Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 1 Commento

Facebook punta al mercato delle applicazioni - e lancia l'App Center

App Center FB

 Che Facebook si sia lasciata inspirare da AndroidPIT? Almeno il nome della nuova piazza per le applicazioni è a dir poco simile. La colossale rete sociale con il suo "App Center" ha intenzione di unire su un'unica piattaforma il mercato delle applicazioni per iOS e Android. Nel blog per gli sviluppatori di Facebook viene annunciato "nelle prossime settimane sarà possibile accedere all'App Center dalla rete web o attraverso le applicazioni Facebook iOS e Android".

Focus sulle "applicazioni sociali" d'alta qualità

App Center FB centro

Le linee guida di sviluppo per l'App Center si possono leggere abbastanza chiaramente. Prerequisito per l'inclusione nell'App Store di nuova concezione è che le applicazioni abbiano un'alta qualità e dispongano di un login per Facebook. L'alta qualità viene stabilita dagli utenti stessi o dedotta dalle loro valutazioni. Applicazioni, giudicate negativamente, non saranno affatto prese in considerazione da Facebook, o rimosse successivamente.

Con l'App Center Facebook si propone di prendere due piccioni con una fava. Da un lato, aprirsi a nuove fonti di reddito, dall'altro porta a casa propria i migliori sviluppatori, che insieme all'applicazione sull'App Center dovranno anche aprire pagine e profili per sé e l'applicazione. Su queste pagine sarà garantita la possibilità di interagire con gli utenti, quindi altra acqua per il mulino di Facebook, che punta incrementare così ulteriormente il movimento e il traffico sulla sua piattaforma.

App Center FB sotto

Il sistema di pagamento di Facebook disponibile anche per gli sviluppatori - con la flatrate

Un altro punto, che dovrebbe garantire ulteriori vantaggi a Facebook, è la volontà di offrire agli sviluppatori l'opportunità di poter vendere il loro software sul nuovo App Center. Qui Facebook non sembra tanto essere interessata semplicemente alle vendite delle applicazioni in quanto tali, ma piuttosto al fatto che gli clienti dovranno comprare monete Facebook, che poi potranno essere utilizzate nei modi più svariati nel vasto universo Facebook.

Un'altra sorpresa è che sembra essere abbastanza probabile si voglia offrire un'opzione forfettaria. Come apparirà il programma, non è stato ancora reso noto da Facebook. Quel che è certo è che Mark Zuckerberg cerchi in questo modo di colpire in una botta sola Apple, Android e Amazon. È concepibile che ora, nei piani alti di Zuckerberglandia, ci si proponga di mettere insieme una discreta comunità di clienti che cercano applicazioni per la telefonia mobile, e poi tra qualche mese - con calma - di introdurre sul mercato il proprio telefonino Facebook. Con milione di contenuti già venduti, sarebbe ovviamente tutto molto più facile ...

 

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK