Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

"Huawei è ancora in cima al mondo" secondo il fondatore

"Huawei è ancora in cima al mondo" secondo il fondatore

Ren Zhengfei, fondatore di Huawei, ha appena pubblicato una dichiarazione a seguito delle decisioni del governo Trump, secondo cui Google e altre aziende tecnologiche americane dovranno porre fine ai rapporti commerciali con l'azienda cinese. Secondo Zhengfei, gli Stati Uniti sottovalutano la forza del suo marchio, ma che il conflitto era inevitabile.

Donald Trump ha dichiarato che ci troviamo in piena emergenza nazionale e i futuri dispositivi Huawei non potranno ricevere aggiornamenti Android e le patch di sicurezza. Inoltre, anche Intel, Qualcomm e altri hanno reagito tagliando i legami con il secondo produttore mondiale di smartphone. Eppure Ren Zhengfei non sembra troppo scosso dalla questione. Parlando ai media cinesi, ha infatti riferito: "La pratica attuale dei politici statunitensi sottovaluta la nostra forza".

ren zhengfei neu
Ren Zhengfei, fondatore di Huawei, non sembra preoccupato dalle tensioni americane. / © Bloomberg

In termini di tecnologie 5G, Ren ritiene che molti paesi non saranno in grado di raggiungere tale rete per altri due o tre anni. Ha anche aggiunto che prima o poi arriverà il vero conflitto con gli Stati Uniti, soprattutto se le due nazioni non giungeranno ad una conclusione di questa guerra commerciale. "Abbiamo sacrificato noi stessi e le nostre famiglie per i nostri ideali, per stare in cima al mondo".

Huawei ha 90 giorni per fare shopping

Dopo l'iniziale blocco immediato degli scambi commerciali, il Dipartimento Del Commercio statunitense ha temporaneamente allentato le restrizioni. A partire da oggi, Huawei ha a disposizione 90 giorni per acquistare i prodotti di fabbricazione americana di cui avrà bisogno per mantenere in piedi le sue reti. Durante questo periodo di grazia, il produttore cinese potrà anche fornire aggiornamenti software agli smartphone Huawei esistenti e prepararsi al meglio al blocco completo. La tregua scadrà ufficialmente il 19 agosto.

AndroidPIT huawei p30 lite freebuds lite
Huawei può ancora fornire aggiornamenti software sugli attuali smartphone. / © AndroidPIT

Kevin Wolf, un ex funzionario del Dipartimento del Commercio e avvocato di Washington, ha parlato ai microfoni di The Guardian riferendo che: "L'intenzione è quella di limitare gli impatti indesiderati su terzi che utilizzano apparecchiature o sistemi Huawei. Stiamo cercando di prevenire eventuali blackout di rete".

Ren Zhengfei ha sminuito il significato della licenza temporanea di 90 giorni, sostenendo che non ha molto impatto su Huawei: "Siamo comunque pronti", ha detto. Alla domanda su quanto a lungo questa battaglia tra Huawei e gli Stati Uniti possa durare, Ren ha concluso con: "Dovreste porre questa domanda a Trump, non a me".

Siete d'accordo con le parole del fondatore di Huawei?

Fonte: The Guardian

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica