Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

È arrivata la stagione in cui le compagnie rendono pubblici i loro bilanci per il terzo trimestre dell'anno. Lo stesso avviene per Google, che però oggi ha pubblicato i dati sul suo sito in anticipo sulla chiusura di Borsa. Con risultati catastrofici per le sue azioni.

Come si evince dal grafico in apertura, le azioni di Google in Borsa hanno avuto una caduta verticale a partire dal momento in cui è trapelata la notizia, fino ad arrivare a una sospensione del titolo per eccesso di ribasso. Questo picco negativo è stato causato dai risultati deludenti dell'ultimo trimestre: -20% di profitto rispetto al terzo trimestre 2011.

Google ha quindi mancato le previsioni degli analisti per il suo terzo trimestre, arrivando con i suoi profitti a “soli” 2,78 miliardi di dollari -l'attesa degli analisti si attestava su 3,08-, e riducendo il suo fatturato netto da oltre 14 miliardi a 11,3. Da registrare in questo dato come 505 milioni di perdita siano da mettere a bilancio dell'azienda “satellite” Motorola, la cui acquisizione di Agosto ha comunque collaborato a incrementare il fatturato di Google.

Riguardo a questo -20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le cause sembrano essere molteplici. Certo le performance non ottimali di Motorola hanno giocato un ruolo importante per le perdite di Google, ma l'aspetto più preoccupante sembra riguardare il crollo del costo pubblicitario per click, attestato a -15% sui valori del 2011. Ironicamente, sembra che per Google i problemi arrivino dal numero sempre più elevato di click provenienti da dispositivi mobili piuttosto che da pc: questi click generano infatti meno profitti, e, come se non bastasse, pare che allo stato attuale provengano più da iOS che da sistemi basati su Android.

Google è in pericolo? Per il momento non sembra, aldilà della momentanea caduta in Borsa. Anche alla luce di questa perdita i profitti si mantangono comunque consistenti per il colosso di Mountain View. Per citare le parole del fondatore Larry Page su questo trimestre difficile, “il fatturato aumenta del 45% ogni anno e dopo soli 14 anni di esistenza Google è stata in grado fatturare più di 14 miliardi in un trimestre. Concentriamoci sull'offrire un'esperienza di Google che sia bella, accessibile e intuitiva su tutte le piattaforme”.

2 Commenti

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK