Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
6 min per leggere 19 Condivisioni Nessun commento

Un display curvo può fare la differenza: ecco perchè!

Parlare di smartphone con display curvi è diventato piuttosto normale al giorno d'oggi. È stato LG il primo brand ad aprire le porte ad una tecnologia di display flessibili che ha stravolto l'dea tradizionale di schermo piatto, ed è stato poi Samsung a fare il salto verso una tecnologia dual-edge mai vista prima su un dispositivo mobile.

L'impatto visivo di uno schermo curvo, fuori dai canoni tradizionali, è imprescindibile ma cos'altro aggiunge ad uno smartphone? Sappiamo bene che anche l'occhio vuole la sua parte ma, se i display curvi vi hanno finora lasciato perplessi, è arrivata l'ora di fare chiarezza sui reali vantaggi che apportano all'esperienza utente. Potreste rimanere piacevolmente sorpresi dai pro di un display curvo e decidere di mettere da parte i vostri risparmi per il prossimo G Flex 3!

lggflex banana hero
Un display curvo a banana può fare la differenza! / © ANDROIDPIT

Il G Flex è stato il primo smartphone dal design curvo, meglio definibile a banana, che ha incuriosito e lasciato perplessi allo stesso tempo tantissimi utenti. A chi poteva venire in mente di realizzare uno smartphone con un display di questo tipo se non a LG, leader internazionale nel campo della tecnologia degli schermi? Dopo il lancio del G Flex il brand ha continuato a lavorare su questo tipo di display non solo per la linea Flex, che ha visto lo scorso anno il lancio del G Flex 2, ma anche sul più recente LG G4 o su dispositivi di fascia medio-bassa come il Magna. 

Che senso avrebbe per un brand produttore continuare ad optare per delle linee curve se il pubblico non apprezza? I numeri danno evidentemente ragione ad LG che erige il design curvo come elemento caratterizzante dei suoi dispositivi nella sempre più affollata e competitiva giungla degli smartphone. Come ha dichiarato Raffaele Cinquegrana, Product Portfolio Manager di LG, "il design curvo è stato uno dei pilastri fondamentali su cui abbiamo puntato per differenziare i nostri smartphone" e "tale direzione deriva da una combinazione di fattori: studio dell'ergonomia del prodotto, miglioramento della resistenza agli urti ed aspetto estetico".

androidpit lg g flex 2 vs lg g3
Un display curvo non solo come scelta estetica ma anche per garantire una migliore ergonomia! / © ANDROIDPIT

Chi sceglie uno smartphone con un display curvo non opta solo per un design originale ma sceglie quindi un dispositivo più ergonomico e maneggevole, che si adatta in modo naturale al palmo della mano, limitando cadute accidentali, e che permette di ottimizzare l'utilizzo di microfono e altoparlanti. 

Ma non è tutto, un'angolatura curva dello schermo garantisce anche una maggiore resistenza ad urti e cadute soprattutto quando lo schermo è rivolto verso il basso poichè il design concavo permette di attutire il colpo. Certo, quando lo smartphone scivola accidentalmente dal tavolo o dalla tasca dei jeans non si può decidere di farlo cadere con lo schermo rivolto verso il basso ma, effettivamente, quando si verificano questi incidenti, è quasi sempre il display a risentirne e ad andare in mille pezzi (se avete un iPhone in tasca sapete benissimo di cosa sto parlando).

Un display curvo combina ergonomia ed una maggiore resistenza agli urti

È importante evidenziare come il design curvo, che secondo le dichiarazioni di Ciquegrana viene apprezzato particolarmente su display dai 5 pollici in sù, viene studiato e combinato con le esigenze degli utenti per cercare di ottimizzare al massimo le tecnologie implementate. Per fare un esempio, il display IPS Quantum offerto dal G4 è in grado di offrire un maggiore luminosità rispetto al già performante IPS che troviamo sul G3 grazie ai cristalli liquidi di tipo N, oltre a garantire un minor consumo energetico e contrasti superiori del 50%.

Parlando di display curvi non si può non chiamare in causa Samsung che lo scorso settembre ha svelato sotto i riflettori dell'IFA il Note Edge, il primo smartphone con display curvo su un lato. Questo tipo di display è stato realizzato per permettere agli utenti di sfruttare una parte aggiuntiva di superficie ed accedere in modo veloce ed intuitivo ad alcune informazioni e funzioni come, ad esempio, l'orologio, il meteo, e le app preferite. A rendere ancora più funzionale il tutto, la S-Pen integrata, perfetta per il multitasking e per marcare l'appartenenza alla serie Note!

androidpit samsung galaxy note edge review 4
Il Note Edge offre un display curvo laterale che permette di accedere ad app ed altre funzioni! / © ANDROIDPIT

Samsung quest'anno ha superato se stessa, realizzando il Galaxy S6 Edge, il primo smartphone al mondo dotato di display dual-edge, ovvero curvo su entrambi i lati. Ci aspettavamo che sarebbe stato LG a lanciare sul mercato il primo dispositivo con un display di questo tipo visto che al CES di quest'anno aveva mostrato un display OLED di 6 pollici curvo su entrambi i lati con risoluzione di 2560x1440 pixel, ma Samsung è risucito ad arrivare prima.

Anche in questo caso i vantaggi di un display curvo sono legati ad un'esperienza utente migliorata, grazie a delle feature dedicate, oltre che ad un importante impatto estetico che, nel caso dell'S6 Edge, è a mio parere il fattore principale visto che non è possibile sfruttare i due schermi curvi indipendentemente l'uno dall'altro.

Che sia questo il prossimo passo della tecnologia dei display? Potrebbe essere uno dei tanti sviluppi tra i quali sembrano essere in programma, in casa LG, anche display pieghevoli o addirittura arrotolabili dedicati a smarthphone e lettori ebook. Riuscite ad immaginare la comodità di uno schermo pieghevole mentre leggete un libro sui mezzi pubblici? La tecnologia fa passi da gigante e cerca di venirci incontro perfezionando la funzionalità dei dispositivi mobili ed ottimizzandone la resistenza senza trascurare il design.

android samsung galaxy s6 edge test review image 15
Il Galaxy S6 Edge è il primo smartphone ad offrire un display dual-edge! / © ANDROIDPIT

Bisogna però riconoscere che spesso queste tecnologie, soprattutto quando sono nuove sul mercato, si fanno pagare e non tutti sono dispositi a sborsare fior di quattrini per uno smartphone, funzionale e resistente ad urti e cadute che sia. Ne sono in parte una prova i geniali display trasparenti implementati su alcuni frigoriferi di LG che non hanno però avuto tanto successo.

La teconologia dei display avanza forse troppo velocemente rispetto alle reali esigenze dei consumatori o si tratta solo di una questione di tempo? Fateci sapere cosa ne pensate dei display curvi e se, i vantaggi offerti, sono per voi abbastanza convincenti a farvi optare per uno smartphone di questo tipo!

19 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK