Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

7 min per leggere 3 Commenti

Presidente di Honor: "una vita giovane è lo spirito del nostro brand"

Qualche anno fa in pochi conoscevano Honor ma ora il brand cinese è noto tra i giovani (e non solo) e sta dimostrando di voler concorrere nel mercato degli smartphone con gli altri grandi produttori. L'Honor 9 mostra l'evoluzione del brand e chiacchierando con il presidente Honor, George Zhao, ci siamo fatti un'idea sulla strategia che la casa sta mettendo in campo.

Dall'Honor 6 all'Honor 9: l'evoluzione è evidente

Da quando nel 2014 Honor ha presentato l'Honor 6 ne è passata di acqua sotto i ponti. Se prima il nome Honor suonava nuovo, fin troppo, nel mercato degli smartphone e associato in modo negativo al mercato cinese, ora il produttore può camminare a testa alta accanto a LG, Samsung, Apple e, ovviamente Huawei.

L'Honor 9 mostra i geni ereditati dal suo amato predecessore, l'Honor 8, ma introduce alcune visibili novità come la scocca curva in vetro 3D, il lettore d'impronte digitali sul pannello frontale e la colorazione Glacier Grey che si affianca ad una rinnovata variante Sapphire Blue.

Per creare uno smartphone come l'Honor 9, Honor ha dovuto appoggiarsi anche ad altri partner, tra cui Monster e Huawei

Come precisato da George Zhao nella nostra intervista, l'Honor 9 cerca di attirare i più giovani con un look rinnovato ma anche con una doppia fotocamera ottimizzata, dotata di zoom 2x, e con un sistema audio migliorato grazie alla collaborazione con Monster. Il prezzo di 449 euro rende ancora più interessante questo smartphone agli occhi dei più giovani e dei più giovanili perché, come specificato dal Zhao anche durante l'evento di lancio del nuovo dispositivo, è ad entrambi che il brand si rivolge.

Ascoltare le esigenze di questi utenti è l'obiettivo di Honor che mette in primo piano l'esperienza multimediale e, per farlo, ha scelto Rezo, un musicista e Youtuber tedesco che proprio con l'Honor 6 ha iniziato a filmare i suoi video. Per creare uno smartphone come l'Honor 9, capace quindi di soddisfare gli utenti nella riproduzione musicale, produzione di foto e video ed esperienza di gioco, Honor ha dovuto appoggiarsi anche ad altri partner, tra cui Monster e Huawei. E questi due nomi ci fanno capire tante cose...

La relazione tra Honor e Huawei

Diversi componenti hardware presenti sull'Honor 9 arrivano direttamente dal P10 ufficializzato da Huawei durante l'MWC di Barcellona 2017. Se si guardano le schede tecniche dei due dispositivi i numeri di processore, memoria RAM ed interna, batteria e fotocamera sono gli stessi. Honor, del resto, si è affacciata sul mercato degli smartphone sotto l'ala Huawei concentrandosi però sulla vendita online. Ed in Cina, come ci ha precisato George Zhao, Honor è oggi primo a Huawei nelle vendite online. 

AndroidPIT Honor 9 0851
La nuova colorazione grigio ghiacciaio introdotta dall'Honor 9. / © AndroidPIT

Honor ha iniziato a vendere i propri prodotti anche nei negozi fisici e gestirà e deciderà autonomamente le scelte di produzione e le tecnologie da adottare sui propri prodotti. Ciò non toglie che per alcune tecnologie si appoggerà al team di casa Huawei. Dalle parole di George Zhao sembra quindi che Honor voglia staccarsi sempre più dall'ala di Huawei, costruendo la propria identità senza però rinunciare al suo apporto nella fase di produzione dei propri smartphone.

Una strategia che ricorda quella di Apple?

Potrebbe sembrare un'affermazione azzardata, è forse un po' lo è. Ma vi sono alcuni elementi che ci hanno portato a fare questo "salto pindarico", se così lo vogliamo definire. Per il lancio dell'Honor 9 la casa cinese ha reso disponibile il link per seguire l'evento in diretta streaming. Una mossa che, adottata da Apple per i suoi gioiellini, è stata ora adottata anche da altri brand tra cui OnePlus.

La collaborazione con Monster nel comparto audio non vi ha fatto subito pensare ad Apple e Beats? Lo stesso Noel Lee, CEO di Monster Inc., ha nominato l'acquisto di Beats Electronics da parte di Cupertino avvenuta nel 2014 per 3 miliardi di dollari. Sia Beats che Monster sono due marchi conosciuti tra i giovani e tra gli amanti della musica e puntando a dei team simili è possibile migliorare l'offerta musicale sotto diversi aspetti catturando l'attenzione dei giovani utenti. Anche il target dei due brand non è poi così lontano come potrebbe sembrare ad un primo sguardo.

AndroidPIT Honor 9 0813
Honor punta sugli utenti più giovanili. / © AndroidPIT

Nel mese di maggio Huawei ha svelato a Berlino la nuova linea MateBook (X, E e D) equipaggiata da Windows 10. I MacBook Air e Pro di Apple per anni sono stati i punti di riferimento in questo settore ma ora Huawei, con Microsoft al suo fianco, potrebbe diventare una nuova minaccia per Cupertino. Il brand cinese ha preso spunto dal suo rivale ed ora cercherà, così come con gli smartphone, di aggiungere del suo per proporre agli utenti un prodotto proprio che si va ad aggiungere agli altri allargando l'ecosistema.

Huawei non è Honor ma, come detto sopra, i due lavorano insieme e guardando al quadro generale la strategia complessiva sul lungo periodo sembra proprio ricalcare quella di Apple, un modello da cui in tanti prendono ispirazione.

Quali sono i piani del brand? 

Abbiamo chiesto a George Zhao qualche dettaglio sulla strategia di lungo termine di Honor. Per quanto riguarda l'intelligenza artificiale, l'Honor Magic è stato il primo smartphone ad implementare la tecnologia dell'intelligenza artificiale. Questo concetto ha permesso al brand di provare un nuovo modello di business ma per renderlo efficace ad un certo livello occorre collaborare con altri partner presenti nell'industria. Zhao non ci ha confermato l'arrivo di un Honor Magic 2 ma il brand sembra aperto alla collaborazione per lavorare nell'IA.

Europa, Russia, India, Giappone, Stati Uniti ed alcuni Paesi del Medio Oriente sono i mercati dove il brand preferisce concentrarsi al momento

Parlando di smartphone invece, Honor continuerà a lavorare sui suoi prodotti di successo e George Zhao ci ha confermato l'arrivo dell'Honor 9 Pro il prossimo anno. Nonostante gli smartphone non siano gli unici dispositivi su cui il brand si sta concentrando (il lancio di Honor Band 3 e degli auricolari dedicati allo sport ne sono un esempio) al momento la Smart Home non è una priorità. Lo spirito di Honor sono gli utenti giovani dentro e solo se questi ultimi richiederanno a gran voce questo tipo di dispositivi il brand cercherà di andare loro incontro ma per ora televisori e simili prodotti non fanno parte dei piani di Zhao e del suo team.

Tra i mercati nei quali Honor ha deciso di tuffarsi, per ora non troviamo l'America Latina. Europa, Russia, India, Giappone, Stati Uniti ed alcuni Paesi del Medio Oriente sono i mercati dove il brand preferisce concentrarsi al momento per garantire un buon servizio ai propri utenti. 

L'Honor 9 è solo l'inizio

Honor, con l'Honor 9, ha voluto marcare la sua presenza sul mercato. Honor, come LG, Samsung, Apple e Huawei è in campo e sta cercando di definire sempre meglio la propria identità. Per farlo ha iniziato ad ottimizzare meglio design e feature dei  propri smartphone chiedendo aiuto a chi dispone di una tecnologia e di una competenza nel settore che Honor ancora non ha.

L'Honor 9 sarà secondo me un successo e non sarà l'unico che vedremo se il brand continuerà a concentrarsi su se stesso e cercherà di migliorarsi ascoltando i propri utenti e sfruttando le tecnologie a disposizione senza guardare troppo ad Apple e Samsung.

7 Condivisioni

3 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Oggi lo ha comprato un mio collega. Quando gli arriva sono proprio curioso di vederlo e vedere come funziona. Benchè come ho detto altre volte, il display lo trovo leggermente piccolo per i miei gusti, non nego che potrei fare una eccezione. Leggendo le specifiche lo ritengo un prodotto davvero valido, ad un prezzo ancora umano.


    • Jessica Murgia
      • Admin
      • Staff
      9 mesi fa Link al commento

      Dopo averlo testato posso confermarti che è un bel telefono da tenere in mano e anche dal lato delle prestazioni non deludi. Le dimensioni dello schermo dipendono molto dalle tue preferenze e dal l'uso che fai del dispositivo. Prova quello del tuo collega e fammi sapere come ti ci trovi :)

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più