Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 1 Condivisione 1 Commento

Im Watch arriva, Pebble non ancora

pebble

Non si può dire che gli smartwatch siano dispositivi fortunati. L'italiano I'm Watch ha avuto come sappiamo non pochi problemi di sviluppo e produzione, ma a quanto pare anche il Pebble, l'orologio smart americano non se la passa troppo meglio: la distribuzione doveva iniziare il prossimo settembre, ma pare sia stata rimandata a data da destinarsi.

L'orologio smart Made in Italy, l'm Watch, pare ormai in dirittura d'arrivo o almeno questo fa pensare la marea di articoli idolatranti positivi che stanno comparendo sui giornali vicini al maggior finanziatore del progetto, Ennio Doris. Finalmente, sembra che i 10000 pezzi ordinati (e già pagati) mesi fa da clienti di mezzo mondo siano in fase di distribuzione.

Discorso diverso per il Pebble che aveva stupito tutti raccogliendo 10 milioni di dollari su Kickstarter. Il problema stavolta, più che da difficoltà di sviluppo, sarebbe dato dall'enormità del numero degli ordini: i produttori si aspettavano di dover far fronte a un migliaio di ordinazioni che invece si sono rivelate essere ben 68000. Il dispositivo quindi non arriverà tra due mesi come promesso, ma più tardi. Da Pebble comunque fanno sapere che sperano di arrivare a produrre 15000 orologi alla settimana in breve tempo e iniziare così la distribuzione.

 

(Immagine: intomobile.com)
 

Fonte: intomobile

1 Condivisione

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK