Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Google accontenta l'UE lasciando agli utenti maggiore potere decisionale
Google 2 min per leggere 1 Commento

Google accontenta l'UE lasciando agli utenti maggiore potere decisionale

Dopo le sanzioni imposte dall'Unione Europea, Google non vuole più altri contrattempi e implementerà una nuova funzione in tutti i dispositivi Android: saranno gli utenti stessi a scegliere il browser e il motore di ricerca che vogliono utilizzare. Per il momento, questa misura interesserà solo i Paesi europei.

Nel luglio 2018, l'Unione Europea ha ritenuto che Google stesse approfittando della posizione dominante di Android in Europa per potenziare i servizi dell'azienda. Fino ad allora, se i produttori volevano integrare Google Play nei loro terminali, dovevano includere anche altre applicazioni come Google Chrome.

Per questo motivo, Bruxelles ha multato di 4,3 miliardi di euro la grande G, la più alta nella storia dell'UE. Questa sanzione si è aggiunta a quella del 2017, per il modo in cui Google ha favorito le ricerche sulla sua piattaforma Google Shopping.

AndroidPIT Google chrome tips 2
Passerete ad un altro motore di ricerca? / © AndroidPIT

Dopo queste sanzioni, Google ha riconsiderato e cambiato il sistema di licenze per i produttori, in modo che possano scegliere se installare o meno alcune applicazioni dell'azienda di Montain View. Inoltre, Google ora informerà gli utenti sulle opzioni di cui dispongono per la scelta di un browser web o di un motore di ricerca. Per il momento non sappiamo come lo farà, né quando questa misura entrerà in vigore.

In una dichiarazione ufficiale, Google riferisce su come svilupperà queste nuove pratiche: "Faremo di più per garantire che i proprietari di dispositivi Android siano consapevoli della grande varietà di browser e motori di ricerca disponibili per il download. Ciò significa chiedere agli utenti nuovi ed esistenti in Europa quali browser e applicazioni di ricerca vorrebbero utilizzare", il che significa che questa misura non riguarderà solo gli smartphone nuovi ma anche quelli già in circolazione.

Nonostante questi cambiamenti, Google continua a dissociarsi dalle accuse di monopolio, spiegando che ogni utente è sempre stato libero di scegliere quale browser utilizzare: "Sui telefoni Android, si è sempre stati in grado di installare qualsiasi motore di ricerca o browser che si desidera, indipendentemente da ciò che viene pre-installato sul telefono quando lo si acquista. Infatti, un tipico utente di un telefono Android installa in media circa 50 applicazioni aggiuntive sul suo telefono".

Cosa ne pensate di questa misura? Farà perdere utenti a Chrome?

Fonte: Google

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Ha ragione Google, sono o no capaci di installare Whatsapp o Facebook o altro? Sì, quindi possono farlo anche con Firefox & C.. Piuttosto, su alcuni smartphone le Gapps non sono rimovibili (se non tramite ADB), questo andrebbe corretto.