Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Opinion 3 min per leggere Nessun commento

Veicoli autonomi: riusciranno a superare la barriera etica?

I veicoli che si autoguidano, un tempo concetto futuristico limitato alla fantascienza, sono tra noi. Le auto autonome sono già sulle nostre strade e portano i nostri figli a scuola, ma siamo davvero pronti a mettere la nostra vita nelle mani delle macchine?

Il termine "autoguida" è un termine piuttosto ambiguo nel mercato odierno della mobilità. Mentre i costruttori gareggiano per costruire le auto del futuro, ogni azienda lo fa in modo leggermente diverso e diversificando la tecnologia. Stiamo anche assistendo all'arrivo di auto semi-autonome (Tesla ne è un esempio).

Non sono solo le case automobilistiche tradizionali a essere coinvolte. Apple sta lavorando su questa tecnologia, così come Google. I piani legati alla guida autonoma di Uber sono stati sospesi a Phoenix, Pittsburgh, San Francisco e Toronto dopo che l'azienda è stata coinvolta nel primo incidente mortale segnalato che coinvolgeva un'auto che stava guidando se stessa in Arizona all'inizio di quest'anno.

Google WAYMO fleet2
Waymo è il progetto di veicolo autonomo di Google. / © AndroidPIT

In Florida il Transdev, Babcock Ranch Pilot Autonomous School Shuttle è uno scuolabus autonomo che trasporta i bambini a scuola. Anche se l'EasyMile Easy10 Gen II, uno shuttle completamente elettrico, per ora è limitato a 12 miglia all'ora, le persone sono davvero pronte a mettere la vita dei loro figli nelle mani di una macchina intelligente?

Brian Tietz for Transdev self driving bus
Il bus scolastico autonomo Transdev. / Brian Tietz per Transdev

La moralità delle macchine dovrà svolgere un ruolo nella sicurezza

Proprio questo fine settimana, uno studio pubblicato su Nature: International Journal of Science ha rilevato che i partecipanti credono che l'IA dovrebbe dare priorità alle vite più giovani rispetto a quelle degli anziani. In uno scenario in cui un veicolo autoguidato potrebbe avere un incidente per evitare tre pedoni anziani a discapito della vita di una giovane famiglia a bordo, i partecipanti hanno scelto di salvare i passeggeri.

self driving question
Quale opzione scegliereste? / © Techradar

Quasi 40 milioni di decisioni sono state valutate e l'esperimento ha evidenziato alcune situazioni comuni come l'uomo che dovrebbe essere risparmiato rispetto agli animali domestici, i pedoni rispettosi rispetto a quelli che attraversano fuori dalle strisce e situazioni più preoccupanti che vedono la scelta di risparmiare la vita degli uomini rispetto a quella delle donne o di persone appartenenti ad una fascia sociale più elevata.

Nel mondo reale le cose funzionano in modo diverso, ovviamente. Nell'esperimento i partecipanti vengono informati sulla certezza di alcuni incidenti, decessi compresi, cosa che nella realtà non è possibile. Certo, è solo un esperimento sociale, ma i veicoli che si guidano da soli dovranno prendere queste decisioni, proprio come fanno gli esseri umani quando sono al volante, in una certa misura.

La questione della sicurezza è una questione che può ridursi nel tempo. Sospetto che, come con tutta la tecnologia moderna, la paura iniziale svanirà una volta che la tecnologia diventerà mainstream . Ciò che può richiedere più tempo per la società è accettare che le decisioni morali siano nelle mani dei veicoli.

Sembra che il 2018 sia un anno in cui le innovazioni dei veicoli autonomi siano in continuo sviluppo. Temo che la resistenza a questa nuova tecnologia sia dietro l'angolo.

Il mondo è pronto per i veicoli che si autoguidano? Voi siete pronti a farci i conti ogni giorno sulle strade della vostra città?

Fonte: Techradar

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica