Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

Google Allo è finalmente disponibile al download! Nonostante non sia ancora possibile scaricarlo direttamente dal Play Store, è possibile mettere mano all'APK. Scoprite nella nostra recensione cosa offre la nuova app di messaggistica di Google!

Google Allo: come installarlo

Google ha rilasciato Allo, l'app di messaggistica istantanea che va ad affiancare Duo, il servizio dedicato alle videochiamate. Per colmare la latitanza di Allo su Play Store vi avevamo fornito l'APK per testare sin sa subito le nuove funzioni 

Ma da qualche ora trovere l'app anche sui canali ufficili!

Dopo avere installato l'app è necessario specificare il numero di telefono utilizzato dall'utente. Vi verrà poi chiesto di scattare un selfie per utilizzare lo scatto come foto profilo (si tratta di un passaggio opzionale). L'app si collega automaticamente al vostro profilo Google, un passaggio necessario per sfruttare Google Assistant. Dal menu delle impostazioni potrete disinstallare il vostro account in qualsiasi momento.

Allo ITA
Ecco a voi Google Assistant! / © AndroidPIT

Nella schermata troverete subito disponibile Google Assistant, in una Preview Edition, che risponderà alle vostre domande e vi darà una mano a trovare ristoranti e tanto altro. È possibile interpellare l'Assistente di Google all'interno di una chat privata semplicemente digitando @google.

Potrete poi invitare con un messaggio i vostri contatti ad utilizzare l'app (vi compariranno anche i vostri contatti Hangouts che hanno specificato il proprio numero di telefono). 

Google Allo: chat, modalità incognito e risposte automatiche

Alla base di qualsiasi funzione vi sono le chat, comprese quelle di gruppo. È inoltre possibile inviare messaggi vocali. Google ha poi deciso di mettere a disposizione una serie di adesivi che permettono di comunicare stati d'animo di diverso tipo. Conversando in inglese l'app propone una serie di risposte automatiche selezionabili con un semplice tap.

incognito
Su Allo è possibile chattare in incognito! / © AndroidPIT

Le chat in incognito non permettono a Google di mettere mano alle vostre conversazioni che non vengono salvate sui server. È possibile definire il tempo di vita di una chat: da 5 secondi ad una settimana, dopodiché le vostre conversazioni si autodistruggeranno. All'interno delle chat con modalità incognito non è possibile chiamare in causa Google Assistant.

Google Allo introduce Google Assistant

Google Assistant è il fulcro di Allo. In Italia, tuttavia, non è al momento possibile sfruttarne le capacità solo utilizzando l'inglese. Inserendo alcune parole in italiano l'Assistente di Google, in alcuni casi, è comunque capace di fornire risultati adeguati.

ANDROIDPIT allo review 1
Google Assistant parla inglese (per ora). / © Screenshots: ANDROIDPIT

I pieni servizi dell'Assistant richiedono il collegamento ad un account Google, un passaggio che avviene in automatico durante l'attivazione del servizio. Nella schermata Le mie attività potrete dare un'occhiata a tutte le info del vostro account Google dove troverete anche le attività legate a Google Assistant. Considerato il modo in cui funziona Assistant non vi è nulla di cui sorprendersi ma è importante esserne al corrente.

Per accedere a Google Assistant vi sono due modi: chattare privatamente con lui o chiamarlo in causa mentre si chatta con un altro contatto. Potrete chiedere all'Assistant ciò che desiderate, per il momento solo in inglese. I comandi vocali, per ora, non sono particolarmente efficaci.

Il chatbot Assistant , almeno per adesso, non è abbastanza potente e neppure l'interfaccia riesce a convincermi. Il punto è: perché dovrei aprire la chat con Google Assistant per cercare alcune informazioni invece che farlo attraverso l'app di Google? Capisco l'utilità all'interno di una chat con un altro contatto, ma meno la necessità di conversare separatamente con l'assistente. Si tratta però di una questione personale legata all'utilizzo che ognuno fa di app di questo genere.

ANDROIDPIT allo review 3
Google Allo offre una serie di simpatici adesivi da condividere in chat! / © Screenshots: ANDROIDPIT

Digitando @google mentre conversate con un amico potrete avere le risposte a qualsiasi domanda. Le vostre richieste saranno visibili a tutti i partecipanti della chat, così come le risposte. Vale la pena ricordare che quella disponibile al momento è solo un'anteprima di Google Assistant. Anche dissociando il vostro account Google da Allo potrete affidarvi all'Assistant per le vostre ricerche ma non potrete ricevere informazioni legate ai vostri appuntamenti nel calendario (una funzione che durante il nostro test, in realtà, non ha funzionato neppure con l'account associato).

Chi utilizza Google Allo?

Nessuno. Potrebbe non piacervi ma è un dato di fatto. Ad oggi solo alcuni dei miei colleghi di AdnroidPIT sono pervenuti nella lista dei miei contatti. Probabilmente la situazione non cambierà poi tanto quando l'app sarà disponibile sul Play Store. Lo stesso destino è toccato a Duo del resto: solo alcuni amici appassionati di tecnologia lo hanno installato. Ho il sospetto che accadrà lo stesso con Allo. Il motivo per cui le funzioni di Google Assistant non siano state integrate in una nuova versione di Houngouts rimane un mistero. 

Limiti di Google Allo

Allo è limitato ad uno smartphone. Ciò significa che se sostituirete il vostro dipositivo dovrete attivare nuovamente l'account. Non sembra essere disponibile un backup delle chat in cloud e la cronologia delle chat scompare senza alcun avviso. Dovrete reimpostare l'immagine profilo del vostro account e, nonostante le chat di gruppo vengano visualizzate, sono ahimè vuote. Reinstallando Allo sul vecchio tlefono, ricomparianno anche le vecchie chat.

HK
Hans-Georg Kluge
Allo e le sue funzioni non sono convincenti
Cosa ne pensi?
33 votanti
50
50

Google Allo: il primo verdetto

Allo offre alcune interessanti caratteristiche. Come app di messaggistica istantanea non propone in realtà qualcosa di veramente nuovo: Google Assistant è interessante ma raramente porta un valore aggiunto al servizio. Ho dato un'occhiata alle mie vecchie conversazioni su WhatsApp e su altre app di messaggistica per capire quando, effettivamente, sarebbe potuto entrare in gioco Google Assistant. Non ho trovato neppure una conversazione nella quale mi sarebbe stato utile. 

Gli adesivi sono belli e le funzioni offerte dalla chat sono sufficienti per affiancare WhatsApp ed altre app simili. L'anteprima di Assistant probabilmente non riuscirà ad attrarre molti utenti. Dopo aver testato Allo ci siamo chiesti: perché Google ha sviluppato questo nuovo servizio di messaggistica?

Vi siete posti la stessa domanda? Qual è la feature che trovate più interessante?

2 Commenti

Commenta la notizia:
  • Stesso problema di molti, ovvero che non ho nemmeno un contatto che ha allo/duo, quindi.... Per ora apprezzate ma inutili

  • Al momento posso solo constatare che Google Assistant è veramente fico (e sicuramente migliorerà quando sarà in italiano). Per il resto non saprei proprio con chi chattare....mi sento come una particella di sodio nell'acqua Lete!!!

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK