Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
I dipendenti Microsoft segnalano molestie sessuali e discriminazioni
2 min per leggere Nessun commento

I dipendenti Microsoft segnalano molestie sessuali e discriminazioni

Tutto è iniziato con una catena interna di e-mail, rivelata per la prima volta dal media Quartz. Questa catena di messaggi descriveva una serie oltraggiosa di atti di discriminazione e molestie sessuali subiti dalle donne in azienda. La rete ha risposto a gran voce, motivando il personale a protestare contro gli ambienti di lavoro tossici in un incontro con il direttore esecutivo dell'azienda, Satya Nadella.

Le accuse includono questioni che molti considerano tipiche del settore tecnologico, come la mancanza di promozioni e il trattamento ingiusto dei dipendenti appartenenti a gruppi sottorappresentati. Ma alcune accuse vanno anche oltre: una dipendente di un'azienda associata a Microsoft ha risposto alla catena di e-mail denunciando che "le è stato chiesto due volte di sedersi in grembo ad un'altra persona durante una riunione a cui hanno partecipato il dipartimento delle risorse umane e altri manager", affermando che nessuno di loro ha fatto nulla per rispondere a una tale violazione della politica aziendale.

women tech unsatisfied
L'età della pietra non era finita? A quanto pare no! Molte donne continuano a segnalare comportamenti inaccettabili sul posto di lavoro. / © AndroidPIT

Un'altra dipendente Microsoft ha sostenuto che un rappresentante di un'azienda associata avrebbe minacciato di ucciderla se non avesse avuto rapporti sessuali con lui durante un viaggio di lavoro, rilevando anche la complicità del dipartimento delle risorse umane, nonché l'assenza di un'indagine o di un'azione disciplinare. "L'ho detto immediatamente al reparto risorse umane", ha scritto l'impiegata "ma il mio capo mi ha risposto che si è solo trattato di un semplice flirt".

La direttrice delle risorse umane, Kathleen Hogan, avrebbe risposto a questo caso il 29 marzo per comunicare la questione a Nadella lo stesso giorno, offrendo anche ai dipendenti vittime di tali esperienze la possibilità di contattarla direttamente. In risposta, si è tenuta una riunione con il direttore esecutivo Satya Nadella, alla quale hanno partecipato tra i 100 e i 150 lavoratori. Secondo alcuni dei partecipanti, Nadella e Hogan hanno promesso al personale maggiore trasparenza e azione nei casi descritti nelle e-mail.

Non è la prima volta che l'azienda si trova sotto i riflettori per episodi di questo tipo: già nel marzo 2018, abbiamo sentito parlare di una causa collettiva per presunti 238 casi di discriminazione e molestie sessuali verificatisi tra il 2010 e il 2016.

Ritenete accettabile che un'azienda di questo calibro possa ignorare episodi di discriminazione e molestie come questi?

Fonte: Gizmodo, Quartz

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica