Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Foxconn: profitti in calo per colpa di Apple e le sue scarse vendite
Apple iPhone XR Hardware Apple 2 min per leggere Nessun commento

Foxconn: profitti in calo per colpa di Apple e le sue scarse vendite

Nonostante i primi rapporti del mese scorso abbiano suggerito che i ricavi Foxconn sarebbero rimasti sostanzialmente stabili nonostante le deboli vendite degli ultimi iPhone, oggi il produttore cinese ha annunciato un forte calo delle entrate relativo al mese di dicembre.

Dopo dieci mesi consecutivi di entrate in crescita, Foxconn ha purtroppo dovuto annunciare che i suoi ricavi sono diminuiti dell'8,3% su base annua, riferendosi naturalmente al mese di dicembre 2018. Secondo l'azienda, questo calo è principalmente attribuibile ad un calo della produzione di "alcuni prodotti della categoria consumer". Prevedibilmente, la multinazionale non ha voluto individuare un particolare prodotto come causa del problema, ma è chiaro che una delle maggiori cause di questo deficit di entrate è probabilmente colpa di Apple.

foxconn
Anche Foxconn non se la passa benissimo ultimamente! / © Milwaukee Independent

Infatti, per tutto il mese di novembre, il gigante di Cupertino avrebbe tagliato più volte la produzione dei suoi ultimi iPhone a causa di un netto calo della domanda, oltretutto recentemente confermata. E considerando che Foxconn attualmente produce la maggior parte dei prodotti della mela, un calo delle entrate monetarie erano in definitiva inevitabili, nonstante il produttore possegga altri clienti nel suo ventaglio.

Guardando avanti, sembra che i numeri di Foxconn possano calare ulteriormente, in quanto si prevede un altro taglio della produzione di iPhone. E a peggiorare le cose, sembra che Apple potrebbe presto trasferire buona parte della sua produzione a Pegatron, altro famoso assemblatore, nella speranza di evitare ulteriori divieti di vendita, oltre ai ban già ricevuto in Cina e Germania.

Fonte: Phone Arena

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica