Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Commento

Dopo gli occhiali, i Google Guanti

google glasses

I Google Glasses non erano abbastanza e allora BigG sta brevettando anche i Google Guanti. Lo riporta il sito Gotta Be Mobile, secondo il quale i guanti di Mountain View sarebbero l'accessorio perfetto da abbinare ai famosi occhiali.

I Google Gloves, così sono già stati ribatezzati, sarebbero un concentrato di sensori: giroscopio, bussola, accelerometro, sensori di prossimità, nonché delle microcamere posizionate all'altezza dei polpastrelli... il tutto coordinato da una CPU. I guanti sarebbero anche equipaggiati con una memoria locale e naturalmente una connessione wireless per comunicare con altri dispositivi. Si tratta insomma di un computer indossabile.

Videocamere sulle dita

Le videocamere “in punta di dita” potrebbero servire come lente d'ingrandimento: basterebbe avvicinare il polpastrello a quello che si vuole vedere più grande e l'immagine potrebbe apparirci davanti grazie alla realtà aumentata o semplicemente sullo schermo di smartphone o tablet oppure potremmo semplicemente mettere un dito sotto al letto per vedere se le chiavi ci sono cadute proprio lì...

Addio a mouse joypad

I sensori incorporati potrebbero aprire una nuova era delle interfacce. Se già Kinetic di Microsoft aveva impressionato, la possibilità di interagire con il software attraverso un semplice movimento di un dito potrebbe permettere cose strabilianti. Le applicazioni di un'interfaccia di questo genere potrebbero essere infinite: si va dai videogiochi, dove buttati via controller e joypad si potrebbe simulare tutto con il solo movimento delle mani, fino al campo medico dove potrebbero essere provate operazioni chirurgiche complesse prima su pazienti virtuali e poi su quelli veri. Un'altra applicazione potrebbe essere la traduzione in tempo reale del linguaggio dei segni, che potrebbe permettere a chi non lo conosce di comunicare con sordomuti senza alcuna fatica.

In coppia con gli occhiali

L'aspetto più affascinante è senza dubbio quello delle possibilità date dall'uso dei guanti insieme a quello degli occhiali. Non ci sarebbe bisogno di nessun bottone sui Google Glasses per poterli sfruttare completamente: basterebbe per esempio avvicinare indice e pollice come si fa su un touchscreen, ma qui per zoomare su un oggetto reale. Oppure con un movimento dell'indice si potrebbero scrollare l'elenco degli aggiornamenti di Facebook o le news che ci gallaeggiano davanti mentre siamo in autobus o in ascensore.

 

(Immagine: gottabemobile.com)

 

Fonte: gottabemobile

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK