Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

[GUIDA] Installare Ubuntu sul Nexus 7

Ubuntu Phone, la distribuzione di Canonical per smartphone, non arriverà prima della fine di febbraio sotto forma di immagina installabile sul Galaxy Nexus (versione 14). Se si è impazienti di avere Ubuntu sul proprio dispositivo Android pero si può installare sul Nexus 7 la versione Daily Build di Ubuntu 13.04. Ecco come fare.

nexus 7 ubuntu 13.04

Prima di tutto due avvertenze importanti:

Prima di iniziare, sarà necessario effettuare un backup completo del sistema. Questo può essere fatto con un come Ultimate Backup Tool  o simili. Per fare la prova è necessaria una conoscenza di base di Fastboot. Né io, né AndroidPIT ci assumiamo alcuna responsabilità circa eventuali danni arrecati al tablet, ognuno è interamente responsabile delle operazioni effettuate. Il bootloader deve essere sbloccato e i driver necessari devono essere installati sul proprio computer. In questa prova sono stati usati un Nexus 7 16 GB e Windows 7 64 bit.

Dopo l'installazione di Ubuntu, Android non sarà più disponibile. Esiste anche la possibilità di installare Ubuntu in dual boot, ma in questo caso ho deciso di utilizzare l'installazione normale che elimina Android. Per utilizzarlo di nuovo si può usare per esempio il Nexus 7 Toolkit.

Preparazione

Dopo aver fatto le dovute premesse, torniamo alla procedura. Ci sono diversi modi per installare Ubuntu sul Nexus 7, qui però ho deciso di usare l'installazione manuale tramite Fastboot. Per farlo è necessario aver sul computer l'Android-SDK o gli SDK-Tools. Nel mio caso ho preferito utilizzare gli SDK con ADB e Fastboot.

Naturalmente è necessario avere anche Ubuntu per il Nexus 7 la cui immagine può essere scaricata qui. I file da scegliere nella lista sulla pagina sono quelli con estensione .bootimg e .img.gz. Quest'ultimo andrà scompattato e copiato insieme al file .bootimg nella cartella degli SDK-Tools. Infine, si dovrà cambiare l'estensione .raw del file scompattato in .img.

Fastboot e installazione

Avviate il Nexus 7 in modalità Fastboot e connetetelo al PC. Per l'avvio in modalità Fastboot è necessario tenere premuti contemporaneamente i tasti Volume + e Volume – a tablet spento e accendere il tablet senza rilasciarli. Appena vedrete il robottino verde a pancia aperta, significa che ci siete.

fastboot nexus

La foto è di un Galaxy Nexus in Fastboot Mode, ma l'immagine che apparirà è la stessa

Andiamo sul computer, nella cartella con gli SDK-Tools e i file scaricati in precedenza. Tenendo premuto il tasto shift, cliccate col tasto del mouse e scegliete Apri finestra di comando qui.

A partire da questo punto:

  • La partizione di boot e tutti i dati presenti sul Nexus 7 saranno cancellati
  • Saranno installati sul Nexus 7 la boot-image e l'immagine di Ubuntu

Nella finestra di comando scrivete:

  1. fastboot erase boot (cancella la boot image attuale)
  2. fastboot erase userdata (cancella i dati dell'utente)
  3. fastboot flash boot raring-preinstalled-desktop-armhf+nexus7.bootimg (flasha la nuova immagine di boot)
  4. fastboot flash userdata raring-preinstalled-desktop-armhf+nexus7.img (flasha l'immagine di Ubuntu)
    Nota: in caso abbiate modificato il nome dei file, usate i nuovi nomi.
  5. fastboot reboot (riavvia il Nexus 7)


Il nostro Nexus 7 a questo punto si riavvierà e poco dopo apparirà il logo di Google. Il processo potrebbe durare un po' e non c'è da preoccuparsi se la scritta

Preparing the root filesystem, please wait, this will take a few minutes...

dovesse rimanere per qualche minuto sullo schermo. Si tratta di una situazione assolutamente normale e fin quando il cursore alla fine della frase lampeggia, significa che il tablet sta lavorando. Appena l'installazione sarà finita apparirà il logo di Ubuntu.

Configurazione

A questo punto Ubuntu 13.04 si trova sul nostro Nexus 7 e non ci resta, prima di poterlo usare, che completare la configurazione del sistema, scegliendo lingua, nome utente, fuso orario e poco altro. Ultima avvertenza: se a questo punto dovessero esserci dei problemi con le impostazioni grafiche, niente paura, dopo il completamento della configurazione tutto si dovrebbe risolvere.

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK