Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

WhatsApp: una falla permette di intercettare le vostre conversazioni

Check Point Software Technologies, una società israeliana che si occupa di cyber security, ha individuato una falla su WhatsApp che consentirebbe di intercettare e modificare i messaggi all'interno delle chat. Insomma, la sicurezza delle vostre preziose conversazioni, non è così sicura come pensate.

Spunta di nuovo fuori il problema sicurezza, stavolta legato a WhatsApp, l'app di messaggistica istantanea utilizzata da 1,5 miliardi di utenti. Tanti. E così tanti utenti ogni giorno mettono in circolazione circa 65 miliardi di messsaggi. Tantissimi. Messaggi che contengono informazioni di diverso genere, foto, video e perfino dati sensibili.

Check Point Research ha scovato una falla nel codice di WhatsApp che consentirebbe di intercettare e modificare i messaggi inviati in chat, private e gruppi. Una falla che potrebbe mettere a rischio la sicurezza degli utenti perché, oltre a favorire la diffusione di fake news, consente di estorcere dati sensibili fingendo che il messaggio sia stato inviato da un contatto di fiducia.

Il video sotto spiega nel dettaglio cosa questa falla sia in grado di fare:

La falla consentirebbe quindi di intercettare i messaggi in entrata e di modificarli, creare false citazioni modificando l'identità dell'utente ed inviare messaggi privati all'interno di un gruppo visibili solo alla "vittima".

Tuttavia è possibile verificare se un messaggio citato è reale cliccandoci sopra. La chat dovrebbe "saltare" al messaggio originariamente inviato. Se il messaggio non proviene dalla persona designata o è stato eliminato, non accadrà nulla.

Cosa ha intenzione di fare WhatsApp?

Check Point Research ha informato WhatsApp del problema che ribadisce come il sistema di crittografia dei messaggi implementato nell'app, dovrebbe proteggere le conversazioni scambiate nella piattaforma. Secondo quanto riportato da New York Times, WhatsApp non avrebbe intenzione di riparare la falla perché creerebbe un maggiore problema di sicurezza richiedendo la copia di tutti i messaggi ti testo per verificarne l'accuratezza delle citazioni.

Fortunatamente sembra che, per il momento, nessun utente sia stato effettivamente vittima di questa falla di sicurezza.

Dobbiamo fidarci?

Fonte: CPR

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati