: come è iniziato tutto?

L'uomo dietro le CyanogenMod si chiama Steve Kondik. Nel 2009 ha creato una custom ROM per il primo smartphone Android, il T-Mobile G1, basata sulla versione 1.5 dell'OS di Google. Non si trattava della prima ROM Android in assoluto, ma ebbe così tanto successo che gli altri sviluppatori ne seguirono subito l'esempio.

Con l'esplosione di Android, l'interesse per CyanogenMod sale bruscamente e in particolare nei proprietari di "vecchi" modelli di smartphone che non sono più supportati dai produttori con aggiornamenti ufficiali, che ora hanno un'ottima alternativa al firmware ufficiale del dispositivo.

Nel 2009 il team di CyanogenMod ha qualche problema con Google, visto che fino alla versione 4.1.99 sono molte le applicazioni proprietarie (Android Market, Youtube, ecc.) incluse nella ROM. A causa delle pressioni di BigG Kondike per un periodo smette di svilluppare ROM, almeno finché Google non è viene a più miti consigli e le due parti non trovano una soluzione amichevole a lproblema. Ora le app di Google devono essere installate separatamente su CyanogenMod, ma questo per chi ha flashato la ROM non è un grande problema.

Con la versione 4.2 uscita nel 2009, CyanogenMod si arrichisce di due funzioni che appartengono allo standard Android: il tethering USB e il pinch-to-zoom su browser web e gallery di foto. La ROM di Kondike non è più solo una personalizzazione, ma influisce sullo sviluppo di Android stesso. Nel 2010 esce la quinta versione dove il launcher standard di Android è sostituito con ADW.Launcher che offre più effetti e possibilità di personalizzazione. Nello stesso anno è raggiunto il recordi di 1,5 milioni di smartphone con installato CyanogenMod, ragione sufficiente a pensare una mascotte della ROM. Realizzata con il contributo della comunità, il 4 aprile 2012 Cid – abbreviazione di CyanogenMod ID – ha visto la luce e ha sostituito Bugdroid, a sottolineare la diversità della CyanogenMod versione 9 appena uscita. 

cyanogenmod 9

A proposito di CyanogenMod 9, poco dopo che Google ha rilasciato il sorgente di Android 4.0, verso la fine 2011, il team di CM ha iniziato lo sviluppo di della versione basata su Android 4.0. A causa delle grandi differenze tra Android 2.x e 4.0 tuttavia, il lavoro per preparare questa versione ha richiesto più tempo del previsto e la realease stabile è stata rilasciata il 10 agosto 2012 . Nel frattempo Google ha fatto un altro passo avanti con Android 4.1 e ora l'attenzione del team è interamente rivolta allo sviluppo di CyanogenMod 10, basato proprio su Android 4.1 "Jelly Bean".

In origine era stato progettato di sviluppare anche una vesione di CyanogenMod basata su Android 3.0 Honeycomb, l'Android fatto apposta per i tablet. Peccato che il codice sorgente di Honeycomb sia stato rilasciato da Google solo dopo quello di Android 4.0 ICS, quindi si è deciso di saltare Android 3.0, versione comunque provvisoria di Android.

E tu usi CyanogenMod e se sì, perché? Oppure preferisci una ROM diversa ? Lascia un commento qui sotto e faccelo sapere!

(aritcolo originale di Nico Heister)

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più