Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione 2 Commenti

Google imporrà ai produttori di dispositivi le ultime versioni Android?

Le vecchie versioni di Android potrebbero avere i giorni contati, almeno secondo le ultime indiscrezioni rilasciate da Android Police in base alle quali Google potrebbe certificare solo i nuovi dispositivi con installate versioni più recenti del sistema operativo. In caso contrario non sarebbero provviste di Google Market Suit (GMS), che include l'accesso al Play Store e tutti i servizi di Google.

google oems
© AndroidPIT

Dal noto blog americano è trapelato un documento che evidenzia una serie di scadenze volute da Google: quest'ultima potrebbe infatti non concedere le licenze in caso non venissero rispettate le deadline prefissate. Ciò potrebbe tagliare fuori molti piccoli produttori di smartphone e tablet.

Lo scopo è quello di assicurarsi che i produttori non presentino nuovi dispositivi con preinstallata una versione del sistema operativo sorpassata. Il termine previsto dopo l'ultimo aggiornamento del software è di 9 mesi. Se dopo questo periodo il marchio non ha implementato l'ultima versione di Android non sarà possibile utilizzare applicazioni come Gmail, Chrome, Google+ e, cosa che spaventa di più, Google Play Store.

Al momento la versione più bassa è Android 4.2 (Jelly Bean), questo requisito durerà sino al 24 aprile, ma da quel momento all'inizio di agosto tutti i nuovi dispositivi dovranno montare Android 4.3 (o superiore) e dal 31 luglio Android 4.4. Kitkat. 
E cosi ogni 9 mesi.
La parte positiva è che tutti i produttori saranno forzati a vendere smartphone aggiornati, inoltre la certificazione GMS può essere ottenuta diversi mesi prima, quindi la gamma sarà molto più ampia.

Che succederà con i piccoli produttori?

Come anticipato chi ne pagherà le conseguenze non saranno certo le grandi brand come Sony, HTC o Samsung, bensì le piccole compagnie e varie case produttrici di dispositivi cinesi che rappresentano comunque una grossa fetta di mercato. 
Raramente i dispositivi prodotti dalle società appena accennate montano l'ultimo aggiornamento Android, sicuramente troppo costoso.
Cosa dovremmo quindi aspettarci? Probabilmente i device non avranno a disposizione Google Play Store e altre applicazioni o aumenteranno di prezzo?

Un altro inconveniente è che non tutti i processori attuali supportano le ultime versioni di Android.
Se Google dovesse confermare i rumor, l'intero mercato Android potrebbe subire importanti cambiamenti. Cosa ne pensate? Siete a favore delle scadenze che Google potrebbe presto imporre?

2 Commenti

Commenta la notizia:
  • non dovrebbe uscire il 4.4 all'inizi di aprile?

    • Ciao Nicola, nell'articolo facciamo riferimento al fatto che (secondo la tabella presentata da Android Police) i dispositivi presentati dopo il 31 luglio debbano montare Android 4.4 e non versioni precedenti.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK