Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

4 min per leggere 2 Commenti

Porsche Design Mate RS: così Huawei spiazza la concorrenza

La collaborazione tra Huawei e Porsche Design va avanti da anni ormai ma, generalmente, è durante la presentazione di un nuovo dispositivo Mate che le due aziende si stringono la mano davanti al grande pubblico. Stavolta Huawei spiazza tutti e presenta una versione Porsche Design del P20 Pro, ribattezzandolo Mate RS.

Porsche Design Huawei Mate RS: un Mate o un membro della famiglia P20?

Alcuni rumor arrivati il 26 pomeriggio ne avevano annunciato la possibile presenza. Al Grand Palais di Parigi, insieme a P20 e P20 Pro, fa la sua comparsa anche il Porsche Design Huawei Mate RS. Un dispositivo che in un certo qual modo fa parte della famiglia P20 ma che, al tempo stesso, opta per delle diverse scelte di design e per un nome che marca il suo legame con la già avviata linea Mate firmata appunto Porsche Design.

huawei mate rs 2
 Ecco il Porsche Design Huawei Mate RS! © Huawei

Il sensore d'impronte digitali nel display arriva sul mercato europeo

Una bella sorpresa quella fatta da Huawei al Gran Palais di Parigi. Oltre a P20 e P20 Pro, sale sul palcoscenico il Mate RS Porsche Edition. Il suo elemento distintivo, stavolta, non si nasconde nel comparto fotografico ma sotto il display. Il sensore d'impronte digitali integrato nel display è sul nostro mercato, un po' inaspettatamente.

Ed è così che Huawei spiazza la concorrenza e la anticipa, offrendo questa feature a tutti quegli utenti che speravano di trovarla sul Samsung Galaxy S9. Il produttore sudcoreano non è però riuscito ad ultimare i lavori prima del suo rivale cinese...

huawei mate rs 3
Una bella sorpresa quella fatta da Huawei al Gran Palais di Parigi. © Huawei

Huawei ci è riuscita anche se, va detto, non è una feature per tutti. Integrata per il momento solo sul Mate RS non arriverà nelle tasche di tutti considerando il prezzo elevato del dispositivo. Ci sarà poi da verificarne il funzionamento ma sembra Huawei abbia già pensando a tutto, integrando nello stesso dispositivo anche il più standard lettore d'impronte posizionato però sulla scocca. Una mossa che fa temere una certa immaturità di questa tecnologia; ma è troppo presto per affermarlo. In ogni caso va riconosciuto a Huawei il merito di essere arrivato per primo (nel nostro Paese almeno, perché Vivo ha già integrato questa feature sul suo dispositivo di fascia media).

Cos’altro lo distingue dal P20 Pro?

Il comparto fotografico cambia posto

Guardando la scocca del Porsche Design Huawei Mate RS potrete notare subito le differenze: la tripla fotocamera del P20 Pro è presente ma trova spazio al centro del pannello. I tre sensori sono disposti verticalmente ma in un punto differente.

Più memoria interna a disposizione

Il Porsche Design Huawei Mate RS vuole distinguersi dagli altri membri della famiglia P20 offrendo una maggiore quantità di memoria. La RAM è la stessa, 6GB, ma la memoria interna passa a 256GB o 512GB a seconda della variante.  

Ricarica rapida wireless

La batteria del Mate RS offre, come quella del P20 Pro, 4000 mhA ma offre inoltre la ricarica rapida wireless che promette di essere l'80% più rapida rispetto a quella dell’iPhone X.

huawei mate rs
Il Porsche Design Huawei Mate RS è uno smartphone lussuoso. © Huawei

Huawei Mate RS Porsche Design : bello, ma non per tutti

Il Porsche Design Huawei Mate RS è uno smartphone lussuoso, ben fatto, dalla scheda tecnica aggiornata. Anche dal lato delle tecnologie integrate, non ha nulla da invidiare a nessun altro dispositivo. Kirin 970, intelligenza artificiale, 3 fotocamere sul retro, notch, display FullView, ricarica rapida wireless, certificazione IP67 a protezione da acqua e polvere, batteria da 4000 mHa. Non manca nulla insomma, e questa collaborazione, ovviamente si fa pagare.

Per averlo sono necessari 1695 euro, 2095 euro per il modello con più memoria interna. Sì, sono tanti. Uno smartphone di lusso privo di diamanti o pelle di coccodrillo ma ben fatto e, almeno sulla carta, promettente. Un telefono che osa e che, proprio per questo, non punta alla massa.

1 Condivisione

2 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • per quanto io non riesca a capire come mai Porsche Design ha deciso di collaborare con quelli della huawei ( e su questo ci sarebbe da star male la notte) riconosco che, a giudicare da ciò che leggo, lo avrei comprato anch’io.
    Purtroppo per chi lo vuole, ho l’ impressione che farà fatica a calare di prezzo e che non si potrà connettere con android auto ( sugli huawei non va e sulle porsche neanche, hanno solo apple carplay)

Articoli consigliati