Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Opinion 4 min per leggere 1 Commento

Il Pocophone F1 sarà presto vostro

Xiaomi non si è presentata all'IFA ma ha anticipato la fiera tech berlinese presentando il Pocophone F1, uno smartphone che punta su prestazioni elevate ad un prezzo contenuto di 329 euro. Xiaomi ha trovato la ricetta vincente? Sembra proprio di sì, perché la maggior parte di voi lo acquisterà!

Comprerete il Pocophone F1

Il Pocophone F1 è sulla bocca di tutti. Del resto non è facile trovare in Europa uno smartphone con una scheda tecnica di questo genere per poco più di 300 euro. Per 329 euro Pocophone propone il modello base del suo nuovo F1 caratterizzato da display da 6,18 pollici con risoluzione di 2246x1080 pixel, Snapdragon 845, GPU Adreno 630, 6GB di RM, 64GB di memoria interna UFS 2.1, doppia fotocamera sul retro (12+5MP), fotocamera per selfie da 20MP, AI a disposizione per il riconoscimento degli oggetti inquadrati, batteria da 4000mAh. Presente anche il mini jack per le cuffie e la possibilità di espandere la memoria via microSD.

IMG 6247
Scocca in policarbonato: potrebbe essere un vantaggio per molti! / © AndroidPIT

Ovviamente per questo prezzo sono necessarie alcune rinunce come una scocca in policarbonato e non in vetro, una fotocamera stabilizzata e la certificazione di impermeabilità. Anche dal lato multimediale è meglio tenere basse le aspettative, la doppia fotocamera probabilmente non riuscirà a tenere testa a quella dei flagship attualmente sul mercato.

Del resto sono le prestazioni il punto forte del dispositivo: la tecnologia LiquidCool si occupa di dissipare il calore per garantire performance di alto livello anche durante il gaming con titoli esigenti come Fortnite e PUGB. Gamer, avete letto bene, 329 euro possono bastare (forse) per rendervi felici.

L'87% di voi acquisterà il Pocophone F1

Il pacchetto complessivo è interessante, così tanto da aver già convinto il 31% di voi a comprarlo senza alcuna esitazione. Poi c'è il 42% di voi che lo acquisterà ma che vuole prima aspettare le prime opinioni sulle reali prestazioni del dispositivo e chi invece (14%) aspetterà un ulteriore calo del prezzo. Ciò vuol dire che l'87% di voi votanti avrà presto un Pocophone F1 in tasca. Xiaomi è riuscita a conquistarvi, non ci sono dubbi.

Prezzo? Difficile trovare di meglio ma presto potrebbe salire

Xiaomi spaventa la concorrenza con il Pocophone F1 a 329 euro, soprattutto ora che è ufficialmente presente in Italia e non richiede più la necessità di affidarsi ai rivenditori online. Anche brand come Honor e OnePlus, noti per l'ottimo rapporto qualità/prezzo offerto, potrebbero iniziare a sudare freddo.

Offrire dispositivi ad un prezzo molto più basso rispetto alla concorrenza potrebbe minare la reputazione del brand stesso

Apple probabilmente non si preoccupa più di tanto, considerando il diverso target a cui si rivolge, ma Samsung e Huawei, presenti sul mercato con dispositivi di fascia e budget differenti, stanno a guardare con attenzione alla prossima mossa di Xiaomi. O almeno dovrebbero.

Androidpit honor play 8
Honor ha rilasciato Honor Play, uno smartphone per il gaming che sfida il Pocophone F1. / © AndroidPIT

Non abituatevi troppo però a questi prezzi stracciati perché la strategia potrebbe cambiare. Come Huawei e OnePlus hanno già fatto, anche Xiaomi  potrebbe presto accorgersi che offrire dei dispositivi ad un prezzo molto più basso rispetto alla concorrenza potrebbe minare alla reputazione del brand stesso, oltre che alla sue tasche.

Il guadagno da dispositivi come il Pocophone F1 è ovviamente limitato, ma ciò che probabilmente interessa a Xiaomi è penetrare nel mercato europeo, giusto? Sul lungo periodo però potrebbe essere più importante essere riconosciuto come un brand di un certo livello e non rischiare di essere associato all'idea di prodotti troppo economici e non di qualità. Per ora tutto è nella mani della parola POCO che, come dichiarato da Jai Mani, Head of Product, sta per "un po’ perché crediamo nel pensiero starting small but dreaming big". 

Staremo a vedere. Una cosa è certa: affermarsi oggi sul dinamico mercato degli smartphone non è facile e potrebbero essere brand come Xiaomi e Honor ad avere intrapreso la giusta strada.  Voi cosa ne pensate?

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Ho sentito dire che l’ honor play ha un’ audio in cuffia migliore ( il 3D audio avrà anche bisogno di un dac di qualità secondo me) e adesso si trova a un prezzo simile (con una micro sd da 64gb inclusa nel prezzo). A dire il vero sprecherei i soldi ma, se potessi, rottamerei l’ iPhone (o meglio, lo lascerei in un cassetto) per comprare un android di fascia media (ma solo per contenere le perdite)

Articoli consigliati