Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 1 Condivisione 4 Commenti

Google Traduttore vs. iTranslate: due traduttori a confronto

La tecnologia compie sempre passi da gigante e, come molti sanno, oggi gli smartphone sono dotati di traduttori istantanei gratuiti. Abbiamo visto la settimana scorsa l’app Word Lens in grado di tradurre semplici frasi e parole mediante l’utilizzo della fotocamera. Ma per effettuare delle semplici traduzioni di testi su internet o di Email ed SMS, molti fanno uso del celebre Google Traduttore. Un’alternativa a questa’app, è l’altrettanto celebre iTranslate, disponibile da tempo sui dispositivi Android. Entrambe le applicazioni sono interessanti e gratuite, ma su quale tra questi due top player bisogna fare affidamento per vincere nel terreno insidioso delle traduzioni?

teaserappcomparison
© Goolge Traduttore iTranslate Google Play Store / ANDROIDPIT

Google Traduttore

Chi non ha mai utilizzato il traduttore di Google? L’app per Android è molto ben progettata dal punto di vista grafico, soprattutto in confronto alla sua versione per PC. Le funzioni sono tante e sono sempre in costante aggiornamento:

  • 80 lingue straniere disponibili
  • Pacchetti di lingua offline per tradurre senza una connessione ad internet
  • Traduzione delle foto scattate dal dispositivo
  • Salvare le traduzioni effettuate
  • Fraseologia
  • Traduzione SMS
  • Inserimento vocale

Da come si può intuire, l’app dispone di un’offerta ricca e variegata. Un aggiornamento, lo scorso anno, ha introdotto la possibilità di effettuare traduzioni senza la necessità di una connessione ad Internet. Basta scaricare on line i pacchetti di lingua e poi avrete a disposizione Google traduttore anche offline.

Vediamo insieme come funziona questo traduttore con un esempio pratico:

googletraduttore1
Un esempio di una traduzione di un testo in inglese con Google Traduttore © ANDROIDPIT

Il testo tradotto è abbastanza semplice. La carriera del famoso allenatore olandese non è niente di complesso e trascendentale, ma Google Traduttore fa egregiamente il suo lavoro. Le frasi in inglese vengono tradotte in un italiano accettabile ed è semplice capire il senso di questo testo.

L’app ha difetti? I limiti sono quelli di tutti i traduttori. Una macchina non può capire ed evincere il contesto di cui si sta parlando. Quindi la traduzione talvolta potrebbe avere qualche errore. Inoltre Google Traduttore, per quanto riguarda le traduzioni in Inglese, fa fatica quando è alla prese con lo slang e complessi idioms e phrasal verbs.

googletraduttore2
Tradurre canzoni e frasi in slang non è il massimo offline (screenshot a sinistra) ed online (immagine a destra) © ANDROIDPIT

Tolto l’ovvio limite che hanno i traduttori nel riconoscere il contesto, Google Traduttore rimane una delle migliori app gratuite che il mercato ha da offrire. Semplice e facile da utilizzare con una grafica pulita ed ottimizzata per i dispositivi portatili. Utile per chi è alle prime armi, ma anche per coloro che hanno dimestichezza con la lingua straniera. Se volete tradurre testi è molto utile, naturalmente se quest’app viene accompagnata da un buon vocabolario, come per esempio Wordreference, le traduzioni saranno molto valide.

iTranslate

Il nome dell’applicazione non è il massimo per un utente fedele ad Android ed evoca, naturalmente, l’universo Apple, questo perché il traduttore originariamente fu sviluppato per gli iPhone. La grafica è molto minimale e non c’è bisogno di impostare o personalizzare nessuna funzione, basta solo selezionare la lingua in cui dovrà essere svolta traduzione. Oltre a copiare o scrivere un testo, è possibile dettare a voce tramite il comando vocale situato in alto a destra. Inoltre possiamo salvare le traduzioni e si ha a disposizione più di cinquanta lingue.

Vediamo due esempi pratici:

itraduttore1
la traduzione del  testo ha qualche sbavatura© ANDROIDPIT
utraduttore2
La traduzione della parola è avvenuta correttamente ed è possibile vedere tutti i significati © ANDROIDPIT

Da questi screenshot notiamo l’uso che bisogna fare dell’app. iTranslate dà il meglio di sé traducendo parole e frasi semplici. Non è una buona idea utilizzarlo per tradurre testi lunghi e complessi. Invece è molto utile per tradurre parole per sopravvivere in vacanza all’estero. Grazie all’opzione vocale, per esempio, possiamo tradurre piccole frasi utili per comunicare in terra straniera. iTranslate è perfetto se siete alla ricerca di un traduttore semplice da usare per soggiorni e vacanze all’estero. Per effettuare traduzioni lunghe e complesse non è l’ideale e presenta molte lacune.

Conclusioni

Google Traduttore o iTranslate? Il primo ha un’offerta molto più variegata rispetto al secondo. L’app di Google ha una grafica migliore, più lingue e tante opzioni e funzioni a disposizione. Inoltre è disponibile senza connessione, anche se la traduzione offline non ha la stessa qualità di quella online. Se non avete un WIFI o un abbonamento ad Internet con iTranslate sarete in alto mare. In aggiunta è stata progettata per un altro sistema operativo e non offre tutte le opzioni della sua versione originale. Se amate le cose minimali, nulla vieta di utilizzare iTranslate, ma Google Traduttore, per adesso, si porta a casa questa sfida grazie alle tantissime funzioni che mette a disposizione.

Google Traduttore Install on Google Play iTranslate - Traduttore Gratis Install on Google Play

Google Traduttore o iTranslate? Quali traduttori gratuiti per Android utilizzate?

4 Commenti

Commenta la notizia:
  • Quasi tutte le app chiedono l'accesso alla tua identità per sapere quale account di Google hai sul tuo dispositivo, questo perché è impossibile registrarsi in modo anonimo a Google. Non puoi disattivare o scegliere le autorizzazioni. Solo con Google traduttore e Word Lend puoi fare traduzioni con la macchina digitale.

    Comunque se scegli app affidabili, chiedono l'accesso alle foto perché se usano la fotocamera devono per forza accedere alle immagini, per così effettuare una traduzione, ma non ruberanno le tue foto.

    I veri rischi per la privacy non sono assolutamente le app ufficiali e che noi recensiamo su questo sito. Devi stare attenta ad app illegali, fraudolente e che contengono virus o malware. Un altro rischio per la privacy è usare i social network non in modo responsabile. Spesso ci preoccuppiano di Google, ma postare 3000 foto su Facebook, accetare amicizie da persone viste per un nanosecondo e far sapere a tutto il mondo cosa facciamo ogni momento è il modo più facile per "distruggere" la nostra privacy.

    Secondo me, i virus, i malware, le app non ufficiali, giochi che richiedono troppi permessi sono le uniche cose di cui ti devi preoccupare.

    Se vuoi saperne di più sui permessi e autorizzazioni ti consiglio di leggere questo articolo:

    http://www.androidpit.it/app-android-autorizzazioni

  • Grazie per la risposta,cosa vuol dire che google verifica l'identità? si può scegliere di disattivare una opzione o di non dare un permesso ?anche se non installo word lens posso fare la traduzione di foto? Grazie e buon week end.

  • Google traduttore è utilizzabile offline, però prima devi scaricare con online i pacchetti lingue. iTraduttore funziona solo con una connessione. I permessi sono:

    identità (google verifica sempre l'identità)
    sms (traduce, se vuoi, gli sms in lingua straniera)
    foto e fotocamera (puoi effettuare traduzione con la fotocamera e di immagini)

  • Interessante grazie per l'info, mi sa dire se è possibile usarloi offline e che permessi servono per l'installazione per usarlo? grazie,buona giornata.

1 Condivisione

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK