Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Recensione 5 min per leggere Nessun commento

Divacore Nomad+ recensione: cuffie semplici ed efficaci

All'IFA 2018 di Berlino, Divacore ha colto l'occasione per svelare alcuni nuovi prodotti. Le Nomad+ si aggiungono alla gamma di cuffie in-ear wireless del marchio. La loro particolarità? Una scatola di ricarica dotata di una batteria da 5000mAh ed il Bluetooth 5.0. Le abbiamo provate per diverse settimane ed ecco cosa ne pensiamo.

 

 

Valutazione

Pro

  • Suono buono
  • Confezione per la ricarica che può essere utilizzata come powerbank
  • Bluetooth 5.0

Contro

  • Deludente autonomia
  • Confezione per la ricarica non molto pratica da trasportare

Divacore NoMad+ – Uscita e prezzo

L'anno scorso, i francesi di Divacore si sono fatti un nome con le loro ottime cuffie wireless AntiPods. Con le sue Nomad+, il marchio non cambia così tanto la ricetta vincente e commercializza delle cuffie ad un prezzo accessibile. Vengono richiesti 119 euro per l'acquisto delle Nomad+, il che le rende particolarmente competitive considerando anche la sua confezione di ricarica dotata di una batteria da 5000mAh che può essere utilizzata anche come batteria esterna. Se non siete interessati alla batteria esterna, allora vi consiglio di scegliere le normali Nomad.

divacore nomad plus 08
La scatola di ricarica può essere utilizzata come powerbank. / AndroidPIT

Divacore NoMad+ – Design e assemblaggio

Esteticamente parlando le Nomad+ non si distinguono dalle sue concorrenti. In realtà è abbastanza difficile farlo per le cuffie in-ear true wireless. Alcuni marchi decidono di copiare lo stile delle Apple AirPods (è il caso ad esempio di Mobvoi con TicPods Free), altri scelgono la semplicità con due sole piccole cuffie. È questa seconda opzione che Divacore ha scelto.

divacore nomad plus 07
Le Nomad+ sono leggere e comode da indossare. / AndroidPIT

Le due cuffie sono realizzate in policarbonato grigio di ottima qualità . Ogni auricolare è dotato di un pulsante cliccabile che si illumina all'accensione o all'accoppiamento (rosso, blu). È possibile utilizzare qualsiasi auricolare per mettere in pausa o far ripartire la riproduzione. Un triplo tocco del dito permette di passare alla modalità "sport all'aperto", che attiva il microfono e permette di sentire tutto ciò che accade attorno a voi, in modo da poter parlare senza togliere gli auricolari.

Una volta all'orecchio, difficilmente li sentirete e non sono molto visibili. Il comfort è molto buono e Divacore fornisce diverse misure di gommini per adattarsi perfettamente ad ogni orecchio, purtroppo, come mi è capitato spesso, a volte ne ho lasciato cadere uno. Consiglio quindi di prestare particolare attenzione al momento dell'inserimento per evitare spiacevoli sorprese, soprattutto se ci si sta allenando. C'è però da dire che questo è un problema con tutte le cuffie true wireless, non solo con questo modello.

divacore nomad plus 02
È possibile controllare la riproduzione dalle cuffie. / AndroidPIT

È importante sottolineare che le Nomad+ non offrono protezione contro l'acqua e la polvere. Non ho avuto problemi durante la corsa ma dimenticatevi qualsiasi attività in piscina.

Divacore NoMad+ – Audio

Come le AntiPods dell'anno scorso, le Nomad+ non deludono in termini di qualità del suono. Senza poter competere con le cuffie da 150 euro o più, le Nomad+ offrono comunque un suono corretto e conforme alla fascia di mercato . Tuttavia i bassi sono fortemente presenti e possono disturbare gli utenti che non sono necessariamente appassionati di questo tipo di suono. Nonostante le medie e alte frequenze siano abbastanza ovattate, la voce si sente chiaramente. Tuttavia, non sono le migliori cuffie per gli appassionati di podcast.

divacore nomad plus 01
Le cuffie forniscono un buon isolamento acustico. / AndroidPIT

Tuttavia non c'è nulla di sbagliato nel volume massimo, che è perfettamente sufficiente. La distorsione del suono rimane limitata e la sincronizzazione del suono wireless è eccellente in questo senso, mentre la presenza del Bluetooth 5.0 permette di godere di una bassa latenza durante la visione di video e di una connessione affidabile nel tempo. Infine, sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'isolamento fornito dalle cuffie in-ear, in assenza di un sistema di riduzione attiva del rumore.

divacore nomad plus 03
Le Nomad+ offrono le stesse prestazioni sonore delle Nomad più la scatola con una batteria aggiuntiva da 5000 mAh. / AndroidPIT

Divacore NoMad+ – Batteria

In termini di autonomia, le Nomad+ non sono tra le migliori. Potete aspettarvi 3 ore di autonomia per una singola ricarica . Si tratta di un livello piuttosto basso e significativamente inferiore a quello delle AntiPods, che offrivano il doppio dell'autonomia. Divacore si difende spiegando che pochi utenti ascoltano i loro dispositivi per più di due ore di fila, una spiegazione simile a quella di Motorola per Z2 Play che affermava che gli utenti preferiscono ricaricare più spesso.

Per compensare questa scarsa durata le Nomad+ offrono una confezione di ricarica dotata di una batteria da 5000mAh che permette loro di estendere la loro autonomia fino a dieci volte quella delle cuffie. È inoltre possibile utilizzare il box come powerbank e ricaricare lo smartphone tramite la porta USB (uscita 5V/2A) ma per ricaricare il box è necessario essere pazienti. La ricarica avviene tramite il cavo micro-USB fornito nella confezione.

divacore nomad plus 06
La confezione di ricarica è piuttosto ingombrante da trasportare e poco pratica da aprire. / AndroidPIT

Infine, una parola sulla confezione che è piuttosto "difficile da aprire" (è infatti necessario forzare un po'), è piuttosto ingombrante e poco pratica da trasportare. Il case è infatti piuttosto pesante (162 grammi). Se l'autonomia non è un problema per voi, allora è meglio scegliere le Nomads che offrono la stessa qualità sonora e una scatola più piccola.

Giudizio complessivo

Per 119 euro le Nomad+ offrono un buon rapporto qualità-prezzo. Chi è alla ricerca di cuffie senza fili di qualità senza svuotare il conto in banca può puntare a questo modello, che tra i suoi punti di forza vanta una confezione di ricarica dotata di una batteria da 5000mAh. I compromessi li troviamo nella minore autonomia rispetto alle AntiPods e nella qualità del suono buona ma non eccezionale.

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati