Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
6 min per leggere 4 Condivisioni 1 Commento

Google Nexus 10, il primo test

Il mio nuovo Nexus 10 a 32 GB è arrivato stamattina per posta, idealmente per sostituire il mio iPad 3. Questo per lo meno è il mio piano, ma ora bisogna vedere se il nuovo tablet di Google ne abbia davvero le capacità. Cosa mi è parso dalla prima impressione? Assolutamente sì!

Design, lavorazione, peso

Il Nexus 10 è molto meglio dal vivo rispetto che in foto, e non sono solo io a dirlo: tutta la nostra redazione ne è convinta, e siamo tutte persone esperte e abituate a testare e recensire i nuovi device. Il retro del dispositivo è rivestito in tessuto sintetico che gli dà un aspetto molto ricercato, anche più di quello che possano mostrare queste foto.

Anche solo il fatto che il materiale non sia freddo al tatto, dimostra ampiamente come il device non sia fatto di alluminio levigato. Il materiale sintetico poi rende il device molto meno scivoloso in confronto all'iPad 3. La tavoletta da 8,9 mm di spessore sta comodamente in una mano, senza pericolo di uno scivolamento imprevisto.

Il retro del Nexus 10 è rivestito in materiale sintetico e dal design molto rifinito

Con i suoi 603 grammi, il Nexus 10 è di 50 grammi più leggero dell'iPad – sembra una differenza da nulla, ma ha il suo “peso” quando si deve sorreggere il device per lunghi periodi. In ogni caso, per essere un 10'' il dispositivo mi è parso molto leggero.

Sul design non mi dilungherò: basti dire che è ai livelli dell'iPad, e non ho rintracciato difetti di sorta né imperfezioni di alcun tipo. Da Samsung comunque era lecito aspettarsi un device dal design di qualità assoluta.

Gli altoparlanti permettono di riprodurre un suono pieno e corposo

Display e altoparlanti

Il display è sorprendente. Non avevo ancora visto un device Android ad una risoluzione tanto elevata. I 2560 x 1600 pixel per 10'' di schermo rendono il dispositivo veramente unico nel panorama dei tablet. Il device è dunque estremamente adatto a navigare in Internet o a guardare film in HD.

Comunque qui non ho riscontrato a occhio una grande differenza con l'iPad 3 (2048 x 1536). Nonostante l'altissima risoluzione del Nexus 10, devo dire che su entrambi i dispositivi ho sperimentato tanto un'ottima trasmissione delle immagini quanto un buon angolo di visione e ottima reattività della superficie del display.

Il Nexus 10 si può tranquillamente tenere in una mano senza coprire lo schermo

Quello che un po' mi disturba sul Nexus 10 è la grandezza dei bordi, molto più ampi e meno eleganti rispetto a quelli dell'iPad. Questo aspetto permette però di sorreggere il device con una mano senza coprire lo schermo, cosa che può essere davvero molto utile.

Un altro aspetto positivo dei bordi è che questi lasciano spazio per due altoparlanti che trasmettono direttamente nella direzione dell'utente. Il suono stereo è comunque molto migliore che sull'iPad.

Il retro del device con logo Nexus e fotocamera. Dalla camera non bisogna aspettarsi molto

Fotocamera e specifiche

Le foto fatte con la camera sul retro a 5 Megapixel sono di buona qualità, ma questo non è certo il punto di forza del dispositivo. In fondo, chi usa il tablet per fotografare? Migliore è invece la camera frontale, utile per videochiamate su Skype o applicazioni simili. Con 720 pixel, questa fotocamera offre una buona risoluzione, proporzionata e sensibile alla luce. Si può dire in effetti che il Nexus 10 abbia una delle migliori fotocamere frontali sul mercato. La camera dell'iPad 3, pur avendo una risoluzione simile, sembra essere meno sensibile alla luce, almeno se si comparano da vicino i due device. Come “modello” si è prestato il nostro redattore tedesco Nico Heister.

La fotocamera frontale sull'iPad...

...e sul Nexus 10

Ecco qui un riassunto delle specifiche:

  • Processore Dual Core Cortex A15
  • Unità grafica Quad-Core Mali T604
  • 2 GB di RAM
  • Fotocamera a 5 Megapixel sul retro
  • Camera frontale a 1,9 Megapixel
  • Capacità batteria: 9000 mAh (9 ore di video/500 ore in standby)
  • Connessioni: Micro-USB, Micro-HDMI
  • Due unità di connessione NFC, davanti e dietro al dispositivo
  • Peso: 603 g
  • Dimensioni: 263,9 x 177,6 x 8,9 mm
  • Wlan 802.11 b/g/n, Bluetooth
  • Caricabatterie con Pin di Pogo magnetico
  • Sensori: Sensore di movimento, Bussola, Sensore luce ambientale, Giroscopio, Barometro, GPS
  • Memoria interna: 16 o 32 GB, nessuna espansione di memoria possibile.

Quello che mi sembra importante sottolineare è che il processore Cortex A15 appartiene alla generazione più recente della categoria. Il device garantisce una lunga durata grazie anche ai 2 GB di RAM con cui Google ha presentato il dispositivo. I tempi di avvio sono estremamente contenuti e l'interfaccia è molto reattiva. Le applicazioni si caricano rapidamente e anche i più dispendiosi sparatutto in 3D vengono caricati in tempi brevi. Allo stato attuale devo ancora esplorare compiutamente i limiti del Nexus 10.

Sul Nexus 10 è installato Android 4.2, ma non in versione finale. La prima cosa che mi è apparsa sullo schermo dopo l'accensione è stato un update

Sistema

Nonostante il super processore e il display ad alta risoluzione, è il firmware il vero fiore all'occhiello. Android 4.2 è per me il miglior sistema operativo Android al mondo. Non voglio però dilungarmi su questo, perché già abbiamo approfondito l'argomento in altri articoli.

Un nuovo utente troverà semplicissimo creare un nuovo account

In seguito ci si può loggare direttamente dalla schermata di blocco schermo

La barra delle notifiche è personalizzabile, così come la schermata dei widget. Il sistema funziona bene anche su tablet di grandi dimensioni, ma la vera novità rispetto all'iPad 3 qui è un'altra: la gestione del proprio account personale. Con l'iPad 3 mi è sempre pesato dividere il device con i miei familiari a casa, qui invece è possibile visualizzare un account personale che separa tutto: emails, apps e aspetto dell'interfaccia.

Tecnicamente questo aspetto sarebbe implementabile anche su iPad, ma Apple non sembra interessata a farlo, forse per spingere ogni membro della famiglia ad acquistare un dispositivo personale. Questo perché Apple fa dell'hardware la sua principale fonte di guadagno, mentre per Google questo aspetto è meno importante, potendo contare su un sistema aperto e su un altro business model. Per questo le funzionalità multiaccount si trovano su Android e non su iOS. Per me la scelta è semplice: per i miei interessi, mi sento molto più vicino alle scelte di Google che non a quelle di Apple.


Homescreen con scelta dei profili account: Android 4.2 è il sistema operativo Android più avanzato del mondo

In conclusione

Nonostante tutti questi fatti incontrovertibili, prima dell'uscita del Nexus 10 non riuscivo ancora a liberarmi del mio vecchio iPad. Ora, con il Nexus 10, questo passaggio è più facile, perché il nuovo tablet di Google offre caratteristiche migliori e un sistema operativo più avanzato di quello dell'iPad. Oltre alla differenza -già spiegata- tra sistemi chiusi e sistemi aperti, trovo che qui in Germania nel Play Store ci sia una scelta di film più ampia rispetto che nell'Apple Store. Anche se alcune app devono ancora essere ottimizzate per i tablet, con il Nexus 10 questa attesa diventa quasi piacevole!

P.S.: Sulla batteria non posso ancora esprimermi in maniera definitiva, lo farò nei prossimi giorni dopo aver utilizzato in maniera più consistente il device.
 

(Immagini: AndroidPIT)

1 Commento

Commenta la notizia:
4 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK