Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK

Intervista a Julie Uhrman, CEO di Ouya (prima parte)

OUYA, la console basata su Android ha fatto molto rumore. Il progetto, che mira a portare i giochi Android su console, ha raccolto su Kickstarter una somma di denaro impressionante in pochissimo tempo e si è guadagnata il favore di sviluppatori e il supporto di un colosso come Nvidia. Anche qui sulle pagine di AndroidPIT abbiamo parlato varie volte di OUYA e del perché ci piace. Oggi vi proponiamo un'intervista realizzata dal nostro Eric a Julie Uhrman, CEO di OUYA. Julie ci ha parlato delle questioni riguardanti hardware, supporto degli sviluppatori, tempi di arrivo previsto e molto altro.

Visto che Julie è stata così gentile da rispondere a tutte le nostre domande, abbiamo preferito pubblicare l'intervista in due parti. Ecco qui sotto la prima, dove si parla di come gli sviluppatori hanno accolto OUYA, il mercato di riferimento e molto altro.

AndroidPIT- Ciao Julie, cos'è esattamente Ouya e cosa ha ispirato te e il tuo team nello sviluppo di un progetto così interessante?

Julie- Sono cresciuta giocando con videogames alla TV e credo ancora che il salotto sia il posto migliore per giocare, potendo guardare l'azione svolgersi su uno schermo grande, in alta definizione e con effetti sonori coinvolgenti. E' il modo migliore. Detto questo, ho avuto l'impressione – e non credo di essere la sola – che negli ultimi anni alcune delle menti migliori del gaming abbiano abbandonato lo sviluppo su console per dedicarsi a quello su piattaforme mobili, anche perché è relativamente più semplice. Ho voluto riportare queste persone indietro offrendo loro una console fosse developer “friendly”. Questo sta alla basa dell'idea. Successivamente ho pensato che forse avrei potuto basare su Android anche una console come ho visto fare con altri dispositvi. Ho iniziato a parlarne con amici e colleghi e il riscontro positivo ha funzionato da propellente per far sì che mi concentrassi davvero su questo progetto.

A- Ouya è progettata per competere con Nintendo, Xbox e Playstation o sperate di creare un mercato completamente diverso?

J- Abbiamo un approccio diverso. Nintendo, Xbox e Playstation sono sistemi chiusi. Il notro mantra è che Ouya sarà aperta. In altre parole tutti gli sviluppatori, sia indie, sia grosse software house, entreranno allo stesso livello. Fondamentalmente non siamo d'accordo con quelli che dicono che il gaming su console è morto, ma allo stesso tempo crediamo sia arrivato il tempo per sfidare la linea di pensiero che ha guidato il mondo delle console negli ultimi 20 anni.

A- Per il team di Ouya sembra molto importante far sapere che l'hacking e il rooting della console è incoraggiato. Pensate che possa essere una caratteristica che può contribuire al vostro successo?

J- Anche questo ha a che fare con la nostra convinzione che Ouya debba essere open. Vogliamo che le migliori menti creative la modifichino, che ci sorprendano con quello che riescono a tirarci fuori. Siamo convinti di aver buone idee, ma non abbiamo dubbi sul fatto che là fuori ci sono persone con idee ancora migliori. Vogliamo che l'esperienza con Ouya sia unica e divertente. Ouya può diventare tutto quello che desideri sia e non vogliamo porre dei limiti.

A- Sui media si è parlato molto di Ouya e spesso in termini favorevoli. Nonostante ciò esiste ovviamente una certa percentuale di scettici. Alcuni pensano che sarà difficile far girare i giochi Android su na console munita di controller, mentre altri non credono ci saranno abbastanza sviluppatori interessati al vostro progetto. Cosa risponderesti loro?

J- Gli scettici ci saranno sempre e non siamo preoccupati per questo. Preferiamo concentraci sul tenere contatti con la nostra base di fan, persone che credono in quello che facciamo. Lo stiamo facendo per loro. Con ogni nuovo aggiornamento, abbiamo nuovi supporters. Forse alcune persone hanno bisogno solo di essere convinte.

A- Hai l'impressione che gli sviluppatori abbiano reagito in modo positivo o sono di più quelli che vi chiedono come avete intenzione di raggiungere il vostro obiettivo?

J- Curiosamente, i developer hanno capito cosa stiamo facendo fin da subito. La parte tecnica è abbastanza standard e molti hanno già lavorato con Android. Quello che vedono in Ouya è un nuovo modo per distribuire ottimi giochi ad ancora più persone. Il supporto degli sviluppatori è stato travolgente: abbiamo ricevuto tantissime richieste stiamo cercando di rispondere a tutti. Addirittura alcuni sviluppatori si sono uniti a noi ancora prima di lanciare il progetto su Kickstarter e da quel momento non hanno fatto che aumentare.

Non perderti la seconda parte dell'intervista dove Julie ci spiegherà nel dettaglio i giochi per Ouya, l'hardware, la compatibilità e altro ancora.

1 Commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK