Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
7 Condivisioni 9 Commenti

I regali di Natale più inutili dal mondo Android

Siete nel panico prenatalizio e non sapete che regali fare? Mantenete la calma e, non prendete decisioni affrettate. Ci addentriamo nelle zone più fosche di Android, dove l'inutilità regna sovrana, ed illustriamo i gadget più inutili e insensati reperibili per Android, di modo che la mattina di Natale, non vi balenino strane idee nel cervello.

Siamo in un'era relativamente nuova dove, sia a livello software che hardware, è possibile creare nuove tecnologie con poche risorse. I risultati sono spesso geniali e sorprendenti, ma a volte le cose non vanno come dovrebbero, forse perchè già l'idea che sta a monte è assolutamente improponibile. Ecco qui quindi le idee regalo più farlocche del 2015.

Androidpit Gadjets 2
Questi sono gadget intelligenti, ma gli altri... / © ANDROIDPIT

Hoodie Pillow: un cuscino...che fa da cappuccio?

Ecco un gadget che mancava e di cui tutti, ma proprio tutti, sentivamo il bisogno! Hoodie Pillow è un cuscino con un cappuccio di felpa incorporato. Già qui ci potremmo fermare e cominciare e ridere, ma abbiamo appena iniziato, sì, perchè questo gadget fondamentale ha: una piccola tasca sul lato del cuscino, nella quale può essere riposto lo smartphone, e degli auricolari incorporati nel cappuccio!

Fremo dalla gioia! Avete capito che geniale associazione? Dopo una dura di giornata di impegni, arriva finalmente il meritato riposo e cosa c'è di meglio se non mettere la testa in un cappuccio ed addormentarsi accompagnati dalla playlist salvata nel vostro smartphone? I maligni diranno che, se proprio ci si volesse riposare o addormentare così, basterebbero dei banalissimi auricolari. Stolti! Con Hoodie Pillow, se ci si gira nel sonno, ci si può anche strangolare!

hoodiepillow
Nemmeno lei sembra particolarmente contenta / © HoodiePillow

Jeans con comparto dedicato allo smartphone...follia?

La rivoluzione! I Delta 415 sono dei jeans dotati di tasca per lo smartphone. Non fate quelle facce perchè stiamo parlando della tasca 2.0, dove lo smartphone può essere non solo riposto, ma anche utilizzato, senza che la vostra mano faccia la faticaccia di estrarlo dalla tasca. Questi pantaloni hanno un comparto che ricorda molto la fondina della pistola di Robocop. Con una zip si apre il comparto per il telefono che è pronto ad essere utilizzato grazie ad una speciale plastica che permette l'uso del touchscreen.

Certo, prendere il telefono da una normale tasca per usarlo richiede la metà del tempo, ma la figura che farete con parenti e amici ve la ricordere per un bel po' di tempo. Disponibile anche un piccolo buco per far passare il cavo degli auricolari da sotto la tasca di modo che vi incastrerete ancora di più quando vorrete togliervi i maledetti jeans. Purtroppo, sembra che i Delta 415 siano fuori catalogo, ma i governi di tutto il mondo si uniranno per far si che il mondo sia di nuovo dotato di questo prodigio.

Corsia per “smartphonisti”

A proposito di governi, perchè non andate nel municipio del vostro comune e non proponete di introdurre una corsia per chi scrive con lo smartphone? Quando vi prenderanno per pazzi voi rispondere che quella che diventerà presto la prima economia al mondo lo sta già facendo! La Cina, subito imitata dalla Thailandia, ha introdotto sui marciapiedi di alcune città una corsia riservata a tutti quelli che sono così presi nell'uso del loro smartphone che possono rappresentare un pericolo per gli altri e per se stessi.

A tutti è capitato di dover evitare uno zombie con la testa china nel suo smartphone, ma ora tutti i problemi di viabilità urbana sono risolti. Resta da chiarire se saranno introdotte delle corsie di sorpasso, se le vie saranno prive di barriere architettoniche (come quei fastidiosi pali della luce) e quali saranno le eventuali sanzioni e multe che la polizia androidiana sarà costretta ad infliggere, ovviamente con notifiche via app...

Bastone per selfie, una maledizione

Dai, inorridiamo tutti insieme. Intanto i luoghi turistici di tutto il mondo continuano ad essere inquinati da folle di persone che appendono il proprio telefono ad un bastone, per farsi una selfi lo svincolo della tangenziale sullo sfondo. I tempi in cui si fermavano i passanti per chiedere una foto, sembrano essere ormai lontani e chissà quante storie d'amore non iniziano oggi perchè la gente è munita di un assurdo bastone.

Queste persone, evidentemente terrorizzate da un normale scambio sociale con altri essere umani, stanno facendo la fortuna dell'azienda giapponese, che ha per prima proposto questo gadget. Già il selfie in sé è parecchio discutibile, ma farsi un selfie a due metri di distanza tramite un bastone significa proprio che l'umanità è allo sbando.

Selfie Sticks Amazon
Che fortuna eh? / © Lacoon

Popdesk...popchè?

Accidenti, che intuizione. In qualche scantinato di una provincia asiatica, due giovani sognatori pensavano e pensavano a come rivoluzionare il mondo degli smartphone, finché a uno dei due è venuta un'illuminazione: “Perchè non fare un salto indietro di 20 anni e togliere allo smartphone tutte le comodità di cui dispone?”. Il risultato è Popdesk: un dock che permette di connettere lo smartphone ad una cornetta con cavo. Nulla più.

A tutti mancano quei momenti in cui bisognava alzarsi dal divano per rispondere al telefono, che era posto all'ingresso di casa. Con questo gadget è tutto risolto, lo smartphone ritorna ad essere un banale telefono in grado solo di chiamare e ricevere chiamate, il tutto con fili, in modo da non essere MAI troppo comodo e portatile.

popdesk hero
Calmi calmi, è disponibile anche per Android / © Popdesk

Flower Power: un gadget per hippie?

“Ascolta le tue piante” dice la pubblicità di Flower Power ,che altri non è che un sensore di umidità collegato ad un'app installa sullo smartphone. Lo scopo di questo gadget è quello di avvisarci quando è il momento di annaffiare le nostre piante. Utile! Peccato che funzioni solo nel terriccio di una sola e singola pianta alla volta e che il costo a pezzo è di 40 euro. Esattamente lo stesso prezzo che serve a ripopolare di piante casa nostra ogni mese.

TV Hat: per chi desidera trasformarsi in ornitorinco

TV Hat è senz'altro stato creato dai maggiori geni del marketing. In principio l'assurda idea di TV Hat era quella di prendere un normale cappello con visiera, cucire sotto la visiera un telo oscurante, connesso a dei sostegni, per appendere lo smartphone ed avere il nostro cinema privato. Una delle idee più cretine di sempre.

Ma ai vertici dell'azienda che produce questo fenomenale gadget c'è qualcuno che non demorde e così non ha cambiato nulla del suo prodotto, bensì ha cercato una nuova clientela. Esatto, perchè ora TV Hat è destinato specificatamente a tutti quelli che non riescono a fare a meno di vedere zozzerie su internet, anche se si trovano per strada! Privacy garantita per tutti!

tvhat
Gli vedranno solo la tua enorme pappagorgia / © TvHat

Cosa ve ne pare di questi gadget? Ne conoscete altri assurdi?

Originariamente di Kike Santamaria su Androidpit.es

9 Commenti

Commenta la notizia:
  • per un attimo pensavo volessi mettere anche bb8 xD
    sarei tornato a Berlino solo per cercarti e farti male :')

    comunque sono tutti inutili, ma il cuscino con il cappuccio è fighissimo ^^

  • Oltre al danno morale del bastone da selfie, io aggiungerei anche il rischio elevato di mortalità del telefono (esperienza personale) che, se il bastone non tiene bene il telefono, in qualche secondo da uno schermo curvo passi a uno schermo rotto, non so se mi spiego. CADE, mer**, CADE; a me è caduto l'S3 mini per fortuna ma certo con l'S6 Edge non lo useró mai, ste cose baracchine. Mah.
    Comunque bell'articolo Daniele :)

  • Se non avessi una buona stima di te direi che ci stai prendendo tutti in giro. Mi sembra quasi assurdo che possano esistere cose del genere. Solo due appunti, prima di fare una corsia per gli smartphone, direi che nei comuni italiani occorrerebbe fare piste ciclabili e soprattutto marciapiedi adeguati anche a coloro che purtroppo sono diversamente abili. Sarebbe un vero sinonimo di civiltà.
    La seconda cosa è quella cornetta vicino allo smartphone, in un certo senso potrebbe diminuire le radiazioni assorbite, pur avendo utilità relativa dal momento che esistono altri metodi

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK